LA BRACCO ATLETICA FESTEGGIA UN 2014 DA RICORDARE

La Bracco Atletica Milano ha festeggiato stamattina una stagione agonistica memorabile nella splendida cornice di Palazzo Cusani in zona Brera nel pieno centro di Milano. Un’annata davvero indimenticabile per il club presieduto da Franco Angelotti.
di Diego Sampaolo

Non è facile riassumere in poche righe le tante emozioni che il club milanese ha saputo regalare in questa stagione iniziata con lo scudetto indoor conquistato nelle tre settimane dei Campionati tricolori di Ancona dove le ragazze lombarde sono state capaci di scrivere un capitolo importante nella storia del club. La Bracco ha primeggiato non soltanto nella classifica promesse (primeggiando in questa categoria per il quarto anno consecutivo) ma anche a livello assoluto battendo persino i potenti club militari dopo tanti tentativi nelle passate stagioni. Nel 2013 il titolo assoluto era sfuggito per mezzo punto. Questa volta la Bracco si è messa alle spalle le Fiamme Azzurre e l’Esercito. Erano vent’anni che una società civile non finiva davanti ai club militari. Anche la classifica assoluta che tiene conto delle classifiche di tutte le categorie (allieve, juniores, promesse e assoluti) ha visto primeggiare la società di Angelotti. Nella categoria juniores e promesse spiccano soprattutto il titolo italiano promesse dei 60 ostacoli di Silvia Zuin il secondo posto di Annalisa Spadotto Scott sui 60 metri juniores. Nella categoria allieve Daniela Tassani ha conquistato un buon sesto posto nei 60 metri, preludio del titolo italiano under 18 conquistato sui 200 metri all’aperto a Rieti durante l’estate (erano tanti anni che un’allieva non conquistava il titolo tricolore all’aperto). Tassani, allieva di Paolo Brambilla, ha vinto la medaglia d’argento sui 100 metri sempre a Rieti battuta per appena tre millesimi di secondo in un arrivo al cardiopalma.

Gli Assoluti indoor hanno regalato oltre al primo posto nella classifica per societò il brillante secondo posto di Sara Galimberti sui 3000 metri con il primato sociale e record personale (9’15”93). Silvia Zuin ha conquistato il terzo posto sui 60 ostacoli con il record sociale (8”38) dopo il successo nella categoria promesse. La marciatrice Sibilla Di Vincenzo è salita sul secondo gradino del podio nella 3 km di marcia.

La stagione all’aperto è stata illuminata dall’eccellente secondo posto del club milanese ai Campionati Italiani di Società all’Arena di Milano con un solo punto e mezzo di distacco  dall’ACSI Italia Atletica Roma che potevano però contare su un numero maggiore di atlete militari

Sei sono state le atlete della Bracco che hanno vestito la maglia azzurra nel corso del 2014. Si tratta di Sara Galimberti, dodicesima ai Mondiali Universitari di cross in Uganda, Silvia Zuin, terza ai Campionati del Mediterraneo Under 23 di Aubagne sui 100 ostacoli, Annalisa Spadotto Scott, azzurrina all’Incontro Internazionale Juniores di Halle tra Italia, Germania e Francia e ai Mondiali Juniores di Eugene (seconda apparizione in una grande rassegna internazionale dopo la semifinale ai Mondiali allievi di Donetsk 2013), Daniela Tassani, azzurrina della 4×100 nel Meeting Melinda di Cles (46”74 ottavo posto nelle graduatorie all-time allieve) e Leonardo Del Tos, unico atleta al maschile che ha partecipato all’Incontro Internazionale di Marcia di Podebrady tra Bielorussia, Lituania, Slovacchia, Spagna, Italia, Svezia e Ungheria. Sara Galimberti ha migliorato il primato personale sui 5000 metri a Palo Alto in California fermando il cronometro in 15’55”00, secondo crono italiano dell’anno. Spadotto Scott ha vinto la medaglia d’argento sui 200 metri ai Campionati Italiani Juniores di Torino. A queste atlete va aggiunta la maltese Rebecca Camilleri che ha centrato la finale ai Giochi del Commonwealth di Glasgow nel salto in lungo rappresentando il suo paese e ha battuto il record sociale con la misura di 6.41m.

La stagione 2014 è stata ricca di record sociali come il 13”48 sui 100 ostacoli di Sara Balduchelli e i primati del club delle staffette 4×100 e della 4×400 a livello assoluto rispettivamente con 45”93 (Gamba, Tassani, Balduchelli e Maffioletti) e 3’40”44 (Battaglia, Mazza, Maffioletti, Alberti).

Oltre al secondo posto di Spadotto Scott i Campionati Italiani Juniores e Promesse outdoor di Torino hanno regalato anche i secondi posti di Sara Zuin sui 100 ostacoli promesse, di Beatrice Mazza sui 400 metri e sui 400 400 ostacoli, di Claudia Rota nel getto del peso e delle due staffette 4×100 (Basani, Battaglia, Morpurgo e Zuin) e 4×400 (Moretto, Battaglia, Graziani e Mazza)

La Bracco è stata attiva in campo organizzativo con “W l’Atletica, manifestazione organizzata unitamente all’Atletica Cesano Maderno che ha visto la partecipazione di oltre 600 atleti appartenenti alla Bracco e alle sue società collegate, e il Trofeo Bracco Donna Sport, meeting esclusivamente femminile, che ha visto la partecipazione di atlete non solo provenienti dalla Lombardia ma anche da altre regioni d’Italia.

Federica Del Buono, quinta agli ultimi Campionati Europei di Zurigo sui 1500 metri a 19 anni, ha vinto la sesta edizione del Premio Candido Cannavò, dedicato alla memoria del mitico Direttore della Gazzetta dello Sport a personaggi dell’atletica che si sono distinti per i risultati sportivi e i valori umani. Del Buono, promessa dell’atletica italiana, segue nell’albo d’oro nomi mitici come Antonietta Di Martino, Stefano Baldini, Sebastian Coe e Yelena Isinbayeva

La Bracco ha partecipato alla Coppa Europa per Club di Corsa Campestre di Albufeira in Portogallo. Sempre nel cross la Bracco ha raccolto un brillante terzo posto alla prima edizione del Campionato Italiano di Cross a staffetta  Marostica

L’importante attività sportiva del sodalizio milanese è stata resa possibile grazie al sostegno dell’azienda della Dottoressa Diana Bracco. La società farmaceutica non è solo uno sponsor ma una parte integrante dela vita della società, molto attenta alle avventure sportive delle atlete che vestono i colori del club milanese. L’Azienda Braco ha saputo condividere i valori dello sport, da sempre pilastri fondamentali, di questo club da sempre diretto con passione e dedizione da Franco Angelotti e dal suo staff

 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
A SAN VENDEMIANO NASCE ATL.ETICA, UN SALTO… CULTURALE!
Servizi al top e grande cuore per la ‘6 ore per le vie di Curinga’
Succede che chi vince l’argento…scrive a chi vince l’oro. Franscesco Puppi l’ha fatto
Abbigliamento Accessori Calzature
HOKA ONE ONE RIVISITA LE CLIFTON 4 E LE SPEEDGOAT 2
Scopri La Maglia Tecnica Ufficiale della 32^ Venicemarathon
ASICS lancia la GEL-FujiRado