LA SOPRESA DELLA MEZZA RONOH A PRAGA PROVA A VINCERE NELLA MARATONA

Ph. Volkswagen Prague Marathon / Victah Sailer

Goeffrey Ronoh Photo: Victah Sailer@PhotoRun

Goeffrey Ronoh
Photo: Victah Sailer@PhotoRun

L’edizione inaugurale della Volkswagen Prague Marathon fu esattamente 20 anni fa. La gara si è sviluppata in una delle migliori maratone di tutto il mondo ed è una gara IAAF Gold Label Road Race. Mentre 985 maratoneti gareggiavano nel 1995, quest’anno gli organizzatori  hanno dovuto limitare ancora una volta la capacità a 10.000 iscrizioni, con i pettorali esauriti già sei mesi fa. “La Volkswagen Prague Marathon è un’incredibile storia di successo. Devo ringraziare tutti coloro che hanno reso ciò possibile”, ha detto il Presidente del team organizzativo, Carlo Capalbo, colui che ha dato luce alla RunCzech Running League. Le sette gare sparse per la Repubblica ceca hanno registrato lo scorso anno 70 mila corridori. “In totale RunCzech ha avuto fino ad ora, in questi 20 anni, 770 mila corridori,  possiamo veramente esserne orgogliosi” ha affermato Capalbo.

Malgrado il campione in carica Patrick Terer abbia dovuto cancellare la sua partecipazione per un infortunio al tendine d’Achille, c’è ancora un ex vincitore in questo gruppo di top athletes in cui figurano ben 15 differenti nazionalità: Nicholas Kemboi ha infatti vinto due anni fa la Volkswagen Prague Marathon battendo Patrick Terer e altri corridori di alto livello con un 2:08:51, e faceva caldo. L’ex keniano, che ora gareggia per il Qatar, vanta un personale di 2:08:01.

Comunque ai nastri di partenza c’è una mezza dozzina di atleti che sono stati più veloci di Kemboi. Uno di loro è l’etiope Deriba Robi: queto 24enne si è migliorato fino a 2:06:06 per il terzo posto a Dubai lo scorso gennaio. “Se otterremo dai pacemaker un buon aiuto, allora potrei sperare di migliorarmi ulteriormente e forse anche di battere il record di gara”, ha detto Deriba Robi. Il record di Praga è di 2:05:39, stabilito nel 2010 dall’allora poco conosciuto Eliud Kiptanui.

Gilbert Yegon è uno degli altri maratoneti ai nastri di partenza di domenica ad aver corso sotto i 2:07, e sta pensando ad un tempo sotto i 2:06. “Mi piacerebbe battere il mio record personale e quello di gara”, ha detto il keniano che vanta un personal best di 2:06:18 risalente al 2009. Lo scorso anno Yegon è tornato in piena forma. Un anno fa si è aggiudicato la maratona di Dusseldorf con un tempo di 2:08:07 sotto una pioggia battente, a cui è seguito, in ottobre, il terzo posto nella gara di Francoforte con un 2:07:08. Tre settimane fa Yegon ha corso nella maratona di Rotterdam: “Ma ho avuto un problema alla schiena ad inizio gara e ho abbandonato dopo 17 km. Ora va tutto bene, ho ricevuto un buon trattamento in Kenya e sono stato in grado di allenarmi senza problemi,” ha detto Yegon.

Gli etiopi Kebede Teferi ed Hailu Mekonnen, entrambi con personali di 2:07:35, così come i keniani Nicholas Chelimo (2:07:38) ed Evans Chebet (02:07:46) sono gli altri pretendenti alla vittoria a Praga. E poi c’è naturalmente Geoffrey Ronoh, pur essendo il numero 18 nella lista di partenza redatta secondo i migliori tempi.

Ronoh ha una sola gara all’attivo fino ad ora in questa distanza classica. Nel gennaio 2013 è stato sesto ad Ahmedabad, in India, con un 2:15:51; l’anno scorso ha svoltato vincendo la gara di Olomouc. “Ricordo ciò che le gare in Repubblica Ceca mi hanno dato lo scorso anno, ora voglio scoprire il mio potenziale nella maratona a Praga,” Ha detto Geoffrey Ronoh, che ha vinto in settembre anche la Birell Prague Grand Prix sulla distanza di 10 km con un buon 27:28.

Tranne che a Boston, nessuna keniana ha mai  vinto fino ad ora una  delle principali maratone internazionali di primavera, un evento raro nel circuito internazionale. Questa curiosità sembra poter proseguire domenica anche a Praga: atlete etiopi hanno ricevuto gli onori a Londra, Parigi, Amburgo, nonché, ad inizio anno, anche a Dubai e Tokyo. Domenica sono le favorite nella Volkswagen Prague Marathon.

Mentre la coreana Jelela è la più veloce della lista di partenza con un personale di 2:22:43 ottenuto nel 2011, quattro colleghe etiopi hanno mostrato una forma eccellente nella maratona a partire da gennaio. Tadelech Bekele e  Ashete Bekere entrambe si sono migliorate a Dubai, rispettivamente in 2:22:51 e 2:23:43, mentre Yebrgual Melese ha ottenuto un record personale di 2:23:23 a Houston. Betelhem Moges ha battuto il suo record personale a Dubai con un 2:24:24.

Moges, meglio conosciuta come Betty tra il suo gruppo di allenamento, che compirà domenica 24 anni, ha già trionfato in tre occasioni nelle gare RunCzech: ha vinto la Mattoni Olomouc Half Marathon e la Mattoni Usti nad Labem Half Marathon nel 2013,  l’anno scorso si è aggiudicata la Mattoni Ceske Budejovice Half Marathon. “Spero di battere domenica il mio record personale. Questa gara è probabilmente l’ultima occasione per entrare nella squadra etiope per i Campionati del Mondo a Pechino di questa estate. Vorrei qualificarsi per i campionati” ha detto Moges.

Una sfida da non sottovalutare potrebbe essere lanciata  da un’atleta europea: la portoghese Sara Moreira ha avuto un debutto eccezionale nella maratona lo scorso novembre a New York, finendo terza in 2:26:00. Se domenica si presentasse in una forma simile, Moreira potrebbe sorprendere le rivali africane.

Principali contendenti e loro record personali
Uomini:
Deribe Robi            ETH    2:06:06
Gilbert Yegon            KEN    2:06:18
Kebede Teferi            ETH    2:07:35
Hailu Mekonnen        ETH    2:07:35
Nicholas Chelimo        KEN    2:07:38
Evans Chebet            KEN    2:07:46
Nicholas Kemboi        QAT    2:08:01
Dereje Tesfaye        ETH    2:08:15
Afewerk Mesfin        ETH    2:09:48
Assefa Fikre            ETH    2:10:23
Paulo Roberto Paula        BRA    2:10:30
Hillary Kipchumba        KEN    2:10:30
Felix Kandie            KEN    2:10:37
Geoffrey Ronoh        KEN    2:15:51

Donne:
Koren Jelela            ETH    2:22:43
Tadelech Bekele        ETH    2:22:51
Yebrgual Melese        ETH    2:23:23
Ashete Bekere            ETH    2:23:43
Betelhem Moges        ETH    2:24:24
Sara Moreira            POR    2:26:00
Janet Rono            KEN    2:26:03
Margarita Plaskina        RUS    2:27:07
Olga Dubovskaya        BLR    2:28:08
Iulia Andreeva            KRG    2:30:58
Afera Godfay            ETH    Debut

Per ulteriori informazioni online sulla Volkswagen Prague Marathon: www.runczech.com

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Lahcen Mokraji, sospeso in via cautelare
Notte Blu e Pisa Marathon: le modifiche al traffico
Aperta la 19^ PisaMarathon
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre