ETIOPIA, KENYA, RWANDA, BURUNDI MAROCCO E TANTA ITALIA PER IL 90° GIRO

image001[1]

Abera Kuma partirà con il numero 2, sembra essere lui sulla carta il favorito di questo 90° Giro Podistico Internazionale di Castelbuono. Ma non sarà facile trionfare in questi 10km, il bello del ‘Giro’ è che non c’è mai stato un vero favorito, un grande campione annunciato che poi ha vinto. C’è sempre stata tanta incertezza, spesso chi è venuto qui senza sogni di gloria ha portato a casa una storica vittoria, chi è venuto pensando di primeggiare senza rivali si è trovato come avversari grandi campioni che hanno reso la vita difficile. A contrastare l’etiope ci saranno due atleti keniani: Philip Langat e Geoffrey Korir. Il primo vanta un personale di 27’28” sui 10km, mentre il secondo, giovanissimo 19enne (nato nel 1996) ha un personale di 28’05”. Vi saranno per la prima volta tre atleti dal Burundi, Oliver Irabaruta, Celestin Nihorimbere che ha partecipato alla maratona di Padova quest’anno ad aprile tagliando il traguardo in 2h15’35” tesserato per l’Atletica Brugnera ed infine Vianney Ndiho tesserato per l’Atletica Casone Noceto con un primato personale di 28’25” sui 10km. Arriva invece dal Rwanda Sylvain Rukundo tesserato per Toscana Atletica Futura e vincitore di diverse classiche italiane come la Notturna di San Giovanni a Firenze poche settimane fa.

Dopodiché sarà tanta Italia in primis con il grossetano Stefano La Rosa otto volte campione italiano tra i 5000 e 10000 metri e quest’anno vincitore all’esordio sulla distanza della Maratona di Treviso con il tempo di 2h12’05”. In gara anche con il bronzo europeo dei 10000 metri under 23 Yassine Rachik, marocchino di origine ma diventato finalmente italiano nello scorso mese di giugno. Yassine già l’anno scorso partecipò terminando in ottava posizione in 32’25”, ma lo stato di forma di quest’anno è senz’altro un’altra cosa e Yassine può ambire al podio.

Elenco Partenti[3]L’anno scorso prima volta nell’albo d’oro per l’Eritrea grazie alla vittoria di Ghirmay Gebreslassie che terminò in 30’31’01”, mentre  il record del percorso appartiene al re di Boston del 2011, il keniano Geoffrey Mutai che nello stesso anno piazzò uno storico e velocissimo 29’05.

SEGUICI COSI’https://www.facebook.com/GiroDiCastelbuono e anche twitter: @RaceCastelbuono

Cesare Monetti

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre