VERTICAL DELLA BECCA DI VIOU, BIS DI CATHERINE BERTONE. DENNIS BRUNOD AL SECONDO SUCCESSO CONSECUTIVO

Catherine Bertone

Catherine Bertone

Giornata di sole e temperatura in quota di circa 10 gradi. Al Vertical della Becca di Viou, prima prova del neo circuito Défi Vertical, i concorrenti hanno trovato le condizioni ideali per gareggiare. Alla partenza situata a Valpelline si sono presentati 127 atleti, circa cinquanta in più rispetto alla prima edizione del 2014. Partenza individuale, un piccolo trasferimento in piano, poi il naso all’insù verso i 2.856 metri della Becca di Viou. Un percorso di 9 km molto bello e tecnico, apprezzato da tutti. Grande fatica, ripagata poi da un panorama unico e dalla magnifica vista su Aosta.

La gara femminile è stata nuovamente vinta da Catherine Bertone. La valdostana ha bissato il successo ottenuto lo scorso anno completando la distanza in 1h 41’07, praticamente in linea con il crono del 2014 quando concluse in 1h 40’59”. Prima del suo arrivo il miglior tempo lo aveva fatto segnare Katrzyna Kuzminska, alla fine seconda in 1h 43’08”, prima atleta Seniores. Terzo posto per la valdostana dell’Atletica Calvesi Christiane Nex, arrivata in quota in 1h 43’54”. Barbara Cravello del Trail Running (1h 45’30”) e la veneta dell’Atletica Chirignago Lisa Borzani (1h 50’04”) hanno completato la cinquina iniziale.

Una settimana dopo la vittoria nella 25 km del Licony Trail, il valdostano Dennis Brunod è tornato al successo. Il portacolori della Polisportiva Mont Avic ha vinto a mani basse in 1h 21’34”, stracciando il precedente record di 1h 27’42” fatto segnare lo scorso anno da Nadir Maguet e Henry Aymonod. Alle spalle di Brunod gara molto combattuta con 3 atleti racchiusi in 10”. Secondo posto per il Veterano Andrea Cairoli (1h 31’06”), terzo e quarto per i valdostani Nadir Vuillermoz (1h 31’11”) e Laurent Chuc (1h 31’16”). Quinto posto per l’altro Senior Fabio Rizzi (1h 34’50”).

Premiati anche i vincitori delle diverse categorie: Giulia Collavo (Seniores), Chantal Vallet (Veterane 1), Paola Didero (Veterane 2), Mathieu Bianquin (Junior), Marco Ziggiotto (Seniores), Jean Meuret (Veterani 1), Tullio Ballarino (Veterani 2) e Davis Ottobon (Dog Trekking).

Prima della cerimonia di premiazione si è svolto il “triangolo enogastronomico” che ha riscosso grande successo e richiamato anche molte persone fuori gara ma amanti della buona cucina. Quasi 800 le persone che hanno degustato le specialità di Valpelline (Valle d’Aosta), Luccoli (Abruzzo) e Mirandoli (Emilia-Romagna), una iniziativa che vuole ricordare e riunire tre comunità che si sono conosciute in occasione dei terremoti.

Dennis Brunod ha dichiarato: «Non mi aspettavo di fare questo tempo perché all’intermedio ero passato in linea con i crono dello scorso anno. Poi invece ci ho impiegato poco a salire l’ultimo pezzo: una sorpresa. È stata una bella gara con vari cambi di ritmo. Alcuni punti lavoravi molto muscolarmente e con i bastoni, in altri bisognava rilanciare l’andatura».

Maurizio Lanivi, organizzatore: «Siamo molto contenti per questa seconda edizione. Abbiamo incrementato il numero dei partecipanti e i commenti sono stati positivi. Per il prossimo anno valuteremo se partire nuovamente in linea. Bene anche il triangolo enogastronomico, un grande successo. Ora ci concentriamo sulla gara di trail del 19 luglio».

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Con TDS corri anche a Natale
19^ PisaMarathon: l’esordiente e l’ultramaratoneta entrano nell’albo d’oro
11° Allenamento di Natale: 1200 al via
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre