RICCARDI E ACSI ITALIA CAMPIONI D’ITALIA AI SOCIETARI DI MILANO

Un bel cambio tra
Fabio Cerutti e Diego
Marani (Fonte Colombo/
Fidal)

L’Atletica Riccardi Milano e l’ACSI Italia Atletica Roma si sono aggiudicati gli scudetti dell’atletica del 2014. Per i padroni di casa della Riccardi è stato il quarto successo su sei edizioni dopo le vittorie del 2009, 201 e 2012, mentre le romane hanno conquistato il tredicesimo scudetto con 96,5 punti, appena uno e mezzo in più rispetto alla Bracco Atletica Milano e tre punti e mezzo rispetto alla Studentesca Cariri Rieti al termine di un duello emozionante punto su punto. Il Cus Pisa Atletica Cascina, prima dopo la prima giornata, ha terminato al quarto posto con 86 punti. La Riccardi si è confermata sul tetto d’Italia totalizzando 112,5 punti precedendo l’Enterprise Sport and Service (92 punti) e e i campioni uscenti della Studentesca Cariri Rieti (84 punti).  

di Diego Sampaolo

Il successo della Riccardi è il quarantatreesimo scudetto di una società milanese nella lunga storia dei Societari.

Federica Del Buono non si è sottratta all’impegno con la sua società, l’Atletica Vicentina, ed è scesa in pista anche nella seconda giornata dei Societrari sugli 800 metri. La diciannovenne vicentina ha dominato con una gara di testa passando ai 400 metri in 1’02” prima d piazzare l’allungo decisivo a 250 metri dalla fine  per chiudere la prova in 2’03’11” davanti a Yusneisy Santiusti (2’04”30) e alla campionessa italiana del doppio giro di pista Marta MIlani (2’05”58).

L’altro grande protagonista della rassegna tricolore Diego Marani si è limitato a vincere i 200 metri in un tranquillo 21”20 davanti al compagno della Riccardi Giacomo Tortu  nell’ultima gara della sua straordinaria stagione coronata dal quinto posto agli Europei di Zurigo in 20”43 con vento contrario di -1.6 m/s dopo l’eccellente 20”36 che gli è valso il terzo posto di sempre in italia alle spalle di Pietro Mennea e di Andrew Howe.

Doppietta della Riccardi nei 400 ostacoli maschili dove Aramis Diaz ha avuto la meglio sul compago di squadra Lorenzo Vergani in 51”56.  Il ventunenne Vergani manca il suo record personale di dieci centesimi con 51”95. Francesco Proietti della Studentesca Cariri Rieti ha mancato a sua volta il suo record personale di 12 centesimi fermando il cronometro in 52”35.

La parmense di origini nigeriane Ayomide Folorunso, settima agli ultimi Mondiali Juniores di Eugene, ha dominato con ampio margine i 400 ostacoli in 59”38

La reatina Maria Benedicta Chicbolu, recentemente miglioratsi sia sui 200 che sui 400 con 23”45 e 52”39,si è aggiudicata i 200 metri in 24”29 davanti all’azzurrina dei Mondiali Juniores di Eugene Johanelis Herrera (24”58). Chigbolu ha pilotato la staffetta della Cariri alla vittoria 3’41”15. Del quartetto reatino facevano parte Nicolina Altimani, Maria Enrica Spacca eGiulia Arcioni.

Il successo della 4×400 maschile è andato all’Atletica Bergamo 1959 Creberg (Matteo Croti, Manadou Gueye, Riccardo Trocchia, Isalbet Juarez) in 3’14”84 davanti alla Servizi Atletica Futura Roma (3’14”99) e all’Atletica Biotekna Marcon (3’16”78).

L’immarcescibile Giulio Ciotti ha superato quota 2.16 aggiudicandosi il salto in alto maschile davanti a Ferrante Grasselli (2.12). Eugenio Rossi, atleta di Sa Marino che gareggia per per l’Atletica Biotekna Marcon, sotto la guida di Giulio Ciotti, si è piazzato al terzo posto a pari merito co Lorenzo Biaggi della Riccardi Milano con 2.09m.. .  

Simone Falloni della Studentesca ariri Rieti si è aggiudicato  il lancio del martello maschile, prima proa giornata, con la miglior misura di 66.19 al quinto tentativo.

Yassine Rachik, italiano marocchino che veste la maglia della Cento Torri Pavia, si è imposto in volata sui 5000 metri in 14’09”50 precedendo il keniano Erastus Chirchir (14’10”01). Lala Soufyanesi della Studentesca Cariri Rieti è imposta davanti alla portacolori della Bracco Atletica Sara Galimberti in 16007”25.

Un salto da 6.23 è stato sufficiente alla campana di origini ucraine Dariya Derkach per vincere il lungo femminili.

Il campione italiano indoor del salto in lungo Stefano Tremigliozzi ha piazzato un salto di 7.51 al primo salto che éstato sufficiente per vincere

Nel salto con l’asta femminile Roberta Bruni ha vinto la sua quarta gara su un totale di sette sfide stagionali con la rivale Sonia Malavisi superando la misura di 4.10m.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre