MEUCCI A UN SECONDO DALLA VITTORIA A BARCELLONA

Secondo posto di Daniele Meucci (Esercito) nella Mitja Marató de Barcelona. Il campione europeo sulle strade della capitale catalana ha corso in 1h02:55 mancando la vittoria – conquistata dal keniano Vincent Kipruto – per un solo secondo. In una gara condizionata da un vento forte ed incessante, l’ingegnere pisano percorre i primi 10 chilometri in 29:08, restando sempre nel gruppo di testa. Con l’abbandono delle lepri, intorno al 15° chilometro, il ritmo cala bruscamente: Meucci prende l’iniziativa e prova in un paio di occasioni ad andare in fuga, frenato però dal muro di vento. La gara si risolve così in volata, con l’azzurro superato nei metri finali solo da Kipruto, argento ai Mondiali di Daegu e nel 2015 capace di correre la mezza distanza in 1h00:19. Il terzo posto, oggi, va ad Abdi Fufa in 1h02:57. “Sono soddisfatto – dice l’oro di Zurigo dopo il traguardo – soprattutto per come ho saputo gestirmi e per le sensazioni in gara. Peccato che quando si sono fermate le lepri nessuno abbia tirato, io ho preso l’iniziativa ma il vento era davvero forte e fastidioso”. I 21,097 chilometri più veloci corsi da Meucci sono quelli di New York nel 2013, quando fermò i cronometri a 1h01:05. Tra le donne non ha rivali la primatista mondiale Florence Kiplagat: sullo stesso percorso lo scorso anno portò il limite mondiale a 1h05:09 (mentre nel 2014 corse in 1h05:12), oggi deve accontentarsi di 1h09:19 (32:40 ai 10km). Seconda è la svedese Isabellah Andersson in 1h10:50, terza il bronzo di Zurigo Jessica Augusto in 1h10:58. L’altra portacolori dell’Esercito, Laila Soufyane, è settima in 1h13:01.

Lascia un commento

Freelifenergy
Il recupero e la regola delle 4 R
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
#pastaparty
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!