FIRENZE MARATHON NUMERO 32: E’ ANCORA UNA VOLTA LA CARICA DEI 10000

FirenzemarathonLogo1Venerdì apre il Marathon Expo, il programma completo di tre giorni di eventi. I Top Runners

Per il terzo anno consecutivo la Firenze Marathon ha superato la barriera dei 10mila iscritti. Per il quarto anno consecutivo e per la settima volta nella storia della manifestazione, inoltre, la manifestazione ha superato la barriera dei 9mila iscritti. Saranno infatti 10.040 gli iscritti all’edizione 2015 della maratona di Firenze. La manifestazione fiorentina che si correrà domenica per l’edizione numero 32 si conferma la seconda in Italia per numero di partecipanti e la curiosità ora è quella di vedere quanti saranno gli atleti che arriveranno al traguardo. Il record assoluto in questo senso era stato nell’edizione 2013 con 9296 atleti che conclusero la gara, mentre lo scorso anno erano stati 8716, secondo numero di sempre.
Il fascino della gara fiorentina si conferma quindi intramontabile.
Tra gli iscritti 1756 sono le donne, 2490 sono gli stranieri, tra cui 672 donne. I contingenti più rappresentati tra gli stranieri sono i francesi (585), gli inglesi (421) e i tedeschi (197).
Da sottolineare che quest’anno le condizioni meteo particolarmente favorevoli nella seconda metà di ottobre e per tutto il mese di novembre hanno contribuito a far si che pochissimi di coloro che avevano deciso di preparare altre maratone abbiano poi rinunciato e dirottato la propria partecipare verso la Firenze Marathon; infatti la barriera dei 9mila iscritti alla manifestazione fiorentina era stata già superara a fine ottobre. Statisticamente si evince quindi che la stragrande maggioranza degli iscritti ha programmato con convinzione da mesi la partecipazione alla Firenze Marathon 2015, e questo rende particolarmente orgogliosi gli organizzatori.
Un percorso ricco di storia e di fascino, un’accoglienza entusiastica dell’evento da parte della città e del pubblico, un’organizzazione collaudata che propone anche svariate possibilità di divertimento per tutti, sia podisti che accompagnatori, anche nei giorni precedenti l’evento: questi i principali ingredienti che fanno della maratona di Firenze un punto fermo di riferimento, e lo conferma il numero delle adesioni. Tutto pronto quindi per il colpo di pistola, domenica alle 9.15 (salvo diverse esigenze televisive e logistiche) da lungarno della Zecca Vecchia/Lungarno Pecori Giraldi per un tracciato che è una sorta di anello con arrivo in Piazza Santa Croce dopo aver lasciato i viali, il parco delle Cascine, aver lambito il Ponte Vecchio, attraversato il Campo di Marte per poi nella parte finale toccare tutti i principali e suggestivi monumenti di Firenze. L’evento sarà preceduto da due giorni di attività collaterali collegate al Marathon Expo, in quella che è praticamente l’unica grande mostra a tema sportivo della città di Firenze.
La manifestazione ha avuto oggi la sua presentazione presso lo stadio di atletica Luigi Ridolfi a Firenze, sede del Comitato regionale toscano della Fidal ma anche esempio tangibile dei benefici collaterali derivati dalla maratona di Firenze: la nuova pista di atletica i cui lavori sono terminati lo scorso settembre finanziati da Firenze Marathon col contributo della Regione Toscana.

Erano presenti oltre al “padrone di casa” Alessio Piscini, presidente del Comitato regionale toscano della Fidal e al il presidente di Firenze Marathon Giancarlo Romiti, l’assessore allo sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci, il delegato provinciale del Coni e presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, il direttore tecnico di Firenze Marathon Fulvio Massini.
La maratona in questo momento è una delle principali risorse dell’atletica italiana, come si è visto dai risultati dei recenti Mondiali di Pechino”, ha detto Piscini. “La Firenze Marathon – la considerazione dell’assessore Vannucci – è, numeri alla mano, la più importante manifestazione d’Europa tra le città non capitali. Siamo pronti, e ringraziamo tutti gli organi preposti, per ospitarla nel migliore dei modi, in un clima di festa e limitando i disagi al minimo possibile per quanti devono per forza di cosa muoversi quel giorno e che non hanno nulla a che fare con l’evento maratona”, mentre Eugenio Giani ha annunciato che “la Firenze Marathon sarà il primo evento della serie degli eventi che celebrano la Festa della Toscana”.
IMG_9623[7]

I TOP RUNNERS

Poi ha preso la parola il direttore tecnico Fulvio Massini che ha presentato i principali protagonisti in gara. “La gara femminile – ha spiegato – potrebbe essere la più spettacolare e interessante di sempre dal punto di vista tecnico”. Il cast di top atleti è vasto con Kenya, Marocco, Eritrea, Etiopia, Ruanda, Bielorussia, Norvegia e Italia soprattutto al femminile grazie all’azzurra Emma Quaglia, che proverà a correre sul ritmo del minimo per partecipare alle Olimpiadi, e alla veneziana Giovanna Epis, che farà proprio a Firenze il debutto sulla distanza avendola preferita alla maratona di Valencia. Da brividi i personali su pista per Priscah Jepleting Cherono, keniana classe 1980, che sceglie Firenze per il debutto sulla distanza regina, con un grande 1h08’35” sulla mezza maratona. Jane Moraa Onyangi atleta keniana nata nel 1981 anche lei debuttante sulla distanza regina. 1h10’27” la sua migliore mezza maratona datata 2013, mentre quest’anno ha corso e vinto a Venlo in Olanda in 1h10’41”. Lydia Ruto Jerotich, keniana classe 1984, vanta un prestigioso 2h28.22 fatto a Seul nel marzo 2013 e annunciata in grande condizione di forma. Nel 2014 ha vinto la maratona di Kosice in 2h28’48” e quella di Linz in2h34’19” mentre a gennaio ha corso la maratona di Marrakesh in 2h33’59” piazzandosi sesta nonostante un infortunio occorsole durante la gara.

In campo maschile
I keniani in gara sono di primissimo livello, alcuni dei quali appartengono al manager Gerard Van De Veen, uno dei procuratori più importanti del mondo nella cui scuderia c’è anche Geoffrey Mutai, uno dei maratoneti più forti della storia.

Migliore italiano in gara sulla carta sarà Giovanni Grano: classe 1990, a fine aprile di quest’anno alla maratona di Amburgo ha migliorato il suo primato personale portandolo a 2h17’24”. Col pettorale n. 1 partirà il keniano John Kipkorir Komen già vincitore alla maratona di Venezia con 2h08’13 e un 4° posto a Torino con 2h10’25”. Pettorale numero 2 al keniano Titus Kwemoi Masai, un primato personale di 2h11’16” fatto alla Maratona di Torino lo scorso anno. Pettorale n. 3 a Tujuba Beyu Megersa, etiope nato nel 1987 dal grandissimo valore sulla half marathon con un personale di 59’43” fatto in Francia nel 2011 anno in cui vinse anche la Roma-Ostia. E’ al debutto sulla distanza di maratona dove ovviamente visto il suo prestigioso curriculum non lo si può che considerare trai favoriti. Origini marocchine ma passaporto italiano per Ahmed Nasef, classe 1975 che partirà con il pettorale numero 8. Ahmed ha fatto la sua miglior maratona nel 2012 in Cina con 2h10’59” ed ha corso a Venezia un mese fa in 2h18’41”. Attenzione anche a Charles Cheruyiot keniano, avrà il compito di lepre, di dettare il ritmo, ma con licenza di poter continuare fino al traguardo e non sono escluse sorprese. Anche il norvegese Sondre Nordstad Moen, atleta del 1991, corre per fare il minimo olimpico.

Saranno oltre 2300 i volontari lungo il percorso (un rapporto che sfiora l’uno per ogni quattro partecipanti), un centinaio i pace-maker che scandiranno i ritmi gara e oltre 2000 i ragazzi e gli adulti che parteciperanno anche alla Ginky Family Run, la passeggiata benefica di un chilometro e mezzo per ragazzi e genitori, che parte (alle 9.45) e arriva in Piazza Santa Croce.

Saranno 36 gli uomini e le donne marcatempo, i pace-maker, messi a disposizione dall’organizzazione e segnatamente da Training Consultant suddivisi in 9 fasce di andature che accompagneranno quanti vorranno al traguardo al tempo prescelto, dalle 3 ore alle 5 ore.
Il tempo massimo per concludere la gara è sei ore.
Previsto l’Enervit Point, al 30° chilometro, previsti tre ristori per celiaci, a cura dell’associazione italiana celiachia: al 20° km, al 30° kme all’arrivo.

Quest’anno inoltre (dopo un anno di pausa per motivi tecnici) torna, per la settima edizione, anche la , “MarathonAbile”, la gara per diversamente abili in carrozzina con le handbike, comunemente definite cicloni, organizzata da Firenze Marathon e dal Gruppo Sportivo Unità spinale Onlus di Firenze in collaborazione con il Comune di Firenze. Si gareggia sullo stesso percorso della maratona, con la partenza anticipata di una ventina di minuti rispetto allo start della stessa maratona.

I RIFERIMENTI
Lo scorso anno in campo maschile vinse il keniano Asbel Kipsang in 2h 09’55” mentre il record della gara maschile è del keniano James Kutto, che chiuse in 2h 08’40” nell’edizione 2006.
Lo scorso anno vinse la gara femminile l’etiope Bizuayehu Gebireyes Ehite in 2h 31’28” mentre il record della gara donne è della slovena Helena Javornik: 2h 28’15” nell’edizione 2002.

L’anno scorso arrivarono al traguardo complessivamente 8716 atleti.

I PERSONAGGI IN GARA

Tra gli iscritti alla Firenze Marathon 2015 c’è Massimiliano Morelli, nativo e residente a Fucecchio, supermaratoneta toscano e primo nella provincia di Firenze per numero di maratone fatte. Annovera 410 gare concluse entro il tempo massimo tra maratone ed ultramaratone, con uno score che nello specifico conta 300 maratone e 110 ultramaratone certificate; è tra i primi venti in Italia nella classifica delle presenze, terzo atleta toscano in questa speciale classifica dietro i “mitici” Gianfranco Toschi e Mario Ferri, che hanno oltre 500 gare lunghe concluse. Festeggia il 48esimo compleanno proprio venerdì 27 novembre, all’antivigilia della maratona. Quella dell’edizione 2015 è la sua 15esima Firenze Marathon che si accinge a correre, la terza consecutiva e cade a distanza di 30 anni dalla sua prima partecipazione alla Firenze Marathon, corsa per la prima volta a 18 anni nel 1985.

Di particolare rilievo per la città di Firenze è quella che sarà la maratona numero 100 di Bruno Guidantoni portacolori della Società Canottieri Firenze di cui è stato anche consigliere e revisore dei conti, 67 anni compiuti lo scorso giugno. Guidantoni ha cominciato a correre con metodo e sistematicità a 39 anni nel 1987. L’anno successivo ha fatto la sua prima maratona a Firenze. Dal 1988 fino ad ora ha continuato a correre e tutti gli anni, senza pause, ed è riuscito a correre almeno una maratona l’anno.

Nel 2009 ho corso il suo numero massimo di maratone e ultramaratone, esattamente 4 maratone e 3 ultramaratone.

Il suo miglior tempo nella maratona è stato a Firenze nel lontano 1996 in 3:06’40”, mentre nella 100 km a Seregno nel 2009 ha impiegato 9 ore 57 minuti e 21 secondi. Correre per lui è una gioia, una liberazione della mente, una pulizia mentale che serve molto al corpo ma moltissimo allo spirito. La sua gioia sarà festeggiare questo momento con gli amici, con i quali ha trascorso vari momenti di “sano sudore” e sentirne tutta la vicinanza e l’affetto. Ecco perché sarà accolto nei pressi dell’arrivo da una nutrita delegazione della società di canottaggio di Firenze.
#KEEPYOURMINDRUNNING, DI CORSA CONTRO LA DISABILITA’ MENTALE

La Firenze Marathon del prossimo 29 novembre una volta di più coglie l’occasione per mandare un segnale all’insegna della beneficienza e dell’aspetto sociale. L’organizzazione ha infatti accettato con piacere la proposta di aderire al progetto #KeepYourMindRunning. Il progetto, nato da un incontro tra l’Associazione Laura Saiani Consolati Onlus e Rosa&Associati, vede come protagonisti 18 utenti (di età diverse, da classe ’94 a classe ’50) del Centro Psico Sociale (CPS) di Via Romiglia, dipartimento di Salute Mentale degli Spedali Civili di Brescia, più quattro operatori del CPS che si allenano e gareggiano con loro, e tre preparatori del Marathon Center di Brescia. Il gruppo ha lavorato per partecipare con alcuni alla Verona Marathon del 15 novembre 2015 sulle distanze di 10 km e 21 km mentre cinque utenti e altrettanti accompagnatori saranno alla Firenze Marathon 2015 sulla distanza ufficiale di 42 km e 195 metri. Una sfida nella sfida anche per gli stessi accompagnatori, oltre che per i ragazzi. Il gruppo degli operatori e degli utenti del CPS di via Romiglia a Brescia partirà prima del via ufficiale della maratona, insieme ai Maratonabili, gli amici che, come accade ogni anno, spingeranno in carrozzina gli atleti diversamente abili non in condizione di procedere per proprio conto. Tra l’altro a questo proposito si registra l’ennesimo successo dell’iniziativa perché i Maratonabili hanno già aderito in massa e saranno al via in circa cento unità.

 

IMG_9663[5]

NON SOLO MARATONA

Per la città di Firenze sarà una settimana all’insegna del podismo e dell’atletica, con il fulcro centrale di tre giorni, dal 27 al 29 novembre, ricchissimi di eventi. Questi i principali eventi collaterali della maratona fiorentina: lGinky Family Run (per la quale si prevedono circa 2.000 partecipanti, altro evento con risvolto benefico) è la corsa per le vie del centro storico di Firenze che si corre il giorno stesso della maratona. Partenza (alle 9.45) e arrivo sono in piazza Santa Croce, dove arriva anche la maratona. Dopo il successo degli ultimi anni, nella giornata di venerdì 27 novembre presso lo stadio Ridolfi di Firenze al Campo di Marte, si svolgerà la quinta edizione della manifestazione “I più veloci, più forti e più resistenti di Firenze, Trofeo Conad”. Si tratta della manifestazione di atletica leggera riservata a bambini e ragazzi delle scuole fiorentine che si misureranno in gare di sprint, mezzofondo e lanci. Si rinnova l’appuntamento anche con la staffetta su pista 30x1chilometro che si svolgerà sabato 28 novembre proprio alla vigilia della maratona, con inizio alle ore 10 presso il rinnovato stadio di atletica Luigi Ridolfi, attiguo alla sede del Marathon Expo, evento dedicato a Mauro Pieroni. Per queste iniziative è stretta la collaborazione con l’Atletica Firenze Marathon, che ha sede principale proprio allo stadio Luigi Ridolfi.

IL MARATHON EXPO
Venerdì aprirà anche il Marathon Expo allestito sempre presso il complesso sportivo Generale Barbasetti di Prun, attiguo allo stadio Ridolfi, con ingresso in viale Malta 10. Il Marathon Expo è tappa obbligata per tutti gli iscritti, che devono ritirare il pettorale e il pacco gara. Sarà aperto il venerdì e il sabato precedenti la gara con orario 9-20. Il ritiro del pettorale naturalmente rappresenta occasione per la visita accompagnati da amici e familiari. Ecco perché è prevista un’affluenza di circa 30mila persone, statisticamente suddivisa in 30% dei visitatori il venerdì, il restante 70% il sabato. L’Expo è una vera e propria cittadella dello sport, di fatto l’unica fiera “sportiva” di Firenze. L’ingresso è gratuito, l’orario continuato, c’è anche un servizio catering di alto livello che soddisfa le esigenze di tutti, dalla colazione alla cena. Al Marathon Expo è possibile trovare le più rinomate aziende e organizzazioni del settore, testare le ultime novità tecniche ed editoriali, incontrare i top runner, partecipare ad attività interattive, avere aggiornamenti su alcuni dei principali eventi podistici in Italia e all’estero. Settantuno saranno gli stand dei vari espositori.
Novità di quest’anno è l’outlet Firenze Marathon, all’interno del padiglione riservato ad Asics, dove i visitatori potranno in esclusiva poter acquisire indumenti e oggettistica Asics “griffati Firenze Marathon” e avranno la possibilità di poter personalizzare con una scritta originale o un disegno la maglia tecnica Asics da allenamento che viene consegnata a tutti gli iscritti insieme al pettorale di gara.

E ancora: ci sarà la possibilità di iscriversi a soli 33 euro per l’edizione 2015 della Firenze Marathon, che sarà appunto la 33esima, tariffa super scontata che sarà valida solo per i due giorni dell’Expo.
Inoltre al Marathon Expo si potrà effettuare l’iscrizione e ritirare la maglia apposita della Ginky Family Run,
Nello stand della rivista “Runners e benessere” si potrà partecipare al concorso “Indovina quanti saranno i classificati alla Firenze Marathon 2015”, partecipazione gratuita e premi importanti per coloro che si avvicineranno di più. Infine durante entrambi i giorni di apertura dell’Expo sarà possibile usufruire di un servizio massaggi gratuito a cura di Celadrin.

I CONVEGNI DIDATTICI AL MARATHON EXPO
Tra i vari appuntamenti didattici al Marathon Expo da sottolineare la tavola rotonda di sabato 28 dalle 10.30 presso palco centrale dal tema: “Il muro del 30esimo chilometro, cos’è, come prevenirlo”. Interverranno tra gli altri Fabrizio Angelini, endocrinologo e nutrizionista dello sport, presidente della Sinseb, società italiana nutrizione sport e benessere, Luca Gatteschi, medico sportivo e podista, campione del mondo di calcio a Berlino 2006, Stefano Baldini, campione olimpico di maratona, Elena Casiraghi di Enervit, Silvia Schiapparoli di Garmin, Giorgio Garello di Asics, moderatore :Marco Marchei, direttore di Runners World.
Alle 14 il convegno: “La maratona dà i numeri” presentazione e commento di dati statistici a cura di TDS Timing Data Service. Interverranno Fausto Narducci della Gazzetta dello Sport, Marco Marchei direttore di Runner’s World, Fulvio Massini, Alessio Basso di Timing Data Service, Davide Mauri di Solid Q e Mattia De Rosa di Microsoft.

Più di uno saranno anche gli appuntamenti per la visualizzazione animata del percorso e i miniconvegni dal titolo: “Migliorare la qualità della tua corsa si può!” a cura di Giorgio Garello tecnico Asics.

IL METEO

Secondo i dati disponibili al momento, il meteo per il giorno della gara dovrebbe presentare una giornata con assenza di pioggia e temperature rigide, tra i 2 e i 12 gradi tra le 7 del mattino e le 14. (fonte: Meteo.it)

TV e Radio

Una sintesi differita della maratona e dei principali eventi collaterali si potrà vedere domenica su RaiSport 2 dalle 19.30 alle 20.20 con replica anche nei giorni successivi secondo la programmazione di RaiSport 2 e Rai Sport 1.
Toscana Tv
riproporrà due puntate speciali di “Runners, Atletica e podismo in Toscana” tutte dedicate alla Firenze Marathon giovedì 3 dicembre e giovedì 10 dicembre, con inizio alle 22.25 circa, replica alle 11 del sabato e della domenica successiva sul canale 194 e riproposizione dal venerdì successivo alla messa in onda su www.runners.it.
Lady Radio, ascoltabile anche attraverso la App sul telefonino, seguirà la gara in diretta con particolare attenzione anche alle note di viabilità. 

LA MARATONA IN DIRETTA

Le emozioni della Firenze Marathon, compresa la gara, potranno essere seguiti in diretta su Facebook sulla fan page dell’evento (si può cercare scrivendo: Firenze Marathon) che sfiora le 18.000 adesioni. Tutte le news sulla maratona sono pubblicate anche via Twitter: @FirenzeMarathon, che conta oltre 2300 followers. C’è anche il profilo Instagram firenzemarathon. Tutte le news in tempo reale sul sito internet ufficiale www.firenzemarathon.it .

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Eyob Faniel correrà la 32^ Huawei Venicemarathon!
L’ultramaratoneta Luisa Zecchino investita mentre si allena. E’ grave.
Svelato percorso e maglia nuova della EA7 ARMANI MILANO MARATHON 2018
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE