La Karhu con Franco Arese al fianco di Treviso Marathon

La storica società finlandese sarà sponsor tecnico dell’edizione 2016
4c503031-0ea8-4346-8d98-b06de993e5e3Un nuovo percorso e, per la prima volta, la Treviso Half Marathon. Ma anche un nuovo sponsor tecnico, che ha deciso di sposare il progetto Treviso Marathon. L’edizione in programma domenica 6 marzo 2016 vedrà al fianco di Maratona di Treviso Karhu, la storica società finlandese nata 100 anni fa. Al motto “Dal 1916 insieme ai grandi campioni…dal 2016 al fianco della Treviso Marathon – 100 anni di passione per il running” è nata questa nuova partnership. Un’occasione per il marchio di rilanciarsi legandosi alla maratona trevigiana, proprio nell’anno in cui partenza e arrivo saranno a Conegliano. A raccontare come è nato l’accordo grazie al quale ci sarà, in primis, la fornitura della maglietta tecnica di gara, è Franco Arese. Chairman di Karhu International, il piemontese è noto a tutti nel mondo podistico, non solo per la medaglia d’oro conquistata agli Europei di Helsinki nel 1971 nei 1500, ma anche per il “dopo”, come presidente della Fidal nazionale e di Asics Italia.
“Conosco Aldo Zanetti (amministratore unico di Maratona di Treviso Scarl, ndr) da anni, so come lavora e conosco la serietà e la professionalità dello staff che guida nell’organizzazione di eventi podistici sempre di primissima qualità – commenta Arese – come marchio vogliamo rilanciarci nel mondo e in Italia e la Treviso Marathon, maratona importante, ci è sembrata un’opportunità per l’inizio di una collaborazione in cui crediamo, anche perché l’area trevigiana ci interessa commercialmente”. Karhu, nella sua centenaria storia, ha realizzato capi sportivi e scarpe da running indossati da grandi campioni finlandesi, come Paavo Nurmi che tra il 1920 e il 1928 vinse 9 medaglie ai Giochi Olimpici. “Karhu ha avuto, in tempi meno lontani, grande splendore negli anni ’70 – dice Arese – noi vogliamo rilanciare questa azienda, certo, non è facile, la concorrenza è molta, ma ritengo che lavorando bene e seriamente ci sia la possibilità per emergere”. Con l’edizione 1.3, per la prima volta in 13 anni, la Treviso Marathon non arriverà a Treviso, nel capoluogo, ma si svolgerà Conegliano su Conegliano, seguendo la promessa di una maratona itinerante nella provincia di Treviso, rilanciata due anni fa con il primo cambio di percorso dopo 10 anni, dal nuovo comitato organizzatore guidato da Lodovico Giustiniani. “Cambiare ogni tanto fa bene, come è giusto valorizzare diverse località – aggiunge Arese – un nuovo percorso è una scelta interessante, anche per non fossilizzarsi sempre sulle stesse cose. Inoltre per i podisti la possibilità di correre in una città nuova, lungo un tracciato nuovo, può essere uno stimolo in più”. Treviso Marathon e Karhu procederanno così a braccetto, per sviluppare una collaborazione più intensa. “Quello che ci ha fatto decidere velocemente per questa collaborazione è stata anche l’offerta oltre i classici 42,195 km, ovvero tutte le manifestazioni collaterali che permettono alle persone di correre e camminare anche se non sono allenate per distanze così lunghe – conclude – la maratona è l’epicentro di altri eventi che hanno l’obiettivo di far muovere la gente. E quando vedo le persone correre e camminare sono sempre contento”.
È dunque partito il countdown per il grande evento che si terrà nella Città del Cima, tra vino e arte, lungo l’hinterland coneglianese, in un percorso che grazie alla coincidenza tra partenza e arrivo, permetterà la promozione in categoria A, che significa omologazione A dei record e per le qualificazioni olimpiche e mondiali. Un motivo in più per esserci.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
32^ Huawei Venicemarathon da record!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE