LA FIDAL PRESENTA RUNCARD, TANTI VANTAGGI E QUALCHE PROBLEMA?

Tra qualche ora sarà presentato a Roma il progetto RUNCARD della FIDAL, ideato per fornire strumenti, servizi e assistenza a coloro che praticano il running in Italia, con lo scopo di diffonderne la pratica.

In attesa di capire quali saranno realmente i tanti vantaggi per i podisti, sembra che siano già sorti problemi con le possibilità di iscrivere i partecipanti stranieri. A tal proposito riceviamo la lettera dell’organizzatore della Garda Trentino Half Marathon Sandro Poli, che riportiamo qui sotto:

Spettabile Redazione

si sente parlare di RUNCARD, 30 euro per poter correre se non sei tesserato. A me sembra l’ultima “idiozia!” scusatemi il termine ma non me ne vengono in mente altri per gravare di costi chi organizza eventi sportivi, ma non solo mi sembra una genialata inventata per far passare tutti i tesserati dalla FIDAL agli EPS. Ed aggiungo che si sente parlare di 15,00 Euro per gli stranieri che vogliono fare una gara in Italia? Non basta che gli attuali regolamenti già prevedano il benestare della propria federazione, un certificato medico che non ha alcun valore giuridico in quanto non conforme con quanto prevede la legge in tema di attività agonistica, no, a questo abbiamo pensato bene di aggiungere anche 15 euro.  Alla faccia di chi si impegna, si fa in quattro per portare gli stranieri a correre in Italia. Mi auguro che quanto si sente in giro non venga confermato nella riunione di domani dalla FIDAL

Poli Sandro
 Garda  Trentino Half Marathon

Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!