JUST THE WOMAN I AM, IN 8000 DI CORSA A TORINO PER LO SPORT UNIVERSITARIO E LA PREVENZIONE DEI TUMORI

Ph. fotoSOFIA

Ph. SOFIA

JUST THE WOMAN I AM è tornata ieri, domenica 8 marzo, in Piazza San Carlo a Torino, con un record di partecipanti: oltre 8000 iscrizioni. Un grande successo per l’evento che nuovamente ha vestito di rosa il salotto torinese, organizzato dal sistema universitario torinese formato dall’Università degli Studi di Torino, dal Politecnico di Torino e dal CUS Torino. Hanno accordato il patrocinio alla manifestazione la Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Camera dei Deputati, il CONI, il CIP, il MIUR, la CRUI, il CUSI, la Regione Piemonte, il Consiglio Regionale Piemonte, la Città di Torino, la Camera di Commercio di Torino, con il supporto di importanti realtà tra cui, la FIDAL, il Panathlon Club Torino Olimpica, l’ASCOM Torino, Turismo Torino e Provincia, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, il Teatro Stabile Torino, il Museo Egizio e il sostegno del coordinamento “Se non ora quando”. L’evento è inserito nel calendario Torino 2015, Capitale Europea dello Sport. Novità di questa edizione il nuovo percorso, realizzato in collaborazione con il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito e il mondo universitario rappresentato dalla Scuola Universitaria Interfacoltà in Scienze Strategiche.

JUST THE WOMAN I AM ha preso il via alle 10.30 del mattino. Tante le attività proposte, gli stand delle associazioni e dei supporter presenti in piazza.
Ma la giornata ha raggiunto il suo apice con l’avvicinarsi della partenza della corsa/camminata, seguita in diretta dalla trasmissione “Quelli Che il Calcio” su Rai2.
Alle ore 16.10 la piazza si è accesa con il riscaldamento di gruppo a cura di Paolo Evangelista.
Prima della partenza contributo a TORINO 2015, Capitale Europea dello Sport, grazie all’intervento della Reale Società Ginnastica Torino.
Alle ore 16.30 ha preso il via la corsa/camminata di 6 km con oltre 8000 iscrizioni, per chi è rimasto in Piazza San Carlo lo spettacolo è continuato con la consegna ufficiale del Premio Talento FIDS, seguito da Blinding Dance con Elena Travaini e con l’esibizione live di Monica P. Dalle ore 17.00 Latino Time e animazione, DANCeMOTION, in chiusura l’esibizione di flamenco.

Si può quindi parlare di uno straordinario successo per il capoluogo sabaudo. Lo sport universitario è quindi ancora una volta in prima linea; tanta la soddisfazione nelle parole del Presidente D’Elicio: “un’edizione da record…oltre 8000 iscrizioni a testimonianza che, quando il movimento sportivo-universitario e la politica lavorano insieme riescono a fare grandi cose; un evento realizzato grazie al lavoro di tanti. Quindi ringrazio quelli che hanno preso parte all’organizzazione, le preziosissime madrine e madrine 2.0, le autorità, i volontari, le associazioni e i supporter. Grazie a loro è stato realizzato tutto questo! Ora è il momento che questa manifestazione sia esportata a livello nazionale, e che continui a crescere nella nostra città”.

Gli utili dell’iniziativa, depurati dei costi di organizzazione e gestione della manifestazione, saranno utilizzati per la realizzazione di iniziative formative (corsi di eccellenza, summer school, workshop, convegni…) dedicate alle dottorande ed ai dottorandi attivi nei due Atenei torinesi sulle tematiche della prevenzione e cura dei tumori. Sarà inoltre devoluta una borsa di studio del valore di 2.500 euro ad una delle 40 dottorande che hanno risposto al bando dei due atenei. La vincitrice verrà selezionata secondo criteri di merito e potrà utilizzare il sostegno, anche in questo caso, per attività di formazione.

Galleria fotografica su Facebook: facebook.com/torinodonna

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
PISAMARATHON PER TUTTI: 42, 21, 14, 7 e 3 km
AGSM VERONAMARATHON 2017: LA BASILICA DI SAN ZENO SULLA MEDAGLIA
Abbigliamento Accessori Calzature
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL
LA TECNOLOGIA VIBRAM AI PIEDI DEL BIANCO