I TRE PERCORSI

Fervono i preparativi per la decima edizione dellaStraLugano, la grande gara podistica in programma per il weekend del 26-27 settembre 2015.

Gli organizzatori stanno portando avanti con il consueto impegno e con la solita competenza i lavori per far sì che tra meno di due mesi tutto possa essere pronto e perfetto per i tanti iscritti che in queste ultime settimane stanno scegliendo di registrarsi attraverso il sito internet www.stralugano.ch.

La macchina organizzativa ha scelto di non stravolgere il format della manifestazione che tanti consensi ha raccolto negli ultimi nove anni, durante i quali il numero dei partecipanti è stato un crescendo continuo. Per questo, per la sua decima edizione, la StraLugano si ripresenta con le tre solite gare regine che animeranno la scena di domenica 27 settembre: la 30 km, detta anche “Panoramica” per lo spettacolo offerto agli atleti lungo il percorso, che presenterà  un tracciato di media difficoltà  durante il quale gli iscritti affronteranno tratti pianeggianti che si alterneranno con salite e discese per un dislivello di 160 metri massimi; la corsa cittadina da 10 km, che altro non sarà  che uno slalom vero e proprio tra la storia e cultura che brillano a Lugano dove gli atleti potranno comodamente godersi città  e manifestazione senza il tormento del cronometro; e la “Relay” 3X10, una spettacolare corsa a squadre dove la colaborazione, la strategia vincente e il lavoro di gruppo più attento e certosino saranno premiati.

Gli organizzatori stanno facendo il loro, per il weekend del 26-27 settembre tutto sarà  pronto e le iscrizioni sono ancora apertissime: cosa stai aspettando?

Lascia un commento

Freelifenergy
Ferro con Vitamina C Matt: ridurre la stanchezza e l’affaticamento è facile come bere un bicchiere d’acqua
Il recupero e la regola delle 4 R
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
#pastaparty
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!