Runners attenzione alle contratture! Ecco alcuni consigli sul come riconoscerle

Una massiccia quantità di noi runners soffre di contratture, molto spesso senza dar loro il giusto peso.

La contrattura è un meccanismo di difesa innescato da un eccessivo sovraccarico che porta il muscolo a contrarsi insistentemente, provocando dolore, gonfiore localizzato e limitazioni ai movimenti.

Senza titoloMolto comuni le contratture ai polpacci, molto dolorose e limitanti anche solo nel salire le scale o sul tram. La vita frenetica di tutti i giorni, gli allenamenti che non si vorrebbero perdere, nonostante qualche sofferenza, ed ecco che si arriva ad un punto in cui, oltre a non riuscire più ad allenarsi, non si riesce quasi ad alzarsi dal letto la mattina per “correre” a lavoro.

Il nostro corpo ha più di 600 muscoli, si riesce ad immaginare tutti questi muscoli nel nostro corpo??? Penso sia impossibile per chiunque eppure siamo fatti di numerose fibre muscolari, tutte importanti e tutte che agiscono simultaneamente per ogni piccolo o grande movimento quotidiano. Ma quanto si coccolano i nostri muscoli? Quanto tempo si dedica allo stretching al fine di aiutarli nello sforzo che andremo a richiedere nel corso di un allenamento o addirittura nel corso di una gara? Quanto li si massaggia al fine di avere un recupero più veloce e conseguenze meno dolorose?

 

 

Di seguito un piccolo vademecum che sarà sicuramente di aiuto. Esistono almeno dieci sintomi di un sovrallenamento e sono:

Ø  stanchezza cronica

Ø  depressioni ed alterazioni dell’umore

contrattureØ  incapacità di raggiungere il pompaggio muscolare

Ø  dolori tendinei e articolari

Ø  inappetenza

Ø  calo delle motivazioni ed insofferenza verso l’allenamento

Ø  calo del peso corporeo

Ø  accelerazione del battito cardiaco a riposo

Ø  insonnia

Ø  problemi gastroenterici

Nel caso abbiate riscontrato almeno 3 di questi sintomi, un consiglio, rallentate l’attività sportiva riposando una settimana e aumentate il consumo di vitamine (frutta e verdura) e carboidrati semplici.

Nel caso in cui soprattutto i sintomi dolorosi a tendini, articolazioni o muscoli proseguissero, la cosa migliore è rivolgersi a dei professionisti per una valutazione e un recupero associato a terapie strumentali e manuali come, ad esempio, sedute di massoterapia decontratturante. Un buon massaggio sicuramente ha immediati benefici antalgici e aiuterà a recuperare più velocemente la forma fisica ottimale.

Gli ultimi consigli, cari runners, sono questi:

  • sempre un adeguato riscaldamento
  • concedetevi i giusti tempi di recupero e di rigenerazione
  • affidatevi a personale qualificato, inserendo un trattamento decontratturante almeno due volte al mese, soprattutto dopo allenamenti intensi o gare
  • cercate di correggere eventuali squilibri muscolo-articolari e scegliete sempre scarpe adatte

Valentina Pozzi

PER OGNI INFO: C.M.A. e Benessere
FISIOTERAPIA-MASSOTERAPIA
OSTEOPATIA-TECARTERAPIA-FISIATRIA
Via Ponte Seveso 19, 20125 Milano
02.36536298 – 347.3218296
info@cmabenessere.it – www.cmabenessere.it

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ANNA E LA SUA MARATONA DI VENEZIA: 42K DA CORRERE CON IL SORRISO
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE