TOBIA BOCCHI VINCE LA MEDAGLIA DI BRONZO NEL TRIPLO ALLE OLIMPIADI GIOVANILI

Tobia Bocchi argento
alle Olimpiadi Giovanili
(Fonte Colombo/Fidal)
Il triplista parmense Tobia Bocchi ha vinto una splendida medaglia d’argento nell’ultima giornata delle dell’atletica delle Olimpiadi Giovanili di Nanchno  prima delle staffette di domani. Il saltatore parmense ha superato per la seconda volta in carriera la barriera dei 16 metri con un salto da 16.01m a tre centimetri dal suo recente primato personale stabilito ai Campionati Italiani allievi di Rieti che gli vale la seconda migliore prestazione italiana all-time alle spalle di Andrew Howe. L’azzurrino é stato battuto da Miguel Van Assen che si è aggiudicato il titolo con un salto da 16.15 ma ha preceduto di sette centimetri Nazim Babayev che lo aveva preceduto ai Trials Europei di Baku a fine Maggio.
di Diego Sampaolo

Piazzamento d’onore per la milanese di origini lombarde Nicole Svetlana Reina che si è classificata quarta in 6’38”68 (suo secondo miglior crono all-time) a sette secondi dalla medaglia di bronzo dell’ungherese Lilli Anna Toth (6’31”92). La medaglia d’oro è andata alla keniana Roseline Chepgnetich che in 6’22”67 ha preceduto in volata l’etiope Zewdinesh Teklemariam (6’26”02)

Chiara Ferdani non ha ripetuto la straordinaria prestazione della batteria dove aveva migliorato il suo record personale di cinque secondi ma ha disputato comunque una finale più che dignitosa concludendo in decima posizione in 4’39”88 pur finendo lontana dalla prima classificata, l’etiope Tesfaye Alemu in 4’15”38 davanti alla keniana Wilfred Mbithe (4’17”91).

Valentina Kalmykova si è classificata settima nella finale del triplo con 12.18 dopo che in qualificazione aveva battuto il suo record personale con 12.72. La francese Yanis David ha conquistato l’oro con il suo record personale di 13.33 precedendo altre due atlete in grado di migliorarsi proprio nell’occasione più importante, l’australiana Tay Lehia Clark (13.06) e l’ungherese Eszter Bajnok (13.01).

In ambito internazionale l’ultima giornata di finali è stata caratterizzata dall’emozionante finale dei 400 ostacoli dove il cinese Xu Zhihang ha battuto al photo-finish il tunisino Mohamed Hlassi in 50”61 al termine di un duello al cardiopalmo. Altrettanto appassionante la finale dei 400 ostacoli femminili dove la  sudafricana Ghezelle Magerman ha migliorato il suo record personale di due secondi fermando il cronometro in 57”91 con 35 centesimi di secondo sulla slovacca Michaela Piskova.

Negli 800 metri maschili Myles Marshall, figlio d’arte dell’olimpionico John Marshall, si è aggiudicato il successo nella finale degli 800 metri maschili in 1’49”14 precedendo l’ugandese Geofrey Belimumuli

L’Etiopia ha vinto il titolo dei 2000 siepi maschili con Wogene Sebsibe che ha preceduto il keniano Amos Kirui in 5’38”42. Un’atra vittoria etiope è arrivata nei 1500 metri femminile dove Kokeye Tesfaye ha avuto la meglio sulla keniana Winfred Mbithe in 4’15”38.

Hanna Tarasiuk ha vinto il titolo del giavellotto con 59.52, suo record personale e quarta misura al mondo di sempre under 18.

 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
STELVIO MARATHON SOGNA IN GRANDE PERCORSO GIÀ SEGNALATO E TESTABILE!
DOMENICA 29 OTTOBRE C’E’ LA MEZZA MARATONA D’ITALIA A IMOLA
BRESCIA ART MARATHON 2018: 31 OTTOBRE…ATTENZIONE AL CAMBIO QUOTA!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE