BETSY SAINA, DALLE UNIVERSITA’ AMERICANE AL FANGO DEL CAMPACCIO

Per la keniana un 2014 eccezionale: E’ la più forte al mondo nei 10km su strada

(San Giorgio su Legnano) – La leggenda continua e il 6 Gennaio si rinnoverà ancora una volta con la 58a edizione del Campaccio Cross Country. Centinaia intanto sono gli atleti iscritti alla gara amatoriale del mattino e a quelle seguenti delle categorie giovanili, che poi sono il futuro, la base della nostra atletica, le future medaglie mondiali o, speriamo, addirittura olimpiche.

Organizzare una gara di simile livello non è semplice, intanto ci vogliono continui contatti con i manager degli atleti più forti del mondo. Come è accaduto ancora oggi grazie al direttore tecnico Marcello Magnani che ha fatto si che al via ci fosse anche la keniana Betsy Saina.

Classe 1988, atleta degli altipiani ma che ha respirato aria americana, come è ormai l’impronta di questa edizione del Campaccio. Betsy, è professionista solo da due anni ma ha avuto una brillante carriera nell’università americana di Iowa State vincendo anche il titolo NCAA di cross nel 2012. La talentuosa atleta vanta nel 2014 il settimo tempo al mondo sui 5000m con 14’39”49, il terzo tempo al mondo sui 10000m con 30’57”30 ed è la leader al mondo 2014 sui 10km su strada con 30’46” realizzato a Tilburg in Olanda lo scorso settembre. In ottobre ha debuttato a Boston sulla mezza maratona chiudendo la gara in quarta posizione in 1h09’27”.

Emozionata per il suo ritorno nella corsa campestre: “Dopo il college questo sarà il mio ritorno sul cross e anche il mio debutto europeo in corsa campestre. Mi hanno parlato veramente bene del Campaccio, mi hanno raccontato della sua storia e quindi sono onorata dell’invito. Correrò solo un’altra campestre prima di dedicarmi esclusivamente alla pista indoor e poi alle outdoor dove ho grandi progetti per il 2015.Vorrei che il Campaccio diventasse la base per un grande anno”.

Ritorna in Europa dopo un lungo periodo di allenamento a Iten in Kenya e si dice pronta alla competizione contro le avversarie di rango “Sto bene e mi sono allenata parecchio a casa al centro della Kiplagat, spero solo non ci sia troppo freddo e poi voglio proprio divertirmi: quando il mio corpo è rilassato riesco a correre anche più forte e non temo le altre forti atlete che mi hanno detto saranno al via”.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Sara Dossena contro tutti alla “stra”. L’Eden della corsa è a Livigno
Napoli running vuole te: Diventa volontario (e porta un amico)
Mondiali 100km, il ct Paolo Germanetto: “Niente donne e solo 5 uomini perchè…”
Abbigliamento Accessori Calzature
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
MIZUNO PRESENTA LA NUOVA COLEZIONE TRAIL RUNNING.
Con le Glycerin 16 Brooks presenta la nuova tecnologia DNA LOFT, per un esperienza di corsa più morbida.
#pastaparty
Cagliari Urban Trail, emozionante da vedere e da vivere
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile
Il 18 dicembre Pisa Marathon compie 20 anni