QUARTA LUCIA PRINETTI ANZALAPAYA ALLE OLIMPIADI GIOVANILI DI NANCHINO

Lucia Prinetti
Anzalapaya (Fonte Colombo/Fidal)
La primatista italiana allieve del lancio del martello Lucia Prinetti Anzalapaya ha concluso la finale del lancio del martello nella quarta giornata delle Olimpiadi Giovanili di Nanchino in Cina. La giovane piemontese non è riuscita a ripetere lo splendido record italiano ottenuto in qualificazione anche nella gara che assegnava il titolo ottenendo la miglior misura di 65.86 nella gara vinta dalla cinese Xu Xinying che ha battuto il record personale con 68.35 aggiudicandosi la gara a pari misura con l’australiana Alex Hulley grazie alla seconda miglior misura
di Diego Sampaolo

Nel lancio del peso vinto dal polacco Konrad Bukowiecki (campione del mondo juniores a Eugene) con l’eccellente misura di 23.17 (quinta migliore misura di sempre a livello allievi) l’azzurrino Leonardo Fabbri ha concluso al settimo posto con 18.96m.  

Tiziano Di Blasio ha vinto la finale B chiudendo al nono posto nella classifica finale del martello con la misura di 69.26

Oltre all’impresa di Bukowiecki nel peso, la seconda giornata di finali vanno ricordati diversi risultati di ottimo livello come il 7.54 del lunghista russo Anatoly Ryapolov (iridato under 18 a Donetsk), il successo sui 1500 di Gilbert Kwemoi in 3’41”99, il 23”55 della giamaicana Natalliah White sui 200 metri, l’ottimo 20”74 dello statunitense Noah Lyles nei 200 metri (dove Filippo Tortu è stato costretto a rinuciare alla finale per un infortunio al polso dopo aver tagliato il traguardo in 21”38, primato personale), la bella gara di salto in alto femminile dove l’ucraina Yuliya Levchenko si è aggiudicata il titolo olimpico con 1.89 davanti alla francese Nawal Meniker (1.87) e alla ceca Michaela Hruba, argento ai mondiali juniores di Eugene (1.85).

L’etiope Yomif Kejelcha ha bissato il successo sui 5000 metri ai Mondiali Juniores di Eugene vincendo i 3000 metri alle Olimpiadi Giovanili sui 3000 metri davanti al burundiano Theirry Ndikumwenayo al keniano Moses Koech in 7’56”20 a 20 secondi dal 7’36”26 realizzato a Ostrava lo scorso Giugno che lo pone al secondo posto nella graduatoria mondiale dell’anno a livello seniores. La giapponese di origini etiopi Nosomi Takamatsu ha vinto il titolo dei 3000 metri in 9’01”58 precedendo la tedesca Alina Reh (9’05”07)

L’ucraino Hlib Piskunov ha battuto a sorpresa il primatista del mondo ungherese Bence Halasz (che aveva lanciato a 87.17 ai Trials Europei di Baku) grazie a un lancio di 82.65

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ANNA E LA SUA MARATONA DI VENEZIA: 42K DA CORRERE CON IL SORRISO
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE