ANCORA UNA TAPPA AL FREDDO PER DANILO GOFFI IN PREPARAZIONE DI BOSTON

Condizioni meteo tipicamente invernali sono ormai diventate fedeli compagne di allenamento e di gara per Danilo Goffi: vento, freddo, acqua e neve, da sole o combinate tra loro, non perdono occasione per accompagnare il portacolori del Monza Marathon Team nelle tappe di avvicinamento alla Maratona di Boston. Ultima conferma di questa nuovo costante, la Corsa del Principe di domenica 22 febbraio.

“Mi serviva fare un lungo in compagnia, non in solitaria”, racconta l’attuale Campione Italiano di Maratona, “e già lo scorso anno avevo optato per un allenamento nella cornice di questa bella competizione. Ieri però le cose sono andate diversamente, ed eccezion fatta per i primi 10km, ho poi corso sempre da solo fino al traguardo. Il meteo è stata davvero poco clemente con noi atleti alla partenza: freddo pungente, pioggia e umidità si infilavano subdolamente nelle ossa, tanto che sono arrivato a correre sia con maglia a maniche lunghe, sia coi guanti, oltre ad esaurire la crema scaldante.”

Effettivamente, l’allenamento di Danilo non è stato molto semplice. Oltre al freddo pungente che non ha agevolato la sua corsa, l’atleta ha avvertito un dolore al retro coscia della gamba destra, a causa del quale è stato costretto a fermarsi per qualche secondo rallentando poi il ritmo fino alla fine dell’allenamento.
1:39’37” il tempo registrato dal cronometro ; un tempo che, proprio per la particolarità delle condizioni generali in cui ieri si è svolta la manifestazione, non rispecchia appieno lo stato di forma attuale del nervianese; un tempo che, di conseguenza, non può essere messo a confronto con quello rilevato la passata edizione, giornata con una meteo decisamente migliore. “Non posso fare confronti tra la mia Corsa del Principe di ieri e quella dello scorso anno, non sembravano nemmeno la stessa gara”, racconta infreddolito all’arrivo, “ma a parte l’inconveniente alla gamba negli ultimi chilometri, ho sentito delle buone sensazioni nel lungo. Mi sarebbe piaciuto non correre in solitaria, ma purtroppo le cose sono andate in questo modo; nonostante gli inconvenienti, sono però riuscito a portare a termine un bell’allenamento in una manifestazione sempre e comunque affascinante. Mi sento sicuramente meglio rispetto alla Mezza delle Due Perle; ma la vera e propria prova del nove sarà la prossima settimana in occasione della RomaOstia. E’ da un po’ che manco da Roma e gli organizzatori hanno fatto tutto il possibile per avermi al via: non vedo l’ora di essere sua linea di partenza per dare, ancora una volta, il massimo.”

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Presentata la Generali Milano Marathon con Urbano Cairo. T-shirt by Under Armour
E’ da record la 1^ Edizione della Raiffeisen Bank Bucharest MARATHON
Mezza di Treviso tutta italiana: Solone e Boccalini trionfano a tempo di record       
Abbigliamento Accessori Calzature
Brooks lancia i modelli Levitate 2, Bedlam e Ricochet, dotati di intersuola con tecnologia DNA AMP
FreeLifenergy e Sziols Sport Glasses, una partnership naturale
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
#pastaparty
Carolina Chisalé, vincitrice Salomon Running 2017 a #pastaparty
Cagliari Urban Trail, emozionante da vedere e da vivere
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile