DEBORAH TONIOLO E DANILO GOFFI: DA MONZA A BERLINO PER UN NUOVO PB

Lepre e atleta come Alice nel Paese delle Meraviglie e i Bianconiglio: un nuovo connubio sportivo in azione alla Maratona di Berlino del 27 settembre p.v. all’inseguimento del nuovo personale dell’azzurra vicentina, oro a squadre agli scorsi Europei di Zurigo.

Danilo-GoffiLei, seppur velatamente, lo aveva dato ad intendere.
Lui, più sornione, aveva invece fatto finta di niente.
E adesso, a due giorni dalla Mezza di Monza e a poco più di due settimane dal grande evento, i due escono allo scoperto. A chi alludiamo? A due top runner dell’atletica azzurra, Deborah Toniolo – oro a squadre in maratona ai Campionati Europei di Zurigo 2014, e Danilo Goffi – Campione Italiano di maratona nello stesso anno.

Tranquilli, nessun gossip e nemmeno pettegolezzo: saranno semplicemente la nuova strana coppia dei 42km alla Maratona di Berlino del prossimo 27 settembre. Lei, atleta alla ricerca del pb sulla distanza – al momento vanta 2:28’31” corso a Treviso nel 2006. Lui, per la prima volta nell’insolito ruolo di lepre. Un po’ come Alice nel paese delle meraviglie e il Bianconiglio.

Del resto, l’azzurra portacolori del G.S. Forestale ricorda la protagonista del romanzo fantastico di Lewis Carroll.
Entrambe bionde, con un sorriso disarmante e sempre pronte ad affrontare qualsiasi cosa pur di raggiungere il loro obiettivo; ed entrambe per caso ritrovatesi nel loro rispettivo meraviglioso mondo. Se Alice si è misteriosamente svegliata in una realtà sotterranea, iniziando così il suo percorso in una bizzarra tana di coniglio arredata con tazze, scaffali e cartine geografiche, Deborah ha partecipato alla sua prima maratona vincendo un viaggio premio alla Fiera del Fitness: correva l’anno 2003 quando chiuse i suoi primi 42km nella Grande Mela in un tranquillo 2:45’08” -19.a assoluta.

Allo stesso tempo, in virtù del nuovo incarico in cui si cimenta per la prima volta in carriera, Danilo non può non ricordare il Bianconiglio. Come lui, l’alfiere del Monza Marathon Team ha sempre l’orologio in mano – o il garmin al polso: è una continua lotta contro il tempo, ancor più domenica quando ci auguriamo che il classico “è tardi, è tardi!” sia il motore per centrare il risultato. Come il suo alter ego, il fresco vincitore della categoria Master alla Maratona di Boston sarà la guida per Deborah alla ricerca del nuovo crono in terra tedesca.

tonioloAlice e il Bianconiglio – o Deborah e Danilo, come preferite voi-, saranno insieme a lottare contro il cronometro e gli imprevisti della Maratona di Berlino: la Regina di Cuori e i suoi araldi – l’Africa e le forti atlete keniane ed etiopi al via; lo Stregatto che appare e scompare – i fantasmi mentali che possono spuntare in qualsiasi momento lungo i 42km, ma contro i quali i due campionissimi sanno cosa fare.

“Il mio pb ha ormai qualche annetto, è il momento di svecchiarlo un po’!”, ci spiega Deborah Toniolo a poche ore dalla Mezza di Monza. Molto determinata e motivata, l’azzurra si è preparata per questo appuntamento inizialmente al Sestriere, per spostarsi poi a St. Moritz per quattro settimane di allenamenti intensi sotto la guida di Giovanni Ruggiero, il marito-allenatore…e gli occhi della loro piccola Giorgia; poi rifinitura finale a casa, a Piovene, per testare infine la gamba alla Mezza Maratona di Monza. “La gara nel Parco Reale sarà un allenamento un po’ tirato propedeutico a Berlino. Ormai mancano solo tre settimane e il lavoro grosso è già stato fatto. So di stare bene e di essere in una condizione che non ricordo di aver mai avuto, quindi me la voglio proprio giocare al meglio!”

Incarico da non sottovalutare, ma molto stimolante, per Danilo Goffi. “D’accordo con Silvio Omodeo, il mio allenatore, sto preparandomi su ritmi che dovrò tenere in gara, abituando così il mio fisico alle andature di Deborah. Ho fatto dei lunghi – e domenica a Monza correrò con lei la 21K a ritmo Berlino, dove, a differenza di Debby che ci correrà per la prima volta, io ho già gareggiato: quinto in 2:10’35” nel 2000. Non ho mai provato a fare la lepre, ma la cosa mi piace. Non sarà facile, ma abbiamo un obiettivo per il quale serve concentrazione fin dalla partenza: tenendolo bene a mente, ogni preoccupazione passa. Eppoi, mica posso deludere un’amica come Deborah!”

“È vero, non ho mai corso a Berlino”, riprende la Toniolo, “ma sono contenta di questa scelta influenzata dal calendario – i 42km a fine settembre erano in programma da un po’, e questa gara arriva al momento giusto. L’idea di gareggiare ad una Marathon Major, con una organizzazione tedesca e 42km di pubblico, poi, mi entusiasma. E infine, sarà banale, ma…perché rinunciare a un percorso completamente piatto come questo?” E, a completare un quadro così promettente, la scelta della lepre ricaduta su Danilo: “è un amico, mi conosce e mi fido della sua esperienza da maratoneta. Del resto lo faccio per lui: non vorrei si rilassasse troppo prima della sua corsa del 3 ottobre! Imposteremo subito un ritmo regolare indipendentemente da come si svolgerà la gara davanti; e, guardandoci, ci sintonizzeremo su come continuare insieme. Sono serena, ho una sola grande preoccupazione: spero che non mi faccia ridere in gara, perché vorrei sì sorridere tanto con lui e Giovanni, ma dopo il traguardo!”

…e poi continuare i festeggiamenti anche il 3 ottobre alla CORRIconDANILO. Magari invitando anche il Cappellaio Matto come maestro di cerimonie…

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
MWT, sistema tracker Gps per gli atleti del Trail 114 km
HOKA ONE ONE E’ IL NUOVO SPONSOR TECNICO DELLA PISA MARATHON FIRMATO UN ACCORDO BIENNALE
CURIOSO DI SCOPRIRE TUTTI I RISULTATI DELLE GARE TDS? ECCOLI!!!
Abbigliamento Accessori Calzature
Scopri La Maglia Tecnica Ufficiale della 32^ Venicemarathon
ASICS lancia la GEL-FujiRado
ASICS RoadHawk FF™: LA NUOVA SCARPA ASICS UNISCE TECNOLOGIA ED ELEGANZA