L’ITALIA DEL CROSS PUNTA SUI GIOVANI

di Diego Sampaolo

I prati di Borovets vicino a Samokov ospiteranno la ventunesima edizione dei Campionati Europei di Corsa Campestre Domenica 14 Dicembre. La località bulgara situata a 1350 metri di altitudine è nota agli appassionati per aver ospitato lo scorso anno i Campionati Europei di Corsa in Montagna ed è sede di competizioni degli sport invernali.

Saranno dodici i titoli in palio (sei individuali e sei a squadre) nelle tre categorie juniores, under 23 e seniores. L’Italia si presenta a questo tradizionale appuntamento dicembrino con venticinque atleti (14 uomini e 11 donne) ma dovrà fare a meno di pedine importanti come Andrea Lalli (campione europeo in tutte le tre categorie), il veterano Gabriele De Nard, Veronica Inglese (la migliore delle azzurre lo scorso anno con il suo ottavo posto), Nadia Ejjafini e i gemelli livornesi Lorenzo e Samuele Dini. La squadra azzurra guidata dal Direttore Tecnico Organizzativo della Fidal Massimo Magnani presenta un atleta navigato come il grossetano Stefano La Rosa, ottavo classificato agli ultimi Campionati Europei di Zurigo sui 10000 metri e proiettato verso un possibile debutto in maratona, Ahmed El Mazoury, dato in buone condizioni di forma, il siepista Patrick Nasti e Marouan Razine.

“Le parole d’ordine per tutti dovranno essere combattività e senso di responsabilità”, ha detto Magnani all’Ufficio Stampa della Fidal.

La squadra femminile presenta Elena Romagnolo, in buone condizioni di forma dopo il buon settimo posto al prestigioso cross di Soria e tre mamme Fatna Maraoui, Federica Dal Ri e Jessica Pulina. Maraoui si è classificata sesta di recente al cross francese de l’Acier alle spalle della francese Sophie Duarte e dell’irlandese Fionnuala Britton che si sono aggiudicate le edizioni degli Europei di Cross rispettivamente nel 2013 e nel 2013

Le maggiori speranze azzurre per piazzamenti di prestigio saranno riposte sulle squadre giovanili guidate dal Direttore Tecnico Stefano Baldini. Su tutti spiccano nomi già noti agli appassionati come il diciottenne Yeman Crippa, decimo ai Mondiali Juniores di Eugene sui 1500 metri, e il diciassettenne Yohannes Chiappinelli, sesto sui 3000 siepi ai Mondiali Juniores di Eugene con il suo record personale di 8’43’18” e migliore azzurrino della spedizione italiana nella città dell’Oregon. I due ragazzi di origine etiope, che condividono la storia comune di ragazzi adottati da famiglie italiane, hanno contribuito al brillante sesto posto a squadre ai Mondiali di Cross di Bydgoszcz 2013 nella gara juniores. Chiappinelli dovrà vedersela con il tedesco Patrick Karl e il francese Medhi Belhadj, rispettivamente dodicesimo e quattordicesimo ai Mondiali di Eugene. Lo scorso anno l’Italia conquistò un prestigioso terzo posto nella gara juniores a squadre maschile alle spalle della Francia e della Russia.

Nekagenet Crippa, fratello di Yeman, guiderà la squadra italiana under 23 insieme a Italo Quazzola, Daniele D’Onofrio e Abdelmijid Ed Derraz. Possibile candidato per l’oro continentale in questa categoria potrebbe essere il ventiduenne britannico Callum Hawkins, settimo a Belgrado lo scorso anno nella gara under 23 e vincitore nella classifica a squadre. Attenzione anche al belga di origini keniane Isaac Kimeli e al russo Michail Strelkov, secondo e terzo nella gara juniores a Belgrado 2013. La squadra di casa punterà molto su Mitko Tsenov, medaglia d’argento lo scorso anno sui prati di Belgrado.

In campo femminile i fari saranno puntati sulla milanese di origini ucraine Nicole Svetlana Reina, quarta alle Olimpiadi Giovanili di Nanchino 2014 sui 2000 siepi e quinta ai Mondiali allievi sulla stessa distanza a Donetsk 2013 nonché pluriprimatista italiana allieve su diverse distanze del mezzofondo in pista. L’allieva di Giorgio Rondelli è stata di recente brillante seconda nella gara juniores del cross. La grande favorita della gara juniores sarà la turca Emine Hatun Tuna, medaglia d’argento sui 3000 metri agli Europei Juniores di Rieti 2013 alle spalle della fortissima britannica Emelia Gorecka, vincitrice della gara juniores nella passata edizione degli Europei di Cross e candidata al successo nella gara under 23 quest’anno in una gara che si preannuncia come un duello tutto britannico con la talentuosa ottocentista Jessica Judd, quarta ai Giochi del Commonwealth sugli 800 e vincitrice sui prati di Liverpool della prova di selezione britannica per la rassegna continentale

L’obiettivo del team diretto da Baldini sarà quello di confermare il quarto a livello femminile ottenuti a Belgrado nel 2013.

“Sia a livello maschile che femminile possiamo contare su atleti che, seppure giovanissimi, hanno già maturato significative esperienze in ambito internazionale”, ha detto il Direttore Nazionale delle Nazionali Giovanili Stefano Baldini.

Da seguire con particolare attenzione anche l’altoatesina Anna Stefani, quinta agli Europei Juniores di Rieti sui 5000 metri, Angelica Olmo, bronzo agli Europei Juniores di Triathlon e Alice Cocco, campionessa italiana juniores di corsa campestre.

In campo internazionale il momento clou sarà rappresentato dalla sfida nella gara seniores femminile tra la portoghese Sara Moreira, terza all’ultima maratona di New York e campionessa europea indoor sui 3000 metri a Goteborg 2013, l’irlandese Fionnuala Britton, due volte campionessa europea di cross a Velenje 2011 e Belgrado 2012 e vincitrice nella gara a squadre due anni fa, la campionessa europea in carica Sophie Duarte della Francia e la britannica Gemma Steel, seconda lo scorso anno, la belga Almenesh Belete, sesta lo scorso anno, le ex campionesse europee juniores Karoline Bjerkelj Grovdal della Norvegia e Stephanie Twell (tre volte vincitrice nella gara under 20 nel 2006, 2007 e 2008) e la britannica Elish McColgan. figlia d’arte dell’ex campionessa mondiale dei 10000 metri Liz McColgan.

La gara maschile seniores si preannuncia come una rivincita dell’anno scorso tra lo spagnolo Alemayehu Bezabeh (due volte campione europeo della specialità), il turco di origini keniane Polat Arkan e il francese Hassan Chahdi oltre all’altro turco Ali Kaya (bronzo sui 10000 metri agli Europei di Zurigo).

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
PISAMARATHON PER TUTTI: 42, 21, 14, 7 e 3 km
AGSM VERONAMARATHON 2017: LA BASILICA DI SAN ZENO SULLA MEDAGLIA
Abbigliamento Accessori Calzature
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL
LA TECNOLOGIA VIBRAM AI PIEDI DEL BIANCO