VERONAMARATHON: SCOPRI IL NUOVO PERCORSO

250X350Era tanto atteso e finalmente è arrivato: E’ online il nuovo percorso della 14a VERONAMARATHON 2015 e della 2a CANGRANDE HALF MARATHON eventi podistici in programma domenica 15 Novembre 2015 e organizzati da Gaac 2007 Veronamarathon Asd e Verona Marathon Eventi in collaborazione con il Comune di Verona. Gara inserita nei calendari internazionali IAAF (International Association Athletics Federation), AIMS (Association of international marathons and Distance Races) e FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera).

Confermata la partenza e l’arrivo in Piazza Bra, percorso migliorato rispetto al passato, ancora più veloce e più piatto rispetto al passato. Ad esempio è stata eliminata la salita di qualche centinaia di metri che si trovava al chilometro 29. In generale si percorrerà più strada nel centro storico della città di Verona per la gioia di tutti quei podisti che oltre alla prestazione in sé amano anche correre ammirando le nostre belle città italiane.

Fino al chilometro 20 stesso percorso sia per la maratona che per la Cangrande Half Marathon, dopodichè vi sarà il bivio verso l’arrivo in piazza Bra per chi partecipa alla mezza maratona. Per tutti i maratoneti invece di sicuro valore è il passaggio al chilometro 20,5 in piazza Bra costeggiando l’Arena.

Nella mappa in allegato: percorso blu per la Maratona e percorso giallo per la Cangrande Half Marathon.

DESCRIZIONE PERCORSO

La partenza per Veronamarathon 2015 avverrà domenica 15 novembre 2015 da Corso Porta Nuova alle ore 9:00.

Dopo aver superato gli archi con l’orologio, ci si immette sul lato sinistro di Corso Porta Nuova da dove avrà inizio la gara.

Al via della gara si percorre tutto Corso Porta Nuova fino ad arrivare alla Porta, si esce da essa per girarvi attorno e si ritorna sul lato destro del corso in Piazza Bra per imboccare via Roma.

 

Al termine della via si può ammirare Castel Vecchio, il più grande e imponente monumento cittadino dopo l’Arena, residenza fortificata degli Scaligeri risalente al XIV secolo. Sulla destra si imbocca Corso Cavour, sul tracciato cittadino dell’antica via Postumia che in epoca romana collegava il Tirreno all’Adriatico.

Appena dopo il Castello sulla sinistra, l’Arco dei Gavi, un raro esempio di arco onorario romano dedicato a privati cittadini; esso in origine era collocato trasversalmente alla via e venne spostato da Napoleone nella sede attuale, per consentire il passaggio più agevole alle sue truppe. Dal XVI secolo il Corso divenne la via prediletta dalle grandi famiglie veronesi, che una ad una vi edificarono sontuosi palazzi, (Palazzo Canossa al civico 44 – Palazzo Muselli Pompei al 42 – palazzo Carlotti al 2 – Palazzo Bevilacqua al 29 – solo fra i maggiori).

La chiesa di San Lorenzo –cortile interno- e la chiesa dei Santi Apostoli su una piazzetta laterale, completano la scenografica prospettiva. Si percorre tutto il Corso fino a Porta Borsari , una maestosa porta romana risalente al primo secolo dopo Cristo, che durante l’epoca imperiale costituiva il principale ingresso entro le mura della città. Davanti alla porta si devia a sinistra e ci si immette in via Diaz e, dopo aver superato Ponte della Vittoria, si percorre Lungadige Campagnola fino a Piazza Arsenale (vista splendida, dalla sponda opposta del fiume, di Castelvecchio con il Ponte Scaligero). Si seguono i lungadige Cangrande e lungadige Attiraglio (4° KM) fino alla località extraurbana diParona (10° KM).

Proseguendo sulla Statale del Brennero, si arriva a Nassar. Prima del Campo di Calcio si gira a destra per uscire dal Comune di Verona e entrare nel Comune di Negrar, in località Arbizzano, per circa un chilometro (12° KM). Rientrando a Parona (14° KM), si transita sotto la galleria, si percorre via Cà di Cozzi, fino ad imboccare Viale Caduti del Lavoro (16° KM), Ponte Saval, via Pancaldo e Viale Cristoforo Colombo, che si prenderà sulla sinistra. Al semaforo si gira a destra per via Tomaso Da Vico, si attraversa nuovamente l’Adige sul Ponte del Risorgimento per ritornare attraverso il lungadige in Piazza Arsenale.

Ancora percorrendo Lungadige Campagnola e Ponte della Vittoria (20° KM), si torna in via Diaz qui si trova il BIVIOche vedrà i concorrenti della Cangrande Half Marathon svoltare in Corso Cavuor, mentre i concorrenti della Verona Marathon, al termine di via Diaz entreranno in via Oberdan e, giunti in Piazza Bra, si immetteranno sul retrodell’Anfiteatro Arena, transiteranno sul retro del Palazzo del Municipio di Verona per imboccare Stradone Maffei e Stradone San Fermo, su cui affaccia l’omonima chiesa, una delle più interessanti ed originali della città, composta da due chiese connesse e sovrapposte. Un unicum in cui lo stile romanico si fonde armoniosamente con il gotico.

Attraversato il Ponte Navi, percorreranno via XX Settembre fino a Porta Vescovo (da cui si usciva dalla cinta bastionata in direzione di Venezia). Invertendo la marcia senza varcare la Porta, imboccheranno via San Nazzaro, proseguendo per via Muro Padri, via Giosuè Carducci, via Interrato dell’acqua Morta, (fino alla fine dell’800 vi scorreva un ramo secondario del fiume); passeranno accanto alla Chiesa di S. Tommaso, varcheranno il Ponte Nuovo e, per via Trota, sfioreranno l’imponente chiesa di S. Anastasia, splendido esempio di stile gotico.

Attraverso via Forti raggiungeranno via Garibaldi (nel Palazzo Miniscalchi è ospitato il Museo omonimo) (24° KM). Attraversato Ponte Garibaldi si procederà a sinistra per Lungadige Matteotti e ancora a fianco del Fiume Adige fino aParona (32° KM). Qui si effettuerà il giro di boa per ripercorrere il lungadige Attiraglio fino alla Diga sul fiume; la si attraverserà, si percorrerà la ciclabile che passa accanto al Bottagisio Sport Center (moderna struttura voluta fortemente dalla Società Chievo Calcio, adibita al calcio, alla scherma e alla canoa).

Si abbandona la ciclabile all’altezza di via Andrea Doria per immettersi in via Cristoforo Colombo (36° KM), via Tomaso Da Vico, Regaste S. Zeno e Corso Porta Palio; da via A. Saffi, per via Silvio Pellico, si raggiungerà, lungo i bastioni cinquecenteschi la Circonvallazione Marroncelli, da percorrere fino alla monumentale Porta Palio.

Proseguendo lungo Circonvallazione Oriani, si arriverà in Piazza Renato Simoni, da cui si ritornerà in Corso Porta Pallio e passando accanto a Castel Vecchio, per via Roma si arriverà finalmente al termine della maratona in Piazza Bra.

A questo link mappa percorso in dettaglio.

Percorso Veronamarathon 2015

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
PISAMARATHON PER TUTTI: 42, 21, 14, 7 e 3 km
AGSM VERONAMARATHON 2017: LA BASILICA DI SAN ZENO SULLA MEDAGLIA
Abbigliamento Accessori Calzature
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL
LA TECNOLOGIA VIBRAM AI PIEDI DEL BIANCO