KIMETTO RECORD DEL MONDO STREPITOSO A BERLINO: 2h02’57”

Dennis Kimetto
recordman a Berlino
(Fonte www.photorun.net)
 
Dennis Kimetto ha aperto un nuovo capitolo nella storia della Maratona stamattina a Berlino dove ha polverizzato il precedente primato di Wilson Kipsang di 26 secondi correndo in un clamoroso 2h02’57”, il primo meno 2h03 della storia. Esattamente un anno dopo il record di Kipsang che fermò il cronometro in 2h03’23 sullo stesso percorso, Berlino si é confermata la maratona più veloce del mondo. Sul velocissimo percorso della capitale tedesca sono stati battuti gli ultimi sei record del mondo grazie alle imprese di Paul Tergat, Haile Gebrselassie (due volte), Patrick Makau e Wilson Kipsang e ora Dennis Kimetto.
di Diego Sampaolo

Emmanuel Mutai è sceso sotto il precedente record di Kipsang con 2h03’17”. L’etiope Abera Kuma, quinto ai Mondiali di Mosca 2013 sui 10000 metri, ha migliorato il suo record personale di quattro minuti in terza posizione con il tempo di 2h05’56”.

Nella gara femminile Tirfi Tsegaye, già seconda a Berlino nel 2012, ha vinto la gara femminile con il miglior tempo mondiale dell’anno di 2h20’18 migliorando di un minuto il suo precedente personale. Tsegayeha preceduto di nove secondi la connazionale Feysa Tadese, La statunitense Shalane Flanagan, che inseguiva il record statunitense di Deena Kastor (2h19’36”), ha guidato la gara nella prima metà gara ma ha ceduto nella parte finale di fronte all’attacco delle etiopi ma ha tagliato il traguardo in terza posizione in 2h21’14”.

La gara si è svolta in una mattinata perfetta per la corsa con sole e temperatura fresca d 15°C.

La gara maschile è stata lanciata su ritmi velocissimi da un gruppo di otto atleti guidato da tre pacemaker che sono passati alla mezza maratona in 61’45”, in linea per battere il record del mondo di Kipsang. Il ritmo ha subito un rallentamento (circa 15 secondi rispetto al passaggio record di Kipsang).

Al 28 km Kimetto e Mutai sono rimasti da soli insieme a Geoffrey Kimworor, campione del mondo di mezza maratona a Copenhagen e autore di un personale di 2h06’12” a Berlino. Il trio di testa ha recuperato sulla tabella di marcia al 33 km. Kimworor ha dovuto cedere di fronte al micidiale parziale di 2’47” nel successivo chilometro.

Kimetto e Mutai sono passati al 35 km in 1h42’36”, in linea con una proiezione finale al di sotto delle 2h03’. Kimetto ha lanciato l’attacco al 38 km. Mutai non è riuscito a rispondere e Kimetto si è involato verso il successo nei pressi della Porta di Brandeburgo.

“Ero fiducioso di poter battere il record Penso di poter fare ancora meglio in futuro. Mi piacerebbe tornare l’anno prossimo e migliorare ancora il record”, ha detto Kimetto

Mutai è sceso a sua volta al di sotto del precedente recor mondiale con 2h03’17. Ho potuto consolarsi con la migliore prestazione mondiale mai realizzata al passaggio dei 30 km dove è transitato in 1h27’37”.

“Sono contento della prestazione ma Dennis era troppo forte dopo il 30km.

Nella gara femminile la statunitense è passata in testa alla mezza maratona in 69’38” con un vantaggio di 38 secondi sulle due etiopi Tsegaye e Tadesse. Poco prima del 30 km Flanagan ha ceduto subendo la rimonta delle due etiopi.

Tsegaye ha piazzato l’allungo decisivo passando ai 35 km 1h55’37” prendendo un vantaggio di 11 secondi di vantaggio su Tadesse. Tsegaye ha tagliato il traguardo in 2h20’18, migliore prestazione mondiale dell’anno e record personale abbassato di un minuto. Tadesse ha migliorato il suo record con 2h20’27”.

Bekele è stata superata da Flanagan a quattro chilometri ma ha concluso la prima maratona della sua carriera in un eccellente 2h23’02”, secondo tempo statunitense di sempre.

Ottima gara della tedesca Anna Hahner che ha stabilito il record personale con 2h26’44”.

 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre