NIENTE MARATONA IN GIAPPONE PER VALERIA STRANEO: E’ ANCORA STOP

(Foto copertina di Giancarlo Colombo/Fidal)

di Cesare Monetti

Niente maratona di Nagoya in Giappone questa domenica per Valeria Straneo che sta ancora combattendo con un malanno fisico accusato in particolare durante la Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon dello scorso 14 Febbraio dove è stata costretta al ritiro al 17°km. Da giugno a dicembre 2015 è dovuta stare a guardare le altre a causa di una fascite plantare, i periodo nero insomma non accenna a finire.

Valeria Straneo pistaSul sito Fidal una sua intervista che abbiamo il piacere di riportare qui sotto. Ultima sua maratona a New York nel novembre 2014, Nagoya serviva per riprendere anche mentalmente
quell’attitudine fondamentale dei grandi atleti di gareggiare in un contesto internazionale. A questo punto urge guarire, servirà ancora qualche giorno, e ripartire senza più alcuna sosta con la preparazione mirata esclusivamente alla maratona olimpica di Rio de Janeiro.”Domenica proverò a tornare a correre, sperando di non avere più dolore, solo così potrò riprendere così come dovrò capire se e dove stiamo sbagliando ad allenarci con la mia allenatrice”.

 

Intervista da sito Fidal:

La maratoneta azzurra, in ripresa dopo un problema fisico, non perde di vista il grande obiettivo dei Giochi Olimpici

Valeria Straneo non vede l’ora di ricominciare a correre. “Il 14 febbraio alla mezza maratona di Verona – racconta direttamente da casa sua ad Alessandria la vicecampionessa mondiale ed europea di maratona – non avevo potuto concludere la mia gara per un problema bicipite femorale sinistro”

Che cosa è successo?
“Gli accertamenti hanno riscontrato un edema di quasi cinque centimetri originato da un piccolo scollamento del tendine. Una settimana fa ho fatto un’altra ecografia e per fortuna il versamento si è quasi completamente riassorbito. Se tutto va bene spero di riprendere a correre entro la prossima settimana”.

E nel frattempo?
“Piscina, bici e tanti esercizi di core stability. Prima di ricominciare voglio che sia tutto a posto per non rischiare di perdere altro tempo. I giorni passano e i Giochi Olimpici si avvicinano (il 14 agosto è il giorno della maratona femminile, ndr). In questo momento non è facile fare previsioni, ma quello che mi interessa è poter guarire per ritrovare quella continuità negli allenamenti che purtroppo mi è mancata negli ultimi mesi”.

Ti manca la maratona?
“Beh, direi proprio di sì. Non ne corro una da New York nel 2014 e, dopo il bel raduno invernale in Kenya, pensavo di poter rientrare domenica prossima a Nagoya (Giappone), ma purtroppo ho dovuto cambiare programmi. A questo punto intendo lavorare solo pensando a Rio con l’intermezzo di una maratona per sbrigare la formalità dell’entry-standard (2h45:00, ndr)”.  A.G.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
EKIRUN 2017 PER IL TERZO ANNO IL SOL LEVANTE ILLUMINA MILANO
TUTTE LE GARE FIRMATE TDS DI DOMENICA 19 NOVEMBRE
PISAMARATHON: A 40 GIORNI, SUPERATA QUOTA 2000 ISCRITTI
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli