PARTE A BERLINO L’AUTUNNO DELLE MARATONE

Porta di Brandeburgo
(Photorun)
Parte Domenica mattina a Berlino la grande stagione delle maratone autunnali. Sul velocissimo percorso della capitale tedesca sono state scritte pagine memorabili della maratona internazionale. Ben nove record del mondo sono stati battuti sotto la Porta di Brandeburgo. In nessun’altra maratona a livello mondiale sono stati battuti così tanti record mondiali. Nell’ultimo decennio Paul Tergat, Haile Gebrselassie, Patrck Makau e Wilson Kipsang hanno contribuito a riscrivere la storia della maratona.
di Diego Sampaolo

Nell’edizione 2014 della BMW Berlin Marathon si preannuncia ancora una volta una gara di altissimo livello con ben sei atleti in grado di correre sotto il muro delle 2h06’. Torna a Berlino il trentenne keniano Dennis Kimetto che due anni fa realizzò il tempo più veloce per un debuttante in maratona chiudendo in seconda posizione in 2h04’16” battuto di un secondo dal connazionale Geoffrey Mutai. Kimetto si presenta con il tempo più veloce del lotto dei concorrenti con il 2h03’45” stabilito lo scorso anno in occasione della vittoria a Chicago con un distacco di sette secondi su Emmanuel Mutai.

Kimetto e Mutai si ritroveranno Domenica proprio sulle strade di Berlino dove inseguiranno il record del mondo stabilito da Wilson Kipsang con 2h03’23 lo scorso anno nella capitale tedesca. Un tempo che Kimetto ha avvicinato di 22 secondi a Chicago. Kimetto conosce bene le strade di Berlino avendo stabilito il record del mondo nella classica di 25 km con 1h11’18” nel 2012.

In gara ci saranno ci saranno altri tre atleti in grado di correre sotto le 2h06’. Si tratta di Levy Matebo, secondo alla Maratona di Francoforte del 2011 in 2h05’16” alle spalle del formidabile 2h03’42”di Wilson Kipsang, dell’etiope Tsegaye Kebede, vincitore a Londra due volte nel 2010 e nel 2013 e a Chicago nel 2012 quando stabilì il record personale con 2h04’38” e primo nella classifica delle World Marathon Majors nel biennio 2012 e 2013, e Eliud Kiptanui, vincitore a sorpresa alla maratona di Praga nel 2010 in 2h05’39”.

In ambito tedesco va segnalato Falf Cierpinski, figlio d’arte del due volte campione olimpico della maratona di Montreal 1976 e Mosca 1980 Waldemar Cierpinski. Il trentaseienne tedesco vanta un personale di 2h13’30” stabilito a Berlino nel 2008.

Il maggior motivo di interesse della gara femminile sarà il tentativo di Shalane Flanagan di battere il record statunitense di Deena Kastor realizzato a Londra con 2h19’36” nel 2006. L’ultima volta che il muro dei 2h20’ è stato abbattuto a Berlino risale a tre  anni fa quando Florence Kiplagat fermò il cronometro in 2h19’44” mancando  di 32 secondi il record del percorso stabilito dalla giapponese  Mizuki Noguchi che si impose nel 2005 in 2h19’12”. Flanagan vanta un record personale di 2h22’07” stabilito in occasione del settimo posto all’ultima maratona di Boston quando guidò in testa fino al 30 km.

Le due atlete che partono con i migliori record personali sono le etiopi Feyese Tadesse, vincitrice a Parigi nel 2013 in 2h21’06” e Tirfi Tsegaye, seconda a Berlino due anni fa in 2h21’19. Tsegaye ha vinto tre maratone top a Parigi ne 2012, a Dubai nel 2013 e a Tokyo nel 2014.

La giapponese Kayoko Fukushi, medaglia di bronzo ai Mondiali di Mosca 2013, punterà a battere il suo record di 2h24’21 stabilito lo scorso Gennaio a Osaka sul percorso che in passato tre sue connazionale Naoko Takahashi, Yoko Shibui e Mizuki Noguchi sono state capaci di correre in passato sotto le 2h20′.

Il pubblico tedesco seguirà con particolare attenzione Anna Hahner che lo scorso Aprile ha vinto a Vienna in 2h28’59” ma vanta un personale di 2h27’55” realizzato a Francoforte nel 2013. Hahner è una delle due gemelle tedesche allenate da Renato Canova.

L’ultima vittoria tedesca risale al 2008 quando Irina Mikitenko si impose in 2h19’19” mancando il record del percorso di Mizuki Noguchi di sette secondi.

Circa 40000 podisti prenderanno il via in una delle maratone più amate su uno dei percorsi più affascinanti del mondo che tocca tutti i luoghi simbolo della capitale tedesca.

 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre