JULIOS KIPNGETICH RONO VINCE E SEGNA IL RECORD ALLA BELLUNO-FELTRE RUN

Kipngetich Rono all'arrivo

Kipngetich Rono all’arrivo

Il keniano Julius Kipngetich Rono si è imposto nei 30 km della Belluno-Feltre Run in 1h33’27” siglando il nuovo record della gara. Cancellato il primato che dal 2013 apparteneva, con 1h35’15”, al marocchino Hicham El Barouki. L’ottava edizione della Belluno-Feltre Run è stata una gara velocissima: addirittura in tre sono andati sotto il precedente primato. Un altro keniano, Daniel Kipkirui Ngeno, ha chiuso in 1h33’36”. Il tre volte campione Said Boudalia, terzo classificato, ha fermato il cronometro a 1h34’57”. Per l’italo-marocchino d’adozione bellunese, in preparazione per la maratona di Boston, anche senza vittoria, è stata la Belluno-Feltre Run più veloce di sempre. Record mancato, invece, per Hanane Janat, dominatrice della gara femminile. La marocchina ha chiuso in 1h52’36”, tempo comunque eccellente, soffrendo una piccola crisi nel finale. Alle sue spalle, la tricolore di maratona Claudia Gelsomino (1h56’52”). Poi Francesca Iachemet (1h57”44) che ha relegato, ancora una volta giù dal podio, la bellunese Paola Dal Mas.

Grazie anche alla giornata di bel tempo, è stata una grande festa di sport che, coniugando podismo, nordic walking e un’affollata prova cicloturistica, ha valorizzato in pieno la splendida Val Belluna. Tra i partecipanti, per la prima volta, anche l’organizzatore Johnny Schievenin: “Una domenica bellissima – ha detto il presidente della società organizzatrice Gs La Piave 2000 -. Ho visto un grande entusiasmo, tantissima gente lungo il percorso e strade insolitamente prive di auto e rumori, e a completa disposizione degli atleti”. Johnny ha corso per beneficenza, completando il successo registrato, tra sabato e domenica, dal doppio evento “Il cuore tra le mani” che ha raccolto fondi per le scuole e i malati di Sla.

 Hanane Janat

Hanane Janat

L'arrivo di Boudalia

L’arrivo di Boudalia

CLASSIFICHE.

Uomini: 1. Julius Kipngetich Rono (Ken) 1h33’27”, 2. Daniel Kipkirui Ngeno (Ken) 1h33’36”, 3. Said Boudalia (Biotekna Marcon) 1h34’57”, 4. Liberato Pellecchia (Aeronautica) 1h35’37”, 5. Lahcen Mokraji (Mar) 1h36’21”, 6. Danilo Goffi (Monza Marathon Team) 1h36’22”, 7. Fabio Bernardi (Edilmarket Sandrin) 1h40”10, 8. Oualid Abdelkader (Civitas Olbia) 1h41’14”, 9. Filippo Lo Piccolo (Good Race Team) 1h43’00”, 10. Giuliano Virgis (Atl. Città di Padova) 1h46’11”. 3×10 km: 1. Gronda Florex Torrefazione Rock (Lucio Sacchet, Luca Cagnati, Federico Polesana) 1h36’57”.

Donne: 1. Hanane Janat (Mar) 1h52’36”, 2. Claudia Gelsomino (Atl. Palzola) 1h56’52”, 3. Francesca Iachemet (Atl. Trento) 1h57’44”, 4. Paola Dal Mas (Lib. Porcia) 1h58’57”, 5. Mirella Bergamo (Gs Valsugana) 2h00’27”, 6. Ilaria Gurini (Essetre Running) 2h05’11”, 7. Monica Baccanelli (Atl. Gavardo 90) 2h08’32”, 8. Monica Bortoluzzi (Sc Alpago) 2h11’33”, 9. Federica Schio (Atl. Lupatotina) 2h13’26”, 10.  Veronica Bacci (Atl. Lupatotina) 2h13’42”. 3×10 km: 1. Atletica Trichiana (Silvia Gavaretti, Valentina Gavaretti, Manuela Moro) 2h00’57”.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
10 ANNI PER 10 CHILOMETRI DA RICORDARE
IL 22 APRILE, AL VIA LA 24H DI TORINO
PADOVA: UNA MARATONA, MIGLIAIA DI STORIE
Abbigliamento Accessori Calzature
1620 RUN EVOBRIGHT, METTI AI PIEDI LE NUOVE MEDIUM COMPRESSION FLUO BY OXYBURN
ASICS LANCIA LA NUOVA GEL-QUANTUM 360™ CON L’INTRODUZIONE DELL’INNOVATIVA TOMAIA KNIT
DYNAFIT ALPINE PRO: DINAMISMO DAL TALLONE ALLA PUNTA DEL PIEDE