CROSS PER TUTTI A CESANO MADERNO

Graziati dalla meteo. Già, perché dopo tre anni in balia di acqua, fango e freddo, Cesano Maderno festeggia l’apertura del Cross per Tutti 2015 all’asciutto: non c’è il sole – almeno di prima mattina, ma fortunatamente non diluvia. È vero che la corsa campestre è la disciplina per antonomasia votata al fango, ma gli organizzatori questa volta ringraziano la clemenza meteorologica. E anche se non bagnato, l’avvio del circuito lombardo di corsa campestre organizzato con Fidal Milano e sotto il patrocinio di Fidal Lombardia, è comunque fortunato: oltre 1200 gli atleti che hanno tagliato il traguardo questa mattina.

Ma veniamo ora ai numeri, sia in termini di partecipanti, sia di risultati.

Come da tradizione, ad aprire le danze sono i ragazzotti più maturi delle categorie da SM50 a SM80 – e oltre. Temerari, non spaventati dalla nebbiolina che aleggia sui campi di Cesano Maderno, in 103 si presentano sulla linea di partenza.

Il più veloce di tutti è Mario Farina che percorre i 6km gara in 20’12”. Dietro al portacolori della Daini Carate Brianza, altri due compagni della categoria SM50: Michelangelo Morlacchi/Runners Bergamo (20’30”) e Paolo Viganó/Polisportiva Besanese (20’33”). È invece un testa a testa fino all’ultimo metro tra gli atleti SM55: la spunta Zeffiro Pesce/GS Marathon Max su Pietro Britta/EuroAtletica 2002 (21’24” su 21’27”); dietro di loro, Domenico Orlando/Azzurra Garbagnate Milanese in 22’11”. Gradino più basso del podio per l’Atletica Cinisello, che si aggiudica la terza piazza nella categoria SM60 con Giuliano Villani (22’53”); davanti a lui, Martino Palmieri/EuroAtletica 2003 in 21’44” e Flavio Mangili/Bergamo Stats Atletica in 23’38”. Più rilassata la classifica SM65: domina infatti Michele Colace/PBM Bovisio Masciago (23’23”); dietro di lui, staccati di oltre due minuti, Giuseppe Conti/Atletica Cinisello (25’24”) e Giuseppe Faè/GS Montestella (25’50”). Dopo un terzo e un secondo posto, l’Atletica Cinisello agguanta il gradino più alto del podio con Nunzio Davanzo che vince nella categoria SM70 (27’03”), superando Mario Marcat/GS Montestella (28’00”) e Adolfo Di Rocco/Ondaverde Athletic Team (30’08”). Si sale di categoria, ma migliora la prestazione cronometrica finale: Fernando Rocca, primo SM75, chiude infatti meglio dei primi due classificati del precedente gruppo. Il rappresentante della PBM Bovisio Masciago copre i 6km in 26’19” davanti ai sempreverdi Remo Andreolli/Atletica Cinisello (27’41”) e Oscar Iacoboni/EuroAtletica 2002 (30’02”). Unico rappresentante al traguardo tra gli SM80, Pasquale Perri della Libertas Atletica Lamezia con un tempo finale di 34’32”.

 

Frizzanti gli atleti in gara e interessanti i risultati della seconda prova di giornata: medesima distanza, 6km, per Promesse e Senior fino a SM45.

Il primo dei 176 runners al traguardo nella classifica generale è Giacomo Giani/CUS dei Laghi Atletica Varese: 18’30” il crono che gli permettere di vincere su Daniele Giardiello/Cantù Atletica (18’48”), a sua volta vittorioso per un soffio su Fabio Antonio Giudici/Atletica Rovellasca (18’50”). Quarto assoluto dietro al podio interamente occupato dai Senior Maschili, Driss Jezm: il portabandiera dei Runners Bergamo, categoria SM45, conclude la sua prova in 18’52” davanti al compagno di squadra Giovanni Moretti (19’34”); terzo gradino del podio SM45 per Matteo Crotti/GP I Gamber de Cuncuress (19’43”). Settimo posto assoluto -meglio di alcuni atleti più giovani, per Stefano Ripamonti/GS Cometa: 19’19” per questo SM40 che si impone su Gerardo Milo/PBM Bovisio Masciago (19’35”) e Pietro Broggini/Monza Marathon Team (19’48”). È della provincia di Varese il primo al traguardo nella categoria SM35: appartiene infatti alla Pro Patria ARC Busto Arsizio Marco Moroni, che si impone in volata su Leonardo Costa/Daini Carate Brianza e Fabrizio Rosson/Atletica Cinisello – 19’38”, 19’44” e 19’45” i rispettivi tempi. E, per finire la seconda gara di giornata, i risultati delle Promesse: vittoria per Federico Perugini dell’Atletica Monza, quinto assoluto, che in 18’58” supera Andrea Bellandi/Atletica Cinisello (19’26”) e Riccardo Arienti/Friesian Team (19’48”).

 

Sono 4 i km sui quali si misurano i  ragazzi più giovani insieme alla nutrita compagine femminile: 117 atleti al traguardo per la terza prova vinta dall’Allievo Matteo Schiavone/Atletica Monza in 11’59”; seconda piazza assoluta e di categoria per l’Atletica Bergamo 1959 CreBerg con Abdelhakim Elliasmine (12’01”); terzo Allievo, Mattia Rinaldi/Atletica Cento Torri Pavia (12’12”). Terza piazza assoluta al primo Juniores, Yassine Fatmi/US San Vittore Olona (12’01”), che si impone su Edoardo Carelli/Atletica Monza (12’37”) e su Alessandro Pocaterra/Friesian Team (13’12”).

 

La terza prova vede impegnate anche le donne.

Su tutte si impone la Senior Chiara Rossi dell’Atletica Monza: 24.a assoluta, il suo tempo di 13.54 la piazza con un buon margine davanti a Silvia Radaelli/Atletica Cesano Maderno (14’25”) e a Valentina Spillare/N. Atletica Varese (14’56”). In termini di categoria, la seconda miglior prestazione è quella della SF40 Alessandra Arcuri/Atletica Monza che non fatica a superare Simona Leone/GS Montestella e Alessandra Cagliani/Atleticrals2 Teatro alla Scala – 14’28”, 15’35” e 15’42” i loro tempi. Notevole la prestazione di Elena Giovanna Fustella/Atletica Lecco-Colombo Costruzioni: con 14’39” non solo si impone nella categoria SF50, ma surclassa molte atlete più giovani.  Completano il podio Giusy Verga/Road Runners Club Milano (15’30”) e Roberta Ghezzi/PBM Bovisio Masciago in 15’48”.

Questi invece i podi delle altre categorie SF: Isabella Labonia/Atletica Paratico si impone tra le SF35 in 14’37”; dietro di lei, Valeria Galimberti, portacolori dei padroni di casa, l’Atletica Cesano Maderno, e Cinzia Lischetti/GS Marathon Max – 14’41” e 14’56”. Tra le SF45 la vittoria va a Nadia Guffanti/PBM Bovisio Masciago (15’24”); secondo posto per Maria Cortina/Happy Runner Club (16’21”); terza, Veronica Casaretti/Atletica Monza (16’47”). Con un tempo finale di 15’30”, è Maria Lorenzoni/Atletica 85 Faenza a primeggiare tra le SF55; completano il podio Gianna Rigamonti/ASD Marciacaratesi (16’42”) e Patrizia Cortellezzi/PBM Bovisio Masciago (16’50”). Due le atlete della categoria SF65: Osanna Rastelli/Atletica Cinisello (19’42”) e Gabriella Bancora/GP Avis Castelraimondo (20’49”).

Terminate queste prime tre prove, i campi di Cesano Maderno si animano delle voci e dei colori dei più piccolini. È infatti la volta degli Esordienti che, suddivisi per fasce di età nelle dieci gare loro riservate, contagiano tutti i presenti con il loro entusiasmo. Ed è una impresa titanica, ma altrettanto divertente e ben riuscita, tenere a bada i 538 atleti in miniatura che si sono messi alla prova. Piccoli atleti che si sono poi fermati ad osservare le prove dei più grandicelli. Prima è la volta delle Ragazze, categoria che vede il trionfo di Susanna Marsigliani dell’Atletica Muggió in 03’20”; dietro di lei, Sonia Bonanomi/Atletica Cassano (03’31”), e Clara Nespoli/Atletica Cis Nova Giussano (03’32”). Al maschile, il più veloce di pari categoria sul km di gara è stato Riccardo Lavazza: il portacolori della Polisportiva Bienate Magnago ferma il cronometro a 03’08”. Solo due secondi lo dividono da Paolo Piganzoli/5 Cerchi Seregno, medaglia di argento; sei secondi lo separano dal bronzo conquistato da Luca Riccardi/Atletica Muggió.

Chiudono la giornata le due gare riservate alla categoria Cadetti. Dapprima le femmine, tra le quali si impone Marisabel Nespoli dell’Atletica Vis Nova Giussano in 06’59”; secondo posto per Federica Maggio dell’US Cirtus Binasco in 07’28”; terza piazza per Valeria Vaghi del Friesian Team in 07’41”.

Oro e argento alla Polisportiva Bienate Magnago tra i Cadetti: vince facile, accompagnato da forti raffiche di vento nel finale, Giulio Palummieri (06’14”) sul compagno di squadra Suhail Haida (06’30”); gradino più basso del podio per Matteo Burburan/Atletica Monza in 06’33”.

“Siamo orgogliosi di aver inaugurato la quarta edizione del Cross per Tutti”, ci spiega a fine giornata Luca Caffù, Presidente dell’Atletica Cesano Maderno. “Organizzare una mattinata intera di gare in cui tutto deve funzionare alla perfezione come gli ingranaggi che muovono un orologio, é faticoso.  Ma ogni sforzo viene ben ripagato dai sorrisi e dall’entusiasmo di ogni atleta che si presenta al via e taglia poi il traguardo.”

Cesano Maderno ha rotto il ghiaccio: il testimone passa ora a Seveso dove il Cross per Tutti approda domenica 25 gennaio p.v.

Lascia un commento

Freelifenergy
Lo sport è scienza con equipeenervit.com
I vantaggi della capillarizzazione nello sport
Corsa e metodo brucia grassi
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video