CORRI LA VITA A CITO E ALLA MUGNO

Oltre trentacinquemila persone, la maggior parte con indosso le magliette fucsia ufficiali firmate come sempre da Salvatore Ferragamo, hanno invaso le strade di Firenze per partecipare alla 13esima edizione di Corri La Vita, la corsa podistica organizzata dalla Lilt, Lega italiana per la lotta ai tumori, con organizzazione tecnica a cura di Firenze Marathon. Due i percorsi, quello di circa 5 e quello di 12 km. Tra i presenti per partenza e premiazioni il sindaco Dario Nardella, l’assessore allo sport Andrea Vannucci, il delegato provinciale del Coni e consigliere regionale Eugenio Giani. La partenza è stata da Piazza Duomo a Firenze, l’arrivo in piazza della Signoria dove sono avvenute anche le premiazioni.
12006566_1001311349920782_8780645542530330791_oPrimo al traguardo è stato Maurizio Cito, atleta, già protagonista in passato della Notturna di San Giovanni oltre che vincitore del Gran Prix Fidal Toscana di corsa campestre e allenatore tra gli altri del campione europeo juniores delle siepi Yohannes Chiappinelli. Tra le donne la prima è stata Anna Laura Mugno.

Una gallery fotografica a cura di Andrea Renai per conto dello staff dell’ufficio stampa di Firenze Marathon, liberamente riproducibile, è visibile sul gruppo Facebook di Firenze Marathon a questo link: https://www.facebook.com/FIRENZE-MARATHON-173864229332169/timeline/

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
E’ record italiano sui 5km per Sara Dossena
Doping: Sonia e Valentina, 2 ragazzine sospese per doping. Un caso per un metabolita della Cocaina!
Valeria Straneo e Peter Ndorobo i campioni della 12^ Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon
Freelifenergy
La tua maratona: i consigli di Freelifenergy per gestirla al meglio.
Marathon des Sables è più semplice con i consigli di Freelifenergy
Freelifenergy ti invita per sabato 12 al Meeting MDS 2019
#pastaparty
2^ parte, l’Approfondimento sulla Terre di Siena Ultramarathon 2019.
Su Canale 3, l’Approfondimento sulla Terre di Siena Ultramarathon 2019. 1^ parte
A #pastaparty si parla di Vibram e Five fingers