UNA GIORNALISTA UN PO’ TROPPO AMBIZIOSA SI PREPARA PER L’EHUNMILAK ULTRA TRAIL

di Silvana Lattanzio

Sì, forse stavolta ho esagerato nella voglia di conoscere il mondo e di viaggiare, ed è così che istintivamente ho risposto positivamente a un collega spagnolo, Sergio Garasa, conosciuto a una 100 km del Sahara, gara a tappe nel deserto, che mi ha invitata a una competizione, la Ehunmilak Ultra Trail. Già il nome avrebbe dovuto mettermi sull’allerta, per lo meno quell’“Ultra” avrebbe dovuto dirmi qualcosa. E invece no, parto, il 10-11-12 luglio sarò a Beasin, un paese di 12.000 anime, dove si darà il via alla manifestazione. Siamo in Spagna, Paesi Baschi, nord. Non si pensi alla solita Spagna, al binomio sole-mare, qui sembra più l’Irlanda, umida ma rigogliosa nella vegetazione, una festa del verde, ed è da lì che partirà la grande festa dello sport.

I dati – Per fortuna la gara prevede tre distanze e io sceglierò, ovviamente, la più breve, che poi tanto breve non è: la Marimurimendi Marathon, 42 km appunto, con 2.300 m di dislivello positivo. Queste le altre: la Ehunmilak Ultra Trail, 168 km, con 11.000 m di dislivello positivo, e la G2haundiak, 88 km, +6.000 m. C’è poco da scegliere. Altri dati: l’Ultra prevede la partenza alle ore 18 di venerdì, il primo arriverà, presumibilmente, 23 ore dopo, l’ultimo dovrà farcela entro 48 ore, dopo di che il “cancello” della gara chiuderà i battenti. Nella 88 km, partenza alle 23 dello stesso giorno, arrivo presunto del 1° 11 ore dopo, a 22 il tempo massimo per l’ultimo; per la maratona, partenza alle 9 di domenica, con arrivo del vincitore circa 4 ore scarse dopo e chiusura della gara 8 ore dopo. Per tutte e tre lo start è dalla piazza centrale del paese, la piazza del Municipio.

Quale il must – La regola fondamentale di questa manifestazione è il rispetto, il rispetto per tutto e tutti: se stessi, i volontari, i giudici, gli altri corridori, gli spettatori, ma, soprattutto, l’ambiente. E’ questo il must. Dunque, mai correre fuori dalle zone contrassegnate e mai buttare spazzatura, ovvio. Sarà un’avventura alla quale partecipare con umiltà; avvicinarsi alla natura, correrci dentro rispettandola.
Per maggiori dettagli: info@ehunmilak.com; www.ehunmilak.com

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Sara Dossena contro tutti alla “stra”. L’Eden della corsa è a Livigno
Napoli running vuole te: Diventa volontario (e porta un amico)
Mondiali 100km, il ct Paolo Germanetto: “Niente donne e solo 5 uomini perchè…”
Abbigliamento Accessori Calzature
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
MIZUNO PRESENTA LA NUOVA COLEZIONE TRAIL RUNNING.
Con le Glycerin 16 Brooks presenta la nuova tecnologia DNA LOFT, per un esperienza di corsa più morbida.
#pastaparty
Cagliari Urban Trail, emozionante da vedere e da vivere
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile
Il 18 dicembre Pisa Marathon compie 20 anni