L’AZZURRO STEFANO LA ROSA TRA I PROTAGONISTI ALLA BIBIONE IS SUPRISING RUN

Sefano La Rosa Ph. Colombo/Fidal
L’Italia si prepara a sfidare gli africani sulle strade di Bibione. Tra i protagonisti della gara sulla distanza delle 10 miglia (16,094 km) che andrà in scena il 27 settembre nella rinomata località turistica veneziana ci sarà anche uno dei migliori azzurri dei recenti Campionati Europei di Zurigo. Stefano La Rosa ha scelto “Bibione is surprising run” per un test su strada nella prospettiva di un progressivo avvicinamento al pianeta maratona.

Otto volte campione italiano assoluto, tra 5.000, 10.000 metri e mezza maratona, il carabiniere toscano è reduce dalla rassegna continentale, dove ha ottenuto un bell’ottavo posto nei 10.000 metri. Sulle strade venete, il 30 agosto, ha già vinto il classico Giro delle Mura “Città di Feltre” e l’edizione inaugurale di “Bibione is surprising run” potrebbe diventare l’occasione per un bis. Non solo La Rosa, però: “Bibione is surprising run” sarà un traguardo importante anche per due atleti marchigiani, Gabriele Carletti, al ritorno in una gara veneziana dopo il bronzo conquistato in primavera nella maratonina Riviera dei Dogi (da lui vinta nel 2013), e Denis Curzi, maratoneta d’esperienza e uno dei grandi testimonial di “Bibione is surprising run”, essendo stato tra i primi atleti, la scorsa primavera, a scoprire il veloce percorso di gara disegnato da Maurizio Simonetti e Matteo Redolfi. In campo femminile “Bibione is surprising run” vedrà al via due tra le più forti mezzofondiste del Triveneto: la trevigiana dell’Atletica Biotekna Marcon, Michela Zanatta, e l’udinese Micaela Bonessi, specialista della pista (è stata anche tricolore dei 3000 siepi), intenzionata ad allungare progressivamente le distanze di gara, tanto che sei giorni prima di “Bibione is surprising run” sarà al via della mezza maratona di Udine. Il cast della gara veneziana comprenderà inoltre le gemelle siciliane Silvia e Barbara La Barbera, altre due atlete di valore nel panorama del fondismo nazionale. La Rosa e gli altri azzurri saranno attesi da una difficile sfida, pur essendo alla prima edizione, “Bibione is surprising run”, grazie ad una speciale deroga federale, ha ottenuto la qualifica di gara internazionale: dall’Africa, e dal Kenya in particolare, arriveranno così atleti di valore (il cast è ancora in via di definizione). Nella lotta per il podio bisognerà fare i conti anche con loro.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre