ATLETICA E MARATONE: E SE RIPARTISSIMO DA ZERO? TU L’HAI MAI FATTO?

di Cesare Monetti

Non lo dico io. Lo dice la federazione di atletica britannica che settimana scorsa ha emanato un ‘Manifesto dello Sport Pulito’ dove in pratica fa un decalogo su ciò che si dovrebbe fare per annullare il problema doping nel nostro sport. Un problema assai grave e che nel 2015 a livello sia mondiale che italiano ha riservato tante tante brutte sorprese. Un problema ovviamente non ancora risolto.

In questo ‘manifesto’ tra i vari punti, oltre alla richiesta di inasprimento delle squalifiche per doping fino a 8 anni e una maggiore trasparenza degli esami antidoping effettuati tramite la pubblicazione di un apposito, c’è anche quello di un ‘Azzeramento e cancellazione di tutti i primati mondiali’ con la conseguenza immediata di ripartire e di riscrivere tutto da zero.

Giusto cancellare e ricominciare oppure più corretto gara per gara, record per record, trovare e riesaminare i controlli antidoping fatti e capire meglio se un atleta fosse dopato? si salvaguarderebbe chi ha gareggiato e fatto un record da pulito che invece sarebbe immischiato in un calderone non suo e accusato, seppur indirettamente, di doping, mentre quasi assolverebbe chi gareggiò e fece il record da dopato tanto…l’hanno fatto tutti.

Quale la soluzione migliore? La prima è in apparenza la più veloce, per la seconda ipotesi ci vorrebbero anni di studi e ricerche, ma la prima porterebbe senz’altro a tanti ricorsi, anche legali, da parte degli atleti che si autogiudicano puliti. Uno, anzi due, su tutti hanno già alzato la voce. In primis sua maestà Usain Bolt che si vedrebbe cancellati i suoi record sui 100 e 200metri e poi la reginetta d’Inghilterra Paula Radcliffe che detiene il primato mondiale femminile in maratona con 2h15′ che sembra inavvicinabile.

Quindi una provocazione forte, che non consentirebbe più di distinguere tra chi è pulito e chi no, però forse necessari, certi primati sono lì da decenni, inattaccabili e inarrivabili, pieni di falsità e di dubbi.

Quale la soluzione migliore? Giusto annullare i record mondiali della maratona?

E voi, nella vostra vita sportiva, avete mai azzerato i vostri record e siete ripartiti? Non tanto per il doping…ma magari prima avevate 25 anni e avete fatto un primato, ora ne avete 50 e non sarà mai piùraggiungibile quel record personale. magari facevate un lavoro che vi permetteva 2 allenamenti al giorno, ora ne fate 3 alla settimana. E’ giusto ricominciare da zero?

 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SPORTWAY LAGO MAGGIORE MARATHON: ATTENZIONE AL CAMBIO QUOTA!
CONTO ALLA ROVESCIA PER LA 2a EDIZIONE DELICIOUS TRAIL DOLOMITI
Sarà Huawei il nuovo title sponsor della Venicemarathon
Abbigliamento Accessori Calzature
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL
LA TECNOLOGIA VIBRAM AI PIEDI DEL BIANCO