GRAN PRIX IUTA 2014 DI ULTRAMARTONA, DECRETATI I VINCITORI: VITO INTINI E LUISA ZECCHINO

Al Granx Prix IUTA 2014 vincono Vito Intini e Luisa Zecchino, nella classifica di società la vittoria è andata ai Runners Bergamo, per il secondo anno consecutivo e quinto successo nei 12 anni della storia GP IUTA. Le premiazioni generali si terranno il 15 marzo a Putignano (BA) ore 10.00 sulla piazza Aldo Moro. Quest’anno per la prima volta è stato poi istituito anche il criterium regionale che si suddivide in tre fasce Sud, Centro e Nord.

Il GP IUTA esiste dal 2003 e contiene tutta la storia italiana dell’ultramaratona di questo secolo, nonostante la poca visibilità generale per un circuito di gare che in altri sport è quello più importante, gli atleti che vi partecipano sono di grande caratura.

Sfogliando l’albo d’oro troviamo nomi di atleti ed atlete che hanno vestito la maglia azzurra e stabilito varie record nell’ultramaraton, elenco che si è arricchito nel 2014.  Il 12° Grand Prix IUTA di Ultramaratona individuale e di società che ha visto ben 22 prove valide per decretare i vari vincitori tra i 334 atleti partecipanti.

La classifica femminile ha visto protagonista la pugliese e nazionale Luisa Zecchino (Marathon Massafra) con 617,63 punti il suo dominio stagionale è iniziato a marzo con la 6 ore di San Giuseppe a Putignano e si è concluso ad ottobre con la 24 ore Run & Go Festival sempre a Putignano dove percorrendo 209,150 Km ha ottenuto la miglior prestazione femminile italiana dell’anno. Su di lei punterà la squadra italiana al prossimo mondiale 2015 nella 24 ore che si terrà a Torino. Il secondo posto con grande tenacia l’ha ottenuto Sonia Lutterotti (Gardasportevents) con 532,61 punti. Lei è sempre nei primi posti e nonostante i suoi anni è una presenza certa nella nazionale. La 3° donna è “wonder woman” Angela Gargano (Barletta Sportiva) con 437,71 punti, pugliese anche lei e sempre presente nei primi posti del Grand Prix nonchè vincitrice del Grand Prix IUTA nel 2008, con oltre 630 Maratone e Ultramaratona percorse è al primo posto in Italia in questa speciale classifica.

In campo maschile è stata lotta sui singoli punti e posizioni fino all’ultima gara. Quattro Atleti Eduardo Aguilar (Farnese Vini Pescara), Nicola Zuccarello (Avis Taglio di Po), Vito Intini (Amatori Putignano) e Fabrizio Samuele (G.P. Angolano) raggruppati in 14 punti prima dell’ultima prova. Vito Intini, nazionale e anche lui pugliese ha staccato gli altri tre con una prestazione finale minimale. Alla 24 ore di Lavello ha ottenuto quei punti per superare nel fotofinish Eduardo Anguilar poco più di 4 punti! I primi 5 posti sono racchiusi in 28 punti mai così avvincente nei 12 anni del Grand Prix Iuta. 1° posto Vito Intini (Amatori Putignano) con 593,17 punti; 2° posto Eduardo Aguilar (Farnese Vini Pescara) con 588,74 punti; 3° posto Nicola Zuccarello (G.P.Avis Taglio del Po) con 582,88 punti; 4° posto Fabrizio Samuele (G.P. Angolano) con 574,45 punti; 5° posto Nicolangelo D’Avanzo (Bisceglie Running) con 565,19 punti. E’ il secondo trionfo nel Grand Prix IUTA dopo il 2010 per Vito Intini, solo Carlo Ascoli è riuscito nell’impresa di aggiudicarsi 2 volte il Grand Prix IUTA.

La lotta nella classifica di società era già decisa per il primo posto con la affermazione dei Runners Bergamo per il secondo anno consecutivo ed il quinto successo nei 12 anni della storia GP IUTA ma per il secondo posto erano quattro le società in lizza: Road Runners Club Milano, Barletta Sportiva, Happy Runners Altamura e Amatori Putignano. Alla fine sul podio insieme ai vincitori di Bergamo con 7308,92 punti sono saliti come 2° Barletta Sportiva con 2470,46 punti e 3° i RRC Milano con 2443,88 punti.

Da notare la forte crescita del movimento pugliese nell’Ultramaratona. Oltre la vincita nella classifica individuale sia femminile (Luisa Zecchino) che maschile (Vito Intini) anche nella classifica di società sono 3 le società pugliesi (Amatori Putignano, Barletta Sportiva e Happy Runners Altamura) presenti nei primi 5 posti.

Quest’anno come prima volta è stato istituito il criterium regionale che si suddivide in tre fasce Sud, Centro e Nord.

Nel Sud c’è stata la vittoria maschile di Nicolangelo D’Avanzo (Bisceglie Running) 414,2 punti davanti a Giuseppe Mangione (Barletta Sportiva) 384,9 punti e quella femminile di Luisa Zecchino (Marathon Massafra) con 399,8 punti su Angela Gargano (Barletta Sportiva) 272,9 punti.

Nel Centro Matteo Marconi (Seven Savignano) con 308,9 punti ha vinto su Graziano Guerrieri (Team Warriors Pisa) 295,6 punti e Laura Ravani (Runners Bergamo) con 207,6 punti su Lorena Piastra (Circolo Dipendenti Perugina) 204,4 punti.

Infine nel nord la vittoria maschile è andata a Santo Borella (Runners Bergamo) 315,8 punti davanti a Gianluca Bellato (Applerun Team) 272,6 punti e quella femminile a Sonia Lutterotti (Gardasportevents) con 257,3 punti su Maria Bellato (Applerun Team) 249,6 punti.

Lascia un commento

Freelifenergy
Lo sport è scienza con equipeenervit.com
I vantaggi della capillarizzazione nello sport
Corsa e metodo brucia grassi
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video