RECORDANDO, DOMENICA A TORINO TEST PER I MONDIALI DI 24 ORE

Domenica 1° marzo, alle ore 10 al Parco Ruffini, scatta la settima edizione di Recordando – 3° Memorial Fulvio Albanese, gara podistica organizzata dal Giro d’Italia Run. Oltre alla tradizionale prova sui 10 Km, occasione ideale per testare la condizione fisica dei podisti reduci dalla pausa invernale, la manifestazione, nata nel 2009 per celebrare l’impresa da Guinness dei Primati di Enzo Caporaso (51 maratone in altrettanti giorni consecutivi), vedrà anche la disputa di una prova sulle 6 Ore proprio sul circuito di 2.000 metri, omologato Fidal, che l’11-12 aprile 2015 farà da palcoscenico al Campionato Mondiale ed Europeo di 24 Ore. Si tratta di un circuito suggestivo e veloce, che prevede ad ogni giro un passaggio sulla pista dello stadio Primo Nebiolo, dove il pubblico, comodamente seduto in tribuna, potrà seguire anche in diretta sul maxischermo l’evolversi della competizione.

Saranno oltre 500 i podisti al via di Recordando (più o meno la stessa cifra-record di corridori che, provenienti da circa 40 nazioni, ad aprile animeranno il Mondiale di 24 Ore: si tratta dell’ennesimo primato del Giro d’Italia Run), dei quali oltre 130 iscritti alla prova sulle 6 Ore, compresi ben 19 atleti della Nazionale di 24 Ore. Accompagnata dallo staff dirigenziale, tecnico e medico al gran completo, la squadra azzurra sfruttrerà Recordando per sostenere una sorta di collaudo sul circuito iridato. Tra gli ultrapodisti convocati dalla Fidal per questo test ci sono l’alfiere azzurro Ivan Cudin, già campione europeo di 24 Ore nonché vincitore di tre Spartathlon (2010, 2011 e 2014), una delle corse su strada più lunghe e difficili al mondo (246 km con 3800 mt. di D+), i piemontesi Stefano Montagner, Nerino Paoletti e Paolo Rovera, e la pluricampionessa mondiale ed europea di 100 Km e 24 ore Monica Casiraghi. E ancora: Daniele Baranzini, Federico Borlenghi, Diego Ciattaglia, Nicolangelo D’Avanzo, Denis Lusi, Andrea Marcato, Tiziano Marchesi, Antonio Tallarita, Monica Barchetti, Sonia Lutterotti, Alica Nagyova, Laura Ravani, Sara Valdo e Luisa Zecchino. La prova servirà allo staff tecnico della Nazionale per definire la squadra maschile, visto che soltanto 9 dei 12 podisti convocati potranno indossare la maglia azzurra al prossimo Mondiale di 24 Ore.

Ma ai nastri di partenza della 6 Ore di Recordando ci sarà anche una celebrità del trail italiano come la valdostana Francesca Canepa, già vicecampionessa mondiale di ultra-trail e vincitrice di due Tor des Géants (2012 e 2013), che darà del bel filo da torcere a Patrizia Guarnieri, trionfatrice della prima edizione della 6 Ore di Torino. E attenzione anche al ligure Diego Di Toma, che torna in quel Parco Ruffini che nel 2010 fu teatro della conquista del suo titolo di campione italiano di 24 Ore, con 232 km macinati in un solo giorno, inteso come dì più notte, distanza che risulta a oggi il record dei campionati italiani di specialità.

Recordando non inaugurerà soltanto il percorso del prossimo Mondiale di 24 Ore ma battezzerà anche l’avventura da presidente del Giro d’Italia Run di Antonio Caporaso: il figlio d’arte di Enzo, alla sua prima uscita ufficiale, ha vouto ringraziare l’Assessore allo Sport e Tempo Libero della Città di Torino Stefano Gallo per il gran lavoro svolto per Torino Capitale Europea dello Sport 2015.

Iscrizioni a Recordando (10 km a 10 euro, 6 ore a 30 euro) su www.giroitaliarun.it oppure sabato 28 febbraio (dalle ore 15 alle 18.30) presso l’ingresso dello stadio Nebiolo o domenica 1 marzo in presso la zona-partenza fino a mezz’ora prima del via.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SPORTWAY LAGO MAGGIORE MARATHON: ATTENZIONE AL CAMBIO QUOTA!
CMP TRAIL: SI CORRE L’8 OTTOBRE!
TAGLIA, RITIRA LA MEDAGLIA E FA FINTA DI NULLA: VI DICO PERCHE’ HO RAGIONE IO
Abbigliamento Accessori Calzature
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL
LA TECNOLOGIA VIBRAM AI PIEDI DEL BIANCO