PRIME MEDAGLIE ITALIANE PER FIORESE E STELLA ALLE OLIMPIADI GIOVANILI DI NANCHINO

Beatrice Fiorese
argento nel lungo alle
Olimpiadi Giovanili
di Nanchino
(Fonte Colombo/Fidal)

La marciatrice Noemi Stella e la lunghista Beatrice Fiorese hanno conquistato le prime due medaglie all’atletica italiana ai Giochi Olimpici di Nanchino nella prima giornata dedicata alle finali.
di Diego Sampaolo

 
 
 
Stella, medaglia di bronzo ai Mondiali allievi di Donetsk, ha ripetuto lo stesso piazzamento ai Giochi di Nanchino nella marcia 5 km in 23’38”10 alle spalle dell’imprendibile cinese Ma Zhanxia che ha dominato la gara chiudendo la prova in 22’22”08.

Fiorese è rimasta in testa fino al penultimo tentativo con 6.21 pria di venire battuta di cinque centimetri dall’ucraina Yelizaveta Baby.

Bravissima anche la vicentina Elena Bellò che ha sfiorato il podio con il quarto posto grazie al suo record personale di 2’06”31, terza prestazione italiana all-time alle spalle di Fabia Trabaldo e Gabriella Dorio. La ghanese Martha Bissah si è imposta in 2’04”90 davanti all’etiope Alemu Negeri (2’06”01).

La primatista italiana dei 400 metri Ilaria Verderio, vincitrice ai Trials di Baku lo scorso Maggio, si è piazzata settima in 54”43 nella finale vinta dall’australiana Jessica Thornto che si migliora ancora rispetto alla batteria con un eccellente 52”50 davanti a Saiwa Naser del Barhein e a Meleni Rodney di Grenada.

La terza giornata è stata illuminata dal record del mondo dei 110 ostacoli under 18 del giamaicano Jaheel Hyde che è diventato il primo capace di scendere sotto i 13 secondi con 12”96. Hyde, campione del mondo dei 400 ostacoli ai Mondiali juniores di Eugene e doppio oro ai Mondiali allievi dell’ano scorso a Donetsk, ha migliorato il precedente record del francese Wilhelm Belocian che lo deteneva con 13”12.

Un altro giamaicano Martin Manley ha battuto il record olimpico dei 400 metri con 46”31.

La francese Laura Velette ha eguagliato il record personale dei 100 ostacoli vincendo in 13”34, arrivando a due soli centesimi di secondo dal record del mondo di categoria della russa Yekaterina Bleskina.

La Svizzera è salita sul gradino più alto del podio nel salto con l’asta femminile con Angelica Moser che ha battuto il record svizzero allieve e juniores con 4.35.

Successo cinese nei 100 femminili per Ling Xijaoing che trionfa in 11”65 approfittando della partenza falsa della polacca Ewa Swoboda che aveva illuminato le batterie correndo in 11”30. Un altro successo per i padroni di casa arriva nel disco femminile dove Sun Kanping ha realizzato un lancio da 52.79 strappando la leadership mondiale dell’anno all’ucraina Belyakova che si è dovuta accontentare della medaglia d’argento con 51.64.

Danyl Lysenko della Russia ha vinto la finale del salto in alto con 2.20 arrivando a 4 centimetri dal suo record personale di 2.24 stabilito quest’anno.

Lo zambiano Sydney Siame si è imposto nella finale dei 100 metri in 10”56.per un centesimo sul giapponese Oshima

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ANNA E LA SUA MARATONA DI VENEZIA: 42K DA CORRERE CON IL SORRISO
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE