PRESENTATA LA ACEA MARATONA DI ROMA, A DUE GIORNI DALLA CHIUSURA ISCRIZIONI IN 15.000 AL VIA

Il Sindaco Marino e Enrico Castrucci

Il Sindaco Marino e Enrico Castrucci

Presentata oggi in Campidoglio la 21ª edizione dell’Acea Maratona di Roma che si svolgerà domenica 22 marzo. Alla presentazione sono intervenuti l’On. Ignazio Marino, Sindaco di Roma Capitale, al quale è stato consegnato il pettorale della Maratona di Roma numero 2024, come augurio per la candidatura olimpica di Roma oltre a un nutrito gruppo di autorità.

La 21ª Acea Maratona di Roma, evento IAAF Road Race Gold Label, si svolgerà domenica 22 marzo 2015 con partenza alle 8.50 da via dei Fori Imperiali e arrivo nello stesso luogo. I primi a partire saranno gli atleti in handbike. Le iscrizioni si chiudono il 5 marzo: ad oggi, le richieste di partecipazione di runner di 110 nazioni hanno raggiunto quota 15.000.
Nell’edizione 2014 l’Acea Maratona di Roma ha stabilito il nuovo record italiano con 14.875 arrivati, e a fine stagione è risultata 5^ in Europa e 17^ al mondo su 4305 maratone svoltesi nei cinque continenti.
L’evento sarà trasmesso in diretta su RaiSport dalle 8.35 alle 11.45 e in streaming sul portale www.raisport.rai.it.

Il percorso dell’Acea Maratona di Roma 2015 è uguale a quello dello scorso anno,  rinnovato rispetto alle precedenti edizioni. Il passaggio in via della Conciliazione con vista San Pietro è uno dei punti più amati dai podisti di tutto il mondo.
Via dei Fori Imperiali sarà sempre teatro dei due momenti più emozionanti della maratona: partenza e arrivo. Saranno entrambe all’altezza del Foro di Traiano-Campidoglio: la partenza in direzione di Piazza Venezia, via del Teatro Marcello, l’arrivo invece da via IV Novembre-Piazza Venezia, dunque fronte Colosseo. Il tracciato, mediamente scorrevole, contempla 77 cambi di direzione (nessuna curva a gomito) e circa 7,6 chilometri di sampietrini. Il passaggio di mezza maratona è fissato in via della Giuliana. Il percorso tocca quasi tutti i punti più importanti e famosi di Roma. Confermati i passaggi sul Ponte Settimia Spizzichino (al km 4,5), nel Traforo Umberto I (al km 41) e in via Nazionale e Largo Magnanapoli (al km 41,5 con a destra, sullo sfondo, il Quirinale). Domenica 22 marzo, con il pettorale di gara della Acea Maratona di Roma o della RomaFun si viaggia gratis sui mezzi pubblici (bus, tram e metro di Roma) grazie ad Atac e all’Amministrazione Capitolina. Pulizia delle strade e raccolta differenziata saranno assicurate dal city partner Ama.

Il Marathon Village sarà allestito, come da tradizione, al Palazzo dei Congressi dell’Eur (Piazza John F. Kennedy, 1). Quest’anno lo spazio espositivo è quasi raddoppiato con la presenza di stand anche al primo piano del sontuoso palazzo. Circa 21.000 mq (13.000 coperti e 8.000 scoperti) per l’accoglienza delle oltre 80.000 persone che visiteranno i 140 stand. Tre giorni, da giovedì 19 a sabato 21 marzo (dalle 10 alle 20), durante i quali si svolgeranno eventi culturali, scientifici, sportivi e di intrattenimento. Ci sarà anche l’animazione per i bambini curata da RadioBimbo e Oasi Park. Il Marathon Village è sede ufficiale del merchandise dell’evento targato New Balance e punto d’iscrizione alla RomaFun. L’ingresso è gratuito.

In campo femminile fari puntati sull’azzurra Deborah Toniolo, per la prima volta a Roma. La 37enne atleta di Schio (pb 2:28.31),  in forze al GS Forestale, sarà in gara con l’obiettivo di salire sul podio. Tra le più accreditate per il successo spiccano le due giovanissime etiopi Meseret Tolwalk (classe 1993 – pb 2:27.26) e Alemu Mokonnin Ourge (classe 1994, pb 2:31.20), e due esperte atlete dell’est, la bielorussa Nastassia Ivanova Staravoitava (pb 2:27.04) e l’ucraina Olena Burkovska (pb 2:27.07).
In campo maschile, a difendere i colori azzurri sarà Ruggero Pertile (pb 2:09.53), il 40enne patavino di Camposampiero, vincitore a Roma nel 2004, che ad agosto parteciperà ai Mondiali di Pechino. Al via, ma solo per un test propedeutico, ci saranno anche i due azzurri Andrea Lalli e Ahmed El Mazoury, che dopo la partecipazione ai societari di cross del 15 marzo correranno per 25-30 chilometri a Roma per testare le proprie condizioni in vista di altri impegni sulla distanza. In lizza per la vittoria ci saranno diversi atleti africani. I più accreditati sono i keniani John Kipkorir Komen (classe ’77 – pb 2:07.17) e Peter Chesang Kurui (classe ’90 – pb 2:08.56), gli etiopi Teshome Gelana Etana (classe ’83 – pb 2:07.37) e Habtamu Assefa Wakeyo (classe ’85 – pb 2:08.28) e il marocchino Mustapha El Aziz (classe ’85 – pb 2:07.55). Tra le possibili sorprese, ci potrebbero essere l’ucraino Oleksandr Sitkovskyy (classe ’78 – pb 2:09.14) e l’esordiente italiano Jamel Chatbi (classe ’84 – pb sulla mezza maratona 62:38).

Al via anche Giorgio Calcaterra, il più famoso ultramaratoneta italiano. Nato a Roma l’11 febbraio 1972, ha un legame con la Maratona di Roma davvero speciale. Nel 1982, a soli 10 anni, ha corso per la prima volta la stracittadina, all’epoca lunga 11 chilometri, assaggiando parte del percorso. Il 22 marzo, il runner romano ha deciso di onorare l’evento compiendo l’ennesima impresa personale: correre due volte consecutivamente la Maratona di Roma. L’obiettivo è quello di ispirare le persone e incoraggiarle a correre per il benessere personale.  Partirà insieme al gruppo di testa con l’obiettivo di chiudere i 42,195 chilometri in 2:30-2:40. Arrivato al traguardo, ricevuta la medaglia del finisher, proseguirà correndo per la seconda volta la maratona incitando e accompagnando tutti i podisti che raggiungerà lungo il percorso e chiuderà la prova di 84,390 chilometri insieme all’ultimo arrivato.

L’Acea Maratona di Roma sarà per gli atleti in handbike la prima gara del calendario 2015 della Federazione Ciclistica Italiana. Al via si aspettano oltre 50 atleti: il parterre dei partecipanti è in via di definizione. Alla maratona parteciperanno anche diversi atleti disabili che rientrano nelle categorie Cip.

Sono 42 i “fedelissimi” della Maratona di Roma, ossia coloro i quali hanno terminato tutte le 20 precedenti edizioni e che il 22 marzo si apprestano a correre per la ventunesima volta sulle strade della capitale. Tra questi ci sono Paola Cenni, la podista romana che nel 2013 ha raggiunto il traguardo delle 100 maratone terminate in carriera. Per lei l’esordio sulla distanza avvenne proprio in occasione della prima edizione del 1995. E ancora l’ex preparatore atletico dell’AS Roma Claudio Infusi, lo storico presidente dell’Amatori Villa Pamphili Sandro Curzi, e il marciatore capitolino Romano Dessì.

Non solo corsa, ma una città in festa”, un percorso culturale, artistico e musicale che offre al pubblico, gratuitamente, intrattenimento per la durata della gara. Quest’anno saranno oltre 50 gli eventi organizzati lungo il percorso (programma su maratonadiroma.it), inclusi alcuni Dj set a cura dell’ITIS M. Faraday. L’evento di punta sarà il tradizionale Festival Folkloristico Internazionale che si terrà all’interno del Circo Massimo. Di particolare prestigio la presenza delle Bande istituzionali della Marina Militare, della Finanza, della Polizia di Stato, dei Carabinieri, dei Granatieri di Sardegna e del corpo dei Vigili Urbani di Roma. Inoltre, grazie all’Assessorato alla Cultura di Roma capitale, gli iscritti alla maratona riceveranno la Marathon Art Card, esibendo la quale avranno diritto all’ingresso ridotto in tutti i musei del Sistema Museale di Roma Capitale dal 19 al 24 marzo 2015.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
CORRIPAVIA ‘Special Edition’: Quante novità per domenica
CONTINUA IL VIAGGIO DI ANNA VERSO LA HUAWEI VENICEMARATHON 2017: RAGGIUNTI I 30K
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
Abbigliamento Accessori Calzature
NUOVE ADIDAS ULTRABOOST ALL TERRAIN: TRASFORMA L’AUTUNNO NEL TUO ELEMENTO
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL