KENENISA BEKELE E ASELEFECH MERGIA PUNTANO AL RECORD A DUBAI

Ph. Giancarlo Colombo / photorun.net

In edizioni recenti della Standard Chartered Dubai Marathon è successo che debuttanti vincessero in maniera sensazionale e in tre occasioni questo è accaduto con il tempo sotto i 2:05 e c’è il sentore che possa succedere di nuovo venerdì.

Si può pensare quasi che sia un campionato nazionale Etiope vista l’abbondanza di atleti di talento di questa nazionalità, tra questi Kenenisa Bekele, che dichiara: “Mi sento sicuro, sono contento e so che sono più preparato che mai.”- “ questa è una corsa importante perché voglio migliorare il mio tempo, sono venuto qui per fare la storia, ma non si può mai sentire la vittoria in tasca, non si può mai essere sicuri, altrimenti non sarebbe una gara”. Bekele dovrà vedersela tra l’altro con Lelisa Desisa, proprio uno di quei debuttanti vincenti a Dubai, che due anni fa ha corso in 2:04:45.

Anche il manager conferma lo stato di forma del campione etiope, che ha recentemente ha cambiato allenatore, e ritmi di allenamento, passando all’Italiano Renato Canova.

L’obiettivo per tutti e quello di abbassare I tempi, viste le caratteristiche del tracciato, ma l’Event Director Peter Connerton ha ambizioni più importanti: “Non vogliamo parlare del record del mondo per venerdì, ma è sempre possibile e penso che un giorno lo infrangeremo qui, non so quando. Abbiamo il tracciato più veloce e più piatto del mondo e anche gli atleti migliori, quest’anno Kenenisa”

Il record del tracciato è un obiettivo anche per le donne e l’attuale detentrice è pronta ad attaccare: ”Se tutto va bene posso correre sotto I 2:20 e abbattere il record del tracciato. Sono forte quanto lo ero prima della maternità”, ha dichiarato Aselefech Mergia, che ha messo alla luce la figlia Sena nel giugno 2013. “E’ stato difficile rimettersi in forma, soprattutto liberarsi dei chili acquisiti durante la gravidanza, ma ora sono tornata al mio peso”

Ha aggiunto:” correre a lae Frankfurt Marathon in Ottobre era un’opzione, ma non ero ancora abbastanza in condizione. Volevo rientrare solo una volta raggiunto il massimo, ora ho avuto tempo di allenarmi bene per 4 mesi e sono pronto. Il mio obiettivo è vincere”. Oltre alla gloria, anche il premio in denaro di 200,000 riservato al vincitore, il più alto in una maratona.

“Sono sicura, ma ovviamente so che non sarà facile, tutti gli atleti che vengono a Dubai sono competitivi”, ha concluso la Megia, che affronterà la campionessa uscente, etiope come lei, Mulu Seboka e la keniana Lucy Kabuu.

Top runner, Men:
Lelisa Desisa ETH 2:04:45
Berhanu Shiferaw ETH 2:04:48
Feyisa Lilesa ETH 2:04:52
Kenenisa Bekele ETH 2:05:04
Bazu Worku ETH 2:05:25
Girmay Birhanu ETH 2:05:49
Chele Dechase ETH 2:06:33
Limenih Getachew ETH 2:06:49
Tebalu Zawude ETH 2:07:10
Belay Asefa ETH 2:07:10
Deribe Robi ETH 2:07:16
Amanuel Mesel ERI 2:08:17
Habtamu Assefa ETH 2:08:28
Adugna Takele ETH 2:08:37
Sisay Lemma ETH 2:09:02
Ghirmay Ghebreslassie ETH 2:09:08
Ezikiel Chebii KEN 2:09:15
Asmare Workneh ETH 2:09:20
Vitaly Shafar UKR 2:09:37
Afewerk Mesfin ETH 2:09:47
Andualem Belay ETH Debut
Mule Wasihum ETH Debut
Abde Fufa ETH Debut

Donne:

Aselefech Mergia ETH 2:19:31
Lucy Kabuu KEN 2:19:34
Meselech Melkamu ETH 2:21:01
Aliaksandra Duliba BLR 2:21:29
Askale Tafa ETH 2:21:31
Mamitu Daska ETH 2:21:59
Atsede Baysa ETH 2:22:02
Aberu Kebede ETH 2:22:21
Tadelech Bekele ETH 2:23:02
Mulu Seboka ETH 2:23:12
Firehiwot Dado ETH 2:23:15
Isabellah Andersson SWE 2:23:41
Abebech Afework ETH 2:23:59
Haydar Sultan TUR 2:25:07
Azalech Masresha ETH 2:25:34
Ashete Bekere ETH 2:26:00
Aberu Mekuria ETH 2:26:07
Mestawet Tufa ETH 2:26:20
Betelhem Moges ETH 2:26:42
Rebecca Chesire KEN 2:27:16
Meseret Kitata ETH 2:27:26
Fantu Eticha ETH 2:27:31
Beata Nandjala NAM 2:27:54
Gladys Cherono KEN Debut
Shure Demissie ETH Debut

Lascia un commento

Freelifenergy
Lo sport è scienza con equipeenervit.com
I vantaggi della capillarizzazione nello sport
Corsa e metodo brucia grassi
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video