CORRIPAVIA: VACCINA E CATI PRIMI NELLA 10K, IL GIOVANE PUPPI E BERTONE VINCONO LA MEZZA MARATONA.

Francesco Puppi al traguardo Ph. Chiara Franzetti
Tommaso Vaccina, Giuliana Caiti, Francesco Puppi e Catherine Bertone: questo il poker d’assi della Corripavia 2014, corsa che si snoda nel centro storico del capoluogo lombardo e che taglia quest’anno il traguardo delle dodici primavere.

Nonostante la concomitanza di altre competizioni di grande richiamo -DeeJayTen e Corrimilano, oltre alla Maratona di Verona-, la manifestazione lombarda non sembra accusare il colpo, anzi; merito dell’impegno e della passione profuse dalle società organizzatrici, la Asd Atletica 100 Torri e la Asd Paviathletics patrocinate dall’Assessorato allo Sport del Comune di Pavia.

“Non ho ancora i dati finali, ma, a caldo, sono molto soddisfatto in termini di partecipazione – commenta poco prima del via Franco Corona, patron della manifestazione -. Complessivamente abbiamo raggiunto quota 3300 iscritti alle prove della giornata:

niente male, visto il peso delle altre gare di oggi. Superano ogni nostra aspettativa i partecipanti della 10K non competitiva  e della Happy Family Run, dimostrazione che il nostro impegno per la corsa a portata di famiglia e per il benessere psicofisico della persona sta colpendo nel segno”.

Come da pronostico, il primo a tagliare il traguardo è Tommaso Vaccina, azzurro di corsa in montagna, sesto classificato ai recenti Campionati Mondiali di specialità. Già vincitore di due edizioni della Corripavia, Vaccina chiude la 10k competitiva in 32’08”; dietro al portacolori della Cambiaso Risso Running, Gabriele Gagliardi (G.S.D. Brancaleone Asti)  in 34’17” e Stefano Contardi dell’Ateltica Pavese con 34’31”. “Non sono in formissima dopo un’estate di corsa in montagna, ma volevo comunque fare una gara tirata intorno ai 32 minuti”, ci racconta l’azzurro all’arrivo. “La prima parte è quella che ho preferito sia per il tifo che per il percorso; la seconda invece è quella più corribile, ma bisogna saperla gestire perché il rischio di pagarla se si arriva stanchi dalla prima metà, c’è.” Ora lo aspettano le mezze maratone in preparazione di una 42k da corrersi prima di Natale – Firenze o Reggio Emilia. E a chi gli chiede se è meglio la corsa in montagna o su strada, Tommaso risponde “che non si può scegliere, si compensano l’un l’altra: una si corre in estate, l’altra nel resto dell’anno. Io vengo dalla strada, ma la mia predisposizione per le salite mi ha fatto trovare una giusta dimensione anche nella corsa in montagna.”

Giuliana Caiti dell’Atletica Brugnera si aggiudica invece la 10k femminile in 37’24” davanti a Loretta Giarda (Atletica 100 Torri Pavia, 39’22”) e a Roberta Scaini (Atletica Iriense Voghera, 40’17”). Positivo il giudizio sulla gara della vincitrice, che ha preferito il tratto nel centro storico, nonostante i sanpietrini, alla parte a suo dire più monotona lungo l’argine del Ticino. La definisce invece una gara impegnativa la pavese Loretta Giarda, che ha risentito dei 30k corsi in montagna una settimana fa. “Ma, come ha già detto Tommaso, la gioia di correre in casa è immensa e unica!”

 Non delude le aspettative della vigilia il giovane Tommaso Puppi, classe 1992 e personale di 1:10.52 sulla distanza. L’allievo di Tito Tiberti si aggiudica la dodicesima Corripavia in 1:10’42, siglando così il nuovo personale Il portacolori della Daini Carate Brianza precede Matteo Pezzana (Atletica Vercelli 78, 1:11’46”) e Manuel Molteni, G.S. Villa
Guardia con crono finale di 1:12’46”. “Ho seguito i consigli del mio allenatore e, dopo una settimana di scarico, mi sono buttato in questa bella manifestazione per volare poi fino alla Mezza di Cremona”, chiosa il giovane atleta. “Suggerimenti particolari e tattiche di gara Tito non me ne ha date: mi ha detto semplicemente di seguire le mie sensazioni e così ho fatto. Sto bene e ho corso bene; il tratto più duro è il finale sui sampietrini, ma ormai è fatta. Son contento per il mio nuovo personale; e visto l’impegno che ci ho messo nella corsa e Tito nel prepararmi, dedico il successo proprio a noi due.”

Splendida organizzazione e bel percorso anche per il secondo classificato, Matteo Pezzana, che ha apprezzato in particolar modo i saliscendi, motivo di concentrazione per non perdere il ritmo. Ritmo che invece non è riuscito a mantenere fino alla fine Manuel Molteni, terzo al traguardo, superato al decimo km dall’avversario “in un momento critico: ho perso il passo e non c’è stato modo di riprenderlo. Ma son sicuro che alla Mezza di Busto Arsizio andrò meglio!”

 Non c’è storia nella gara femminile che vede il trionfo di un’altra conoscenza della nazionale azzurra di corsa in montagna: Catherine Bertone dell’Atletica Sandro Calvesi trionfa in 1:15’49” siglando il nuovo personale. “Il 2014 è stato un anno pieno di belle sorprese e la Corripavia ne è ulteriore conferma: non credevo di correre così bene, ma ci sono riuscita. Mi auguro di continuare in questo modo e di fare una bella prova anche alla Maratona di Torino.” Queste le parole della vincitrice che dà oltre dieci minuti alle avversarie – Elehanna Silvani della Derthona Atletica, seconda in 1:26’16”, e Margherita Grosso del G.S.D. Brancaleone Asti, terza in 1:27’19”.
 Grande successo e risposta positiva da parte degli iscritti nei confronti dei pacer che hanno animato la 21k permettendo a molti di migliorarsi sulla distanza: parole di elogio per tutti gli angeli del tempo, a loro volta entusiasti dell’esperienza. “Aiutare anche un solo atleta è indescrivibile: Giorgia si è affidata a me, e insieme ce l’abbiamo fatta”, racconta l’angelo rosso Roberta, finisher in due ore.
Molto partecipata la Happy Meal Family Run, la corsa delle famiglie giunte alla quinta edizione che racchiude in sé il trofeo per le scuole. E sono proprio i più piccoli, con la loro carica e il loro entusiasmo, a regalare le emozioni più simpatiche della giornata; chissà che tra loro non si nasconda un campione di domani!

Cala quindi il sipario sull’edizione 2014 della Corripavia; e si inizia a lavorare per il prossimo anno. “I due eventi dell’atletica pavese cadono nel mese di inizio e di chiusura dell’Expo – maggio con il Meeting Graziano Dalla Valle e ottobre con la Corripavia. Già da domani lavoreremo con le istituzioni e le imprese locali per una special edition 2015 dei nostri due appuntamenti: un’edizione legata anche alla promozione dei prodotti tipici del nostro territorio, in armonia con lo slogan di Expo 2015.”


Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto