Rémi Bonnet e Laura Orgué Vila conquistano il “triplo chilometro verticale”

 Lo svizzero, rivelazione del 2015, polverizza il record di salita sul Rocciamelone

RedBullK3_podio_femminile_ph.DamianoLevati_RedBullContentPoolRedBullK3_podio_maschile_ph.DamianoLevati_RedBullContentPoolLa seconda edizione di Red Bull K3, la competizione di “triplo chilometro verticale” unica al mondo, si è svolta oggi sullo storico tracciato che da Susa (Torino), passando per il comune di Mompantero, conduce in vetta al Rocciamelone, a 3538 metri di altezza.

Oltre 300 i runner presenti ai nastri di partenza, tra professionisti e amatori provenienti da 19 paesi, pronti a darsi battaglia nella corsa verso il cielo, su un percorso di ben 3000 metri di dislivello positivo in soli 10 chilometri.
La prima selezione è avvenuta al cancello di sbarramento posto a 1670 metri di altezza, che gli atleti hanno dovuto superare entro un’ora e trenta minuti per rimanere in gara. Il secondo check point, a 2850 metri, ha permesso solo ai più forti di affrontare l’ultimo impegnativo chilometro verticale alla conquista del traguardo.

RedBullK3_partenza_ph.AlessandroBelluscio_RedBullContentPool

Il giovanissimo Rémi Bonnet, classe 1995, ha sbaragliato gli avversari aggiudicandosi il primo gradino del podio, dopo un’incredibile performance che l’ha visto al comando fin dai primi frangenti di gara. Lo scialpinista svizzero, che ha fermato il cronometro su 2 ore 1 minuto e 57 secondi, ha infranto il record di 2 ore e 6 minuti, imposto nell’edizione 2014 da Marco Moletto. Il piemontese campione uscente, al via anche nel Red Bull K3 2015, si è posizionato terzo, tagliando il traguardo in 2 ore 12 minuti e 57 secondi. Il “padrone di casa” è stato preceduto dall’andorrano Ferran Teixido Marti-Ventosa del Dynafit Protrail Team medaglia d’argento con il tempo di 2 ore 10 minuti e 53 secondi.

Karl Egloff, considerato tra i favoriti, non ha deluso le aspettative e ha chiuso la sua prima gara europea conquistando un’ottima quinta posizione, nonostante le elevate temperature percepite durante la giornata, alle quali l’atleta svizzero-ecuadoriano non è solito.

Nella categoria femminile, la spagnola Laura Orgué Vila si è aggiudicata la vittoria per il secondo anno consecutivo, completando la performance in 2 ore 31 minuti e 45 secondi. A pochi minuti di distacco, la piemontese Raffaella Miravalle, seconda classificata con il tempo di 2 ore 34 minuti e 47 secondi. Vanesa Ortega, vice campionessa mondiale Vertical Km 2013, è salita sul terzo gradino del podio, completando l’ascesa in 2 ore 37 minuti e 50 secondi.

Red Bull K3, grazie al suo format innovativo e al livello degli atleti partecipanti, si conferma un evento di riferimento per la scena della corsa verticale internazionale.

Red Bull K3 è un evento organizzato da Red Bull in collaborazione con Nico Valsesia (Direttore Tecnico della gara) e Dynafit (partner tecnico), patrocinato da Comune di Susa, Comune di Mompantero e Turismo Torino.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
EKIRUN 2017 PER IL TERZO ANNO IL SOL LEVANTE ILLUMINA MILANO
TUTTE LE GARE FIRMATE TDS DI DOMENICA 19 NOVEMBRE
PISAMARATHON: A 40 GIORNI, SUPERATA QUOTA 2000 ISCRITTI
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli