AL LIBERTY CENTER DI SALSOMAGGIORE SI RIPERCORRE LA STORIA DELLA MARATONA E 1/2 DELLE TERRE VERDIANE

foto terre verdiane2La 18° edizione della Maratona e 1/2 delle Terre Verdiane si unisce al Liberty Center di Salsomaggiore nell’intento di valorizzare la nota città termale durante questo evento, per mostrarla al meglio agli atleti provenenti non solo da tutta Italia ma anche dalle più disparate parti del Mondo.
La gara o meglio le gare che prenderanno il via da Viale Matteotti il 22 di febbraio alle ore 9,00 vivranno attraverso la storia dell’evento presentato nei negozi del centro cittadino, che verranno allestiti con foto e cimeli dell’edizioni passate della maratona.
Il Liberty Center si trova nel cuore della città Termale, piazza Libertà sede Municipale il Maratona Terre Verdiane Point, ed è punto di riferimento dell’iniziativa, con esposti in bella mostra i manifesti originali delle prime edizioni a firma di Stefano Baldini e Maria Guida, quando ancora non avevano conquistato le loro medaglie più significative.
Poi medaglieri, trofei e foto storiche che hanno caratterizzato questi 18 anni di corse e gare.

Inoltre, per volere del Liberty Center e dell’Amministrazione comunale, da lunedì 16 febbraio verrà inaugurata, presso le sale espositive della palazzina Warowland, la mostra dedicata alle foto più suggestive dei 18° anni della Maratona TV.
Agli scatti dei fotografi che si sono dilettati in questi ultimi anni, da Parmigiani & Davighi del Circolo Zoom di Salsomaggiore, spina dorsale di quest’iniziativa, a Frigeri i Mignosa, ai Gualazzini, Ottobrino, Romano e Pezzani per citarne solo alcuni, si aggiungono le foto dei concorsi fotografici dei primi anni, di Catellani , Bolondi , Reggiani, Lagrasta , Montali, Zanni e tanti altri.

Il Liberty Center per arricchire il tesoro fotografico raccolto attraverso tante mostre ed esposizioni, ha fatto sviluppare alcune tavole che rappresentano gli attraversamenti più significativi dei cinque comuni uniti dall’evento, Salsomaggiore, Fidenza, Fontanellato, Sorgano e Busseto: la gara dedicata al  grande Maestro Giuseppe Verdi è densa di ricordi storici ed architettonici, chiese, cattedrali, rocche e corti, il passaggio dentro la Rocca Meli Lupi di Sorgana per gentile concessione del Principe Diofebo, strade di campagna e casolari sparsi nella Bassa parmense, compongono una miscela di grande suggestione emotiva che accompagnata a tratti dalle arie delle Opere del Cigno di Busseto rendono l’evento unico ed inimitabile.

Oltre all’appuntamento con la storia, l’accoglienza del Sabato al Palazzo dei Congressi con il Buffet d’accoglienza del 21 febbraio permetteranno agli atleti di vivere giornate indimenticabili.

Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto