SKY DEL CANTO, STEFANO BUTTI E MARTINA BRAMBILLA I NUOVI CAMPIONI REGIONALI DI SKYRUNNING

Ph. MontagnaExpress.it
Stefano Butti Ph. MontagnaExpress.it

Stefano Butti Ph. MontagnaExpress.it

Numerosissimi, come mai prima d’ora, gli atleti che si sono presentati al Parco Serraglio di Carvico (Bg) domenica 29 marzo per partecipare alla Sky del Canto (quasi 550 iscritti e 491 arrivati) e alla marcia non competitiva Giro del Monte Canto.

In una giornata primaverile con il Monte Canto baciato dal sole si è disputata la sesta edizione della Sky del Canto (skyrace di 22 km e 1280 m di dislivello positivo) griffata Asd Carvico Skyrunning.

Si è rivelata una gara combattuta, soprattutto sul fronte maschile, contraddistinta da crisi, ritiri e stravolgimenti di classifica. Ad avere la meglio è stato il lecchese Stefano Butti (Osa Valmadrera), già vincitore su questi stessi sentieri nel 2012. Nel settore femminile è stata Martina Brambilla (Asd Carvico Skyrunning) a mettere in fila tutte le avversarie alla prima skyrace del calendario bergamasco.

Per quanto riguarda la gara maschile, nelle battute iniziali si è delineata una situazione che vedeva al comando Benedetto Roda, portacolori della Carvico Skyrunning, inseguito dal campione in carica Fabio Bazzana tesserato per il team Salomon. Leggermente più arretrati Stefano Butti e Andrea Regazzoni della X-Bionic Running Team (vincitore della Sky del Canto nel 2013), tallonati dal tandem composto da Luca Carrara del team Mammut Libertas Vallesabbia e Davide Invernizzi del Centro Atletica Lizzoli.

Tale andamento è proseguito fino all’incirca ai due terzi di gara, quando Fabio Bazzana ha dovuto arrendersi ad alcuni problemi fisici che lo hanno costretto al ritiro. Sull’ultima salita il battistrada Benedetto Roda è entrato in crisi e ha decisamente rallentato la propria marcia. Anche Andrea Regazzoni ha ceduto e si è tolto il pettorale.
A questo punto Stefano Butti è balzato al comando, tallonato dalla coppia Carrara – Invernizzi. Il lecchese si è involato verso il traguardo, solo, conquistando così la sesta edizione della Sky del Canto (completando il tracciato in 1h46’24”). Con un ritardo di soli 8 secondi Luca Carrara si è assicurato il secondo gradino del podio, alla sua prima partecipazione in quel di Carvico. A 38 secondi dal vincitore è giunto invece Davide Invernizzi, terzo classificato. Alla spicciolata sono poi arrivati Roberto Artusi (compagno di suadra di Invernizzi), Clemente Belingheri (Valetudo Skyrunning Italia), Luca Varisco (triatleta alla sua seconda corsa off-road), Franco Bani (New Athletics Sulzano), Alessandro Rigamonti (Osa Valmadrera), Francesco Bergamaschi (Gp Talamona) e Alessandro Noris (Scais 3038).

Martina Brambilla Ph. MontagnaExpress.it

Martina Brambilla Ph. MontagnaExpress.it

La gara femminile è stata condotta dalla 21enne Martina Brambilla, punta di diamante della Carvico Skyrunning. La giovanissima atleta ha comandato sin dall’inizio e sulle salite ha inserito il turbo, attenta a non farsi raggiungere da Barbara Bani (New Athletics Sulzano), molto più forte di lei in discesa. Martina Brambilla entra per la seconda stagione consecutiva nell’albo della Sky del Canto, onorando i colori della società organizzatrice (a cui dedica questo successo) in 2h08’08”. La bresciana Barbara Bani ha concluso in seconda posizione, mentre sul terzo gradino del podio è salita la bergamasca Cristina Sonzogni, skyrunner e ciclista in forza all’Altitude Race. Piazzamenti per Daniela Rota e Giovanna Cavalli (Bergamo Stars Atletica), Daniela Gilardi (Sev Valmadrera), Catena Pizzino (Asd Pavanello), Cristina Grazioli (Runners Bergamo), Ester Scotti (Valetudo Skyrunning Italia) e Chiara Pasquali (Atletica Reggio).

La Sky del Canto, valida come prova unica di campionato regionale di skyrunning, ha decretato campioni lombardi 2015 di skyrunning Stefano Butti e Martina Brambilla, vestiti durante le premiazioni con la prestigiosa maglia assegnata dalla Federazione Italiana di Skyrunning (Fisky).

La due giorni di sport a Carvico firmata Asd Carvico Skyrunning è cominciata però sabato pomeriggio (28 marzo) con la VertiCanto Oxyburn, gara di sola salita (partenza dal centro di Carvico e arrivo in cima al Monte Canto). I più veloci in questo caso sono stati Paolo Poli (Recastello Radici Group) e Martina Brambilla (Asd Carvico Skyrunning),  ripetutasi il giorno seguente nella skyrace e atleta in assoluto più brillante nella due giorni del Canto 2015.

Paolo Poli ha concluso i 2,5 km con un dislivello positivo di 410 m fermando il cronometro su 17’07”. Dietro di lui un altro alfiere della Recastello, Danilo Bosio (17’14”) e Gabriele Poggi (18’04”). Quarto Massimo Lavelli (18’20”), quinto Mauro Magli (18’25”). Sul fronte femminile Martina Brambilla (21’04”) ha anticipato Giovanna Cavalli della Bergamo Stars Atletica (22’20”) e Daniela Gilardi di Sev Valmadrera (23’18”). Quarta Debora Tallarico e quinta Silvia Chiappa.

Ulteriori informazioni sul sito www.skydelcanto.it

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Con TDS corri anche a Natale
19^ PisaMarathon: l’esordiente e l’ultramaratoneta entrano nell’albo d’oro
11° Allenamento di Natale: 1200 al via
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre