DIAMOND LEAGUE A BIRMINGHAM: BARSHIM E BONDARNKO NELL’ALTO – JAMES SUI 400

Bohdan Bondarenko pronto a volare
a Birmingham (Fonte Colombo/Fidal)
Bohdan Bondarenko e Mutaz Barshim si ritrovano nuovamente in pedana domani pomeriggio all’Alexander Stadium di Birmirmingham in occasione del Sainsbury Birmingham Grand Prix, terzultima tappa della IAAF Diamond League. Il salto in alto sarà uno dei momenti clou del meeting nella città delle West Midlands,  importante sede universitaria inglese dove sarà in gara anche l’azzurro Marco Fassinotti che si allena proprio a Birmingham dal 13 Gennaio 2013 sotto la guida del tecnico britannico Fuzz Ahmed.
di Diego Sampaolo

E’ passato un mese dall’ultima sfida tra Bondarenko e Barshim a Montecarlo dove l’ucraino ha suerato i 2.40 e il qatariota 2.37. Nel meeting monegasco entrambi sono andati vicinissimi a superare quota 2.43 e la barriera potrebbe cadere Domenica pomeriggio. In questa stagione Bondarenko e Barshim si sono sfidati quattro volte. Barshim ha vinto a Roma con 2.41 stabilendo il record asiatico. La settimana dopo Bondarenko e Barshim sono stati i primi nella storia a superare nella stessa gara quota 2.42. Bondarenko ha eguagliato il record asiatico di Patrick Sjoberg, mentre Barshim ha battuto il record asiatico di un centimetro. Bondarenko ha vinto le ultime gare di Losanna e Montecarlo superando in entrambe le occasioni i 2.40, mentre Barshim ha superato 2.38 a Losanna (risultato sufficiente per classificarsi quarto) e 2.37 a Montecarlo.

Bondarenko ha aggiunto al suo palmares la vittoria europea di Zurigo alla vittoria ai Mondiali di Mosca. Barshim arriva a Birmingham in grande forma dopo vinto Venerdì il famoso meeting di salto in alto di Eberstadt in Germania con 2.41, sua seconda migliore prestazione della carriera battendo il canadese Derek Drouin che in quest’occasione 2.35. Anche Drouin sarà in gara a Birmingham così come lo statunitense Erik Kynard, vice campione olimpico a Londra 

Fassinotti, che in questa stagione ha miglioaro il suo record all’aperto con 2.30 a Montecarlo, si è piazzato settimo agli ultimi Europei di Zurigo con 2.26 in una giornata difficile per la pioggia e il freddo quasi autunnale.

400 metri maschili: KIRANI JAMES TORNA IN GRAN BRETAGNA NEL LUOGO DEI SUOI SUCCESSI: Il campione olimpico e mondiale di Grenada Kirani James torna a gareggiare sul suolo britannico tre settimane dopo aver vinto il titolo del Commonwealth a Glasgow. Il giovane caraibico ha completato la sua ricca collezione di vittorie dopo aver vinto i Mondiali allievi a Bressanone 2099 sui 200 e sui 400, il titolo mondiale juniores sui 400 a Moncton 2010 e l’oro ai Mondiali assoluti a Daegu 2011.

In questa stagione James è sceso due volte sotto i 44 secondi correndo in 43”97 a Eugene e in 43”74 (record del Centro America e quinto tempo di sempre) a Losanna battendo in entrambe le occasioni Lashawn Merritt al termine di duelli fantastici. James avrà come rivale principale James Makwala del Botswana che in questa stagione ha battuto il record africano con 44”01 a Chaux de Fonds prima di vincere il titolo africano con 44”23 a Marrakesh  Il pubblico britannico potrà festeggiare il campione europeo di Zurigo Martyn Rooney e il diciannovenne Matthew Hudson Smith, argento a Zurigo in 44”75 a quattro soli centesimi dal connazionale

Il ritorno a casa degli eroi degli Europei di Zurigo:

100 femminili: LE GIOVANI BRITANNICHE CONTRO FELIX E BOWIE

La Gran Bretagna, vera nazione trionfatrice agli Europei di Zurigo dove ha conquistato ben 23 medaglie, attende tanti dei protagonisti reduci dai trionfi dell’estate.

Ashleigh Nelson, bronzo a sorpresa sui 100 metri, e Jodie Williams, argento sui 200 metri, si misureranno sui 100 femminili conto la campionessa olimpica dei 200 Allyson Felix (vincitrice sui 200 a Stoccolma) e la rivelazione dell’estate Tori Bowie, detentrice del miglior tempo mondiale dell’anno con 10”80 realizzato a Montecarlo.

100 ostacoli femminili: PEARSON, PORTER; HARRISON, HARPER NELSON; ROLLINS: La britannica Tiffany Porter ha vinto a Zurigo il suo primo grande titolo dopo il bronzo ai Mondiali di Mosca e ai Mondiali Indoor di Sopot. A Birmingham ritrova Sally Pearson che l’ha battuta quest’anno ai Giochi del Commonwealth di Glasgow. L’australiana proverà a prendersi una rivincita dopo la squalifica per partenza falsa a Stoccolma. In gara all’Alexander Stadium ci sarà anche la statunitense Queen Harrison, vincitrice a Stoccolma in un ottimo 12”66 e la campionessa olimpica di Pechino Dawn Harper Nelson, prima quest’anno a Parigi in 12”44.

400 ostacoli femminili: CHILD – SPENCER RIVINCITA DEI GIOCHI DEL COMMONWEALTH: Ci sarà attesa per un’altra protagonista britannica dell’estate Elidh Child, seconda ai Giochi del Commonwealth di Glasgow e medaglia d’oro agli Europei di Zurigo. Sulla pista di Birmingham la scozzese ritroverà la giamaicana Kaliese Spencer che l’ha battuta a Glasgow. La caraibica ha ormai messo in cassaforte la vittoria nella Diamond Race e non perde da sette gare consecutive

Salto in lungo maschile: RUTHERFORD RITORNO A CASA DA TRIONFATORE: Un altro eroe di casa Greg Rutherford sarà tra gli atleti più festeggiati dal pubblico locale dopo un’estate da protagonista nella quale ha centrato la doppietta Giochi del Commonwealth- Europei a due anni di distanza dal trionfo olimpico di Londra. Sulla pedana di casa il primatista britannico, nipote del grande calciatore Jock Rutherford, dovrà vedersela con il leader della Diamond Race Jeff Henderson e il forte cinese Li Jizhe, vincitore a Montecarlo e autore di un eccellente 8.47.

Mezzofondo regale con Farah e Rudisha:

Il beniamino del pubblico britannico Mo Farah, che ha portato a cinque il numero di ori europei vincendo 5000 e 10000 metri a Zurigo, correrà sulle due miglia contro il connazionale Andy Vernon, doppia medaglia d’argento sui 10000 e di bronzo sui 5000 al Letzigrund.

Il primatista del mondo e campione olimpico degli 800 David Rudisha correrà sull’insolita distanza dei 600 metri un mese dopo la sconfitta contro Nijel Amos ai Giochi del Commonwealth. Rudisha sfiderà il fresco campione europeo di Zurigo Adam Kszczot.

EMSLEY CARR MILE CON KIPLAGAT:

Nel tradizionale Emsley Carr Silas Kiplagat, quarto al mondo di sempre sui 1500 metri a Montecarlo con 3’27”64, cercherà un nuovo successo che lo avvicini sempre di più al successo nella Diamond Race. Sfiderà ancora il due volte campionede mondo Asbel Kiprop e il campione mondiale indoor dei 1500 Ayanlh Souleiman nella rivinita di Montecarlo. Souleiman cerca il tris dopo aver vinto il Bowermn Mile di Eugene e il Dream Mile di Oslo

Jairus Birech cercherà il suo quinto successo in Diamond League sui 3000 siepi contro Paul Kipsiele Koech, il vice campione mondiale di Mosca Conseslus Kipruto e il campione olimpico di Pechino Brimin Kipruto.

Nelle due miglia donne sarà un testa a testa tra la campionessa mondiale indoor Genzebe Dibaba e la fresca vincitrice dei Giochi del Commonwealth Mercy Cherono. Entrambe guidano la Diamond Race con lo stesso punteggio e la gara di Birmingham potrebbe essere determinante per la vittoria finale. Dibaba correrà sulla stessa distanza dove quest’inverno a battuto il record mondiale a livello indoor nella stessa città

La campionessa mondiale, del Comonwealth e dell’Africa Eunice Sum ritroverà la statunitense ajee Wilson, l’unica ad aver battuto la keniana a Montecarlo

SPRINT: ASHMEADE_ EDWARD SUI 200 – CARTER SUI 100

Nesta Carter sarà di nuovo in pista tre giorni dopo il successo di Stoccolma in 9”96 con vento nei limiti ma in una serata fredda. Il giamaicano sfiderà il vice campione europeo di Zurigo Christophe Lemaitre, che ha portato a otto il numero di medaglie continentali della sua carriera, lo statunitense Mike Rodgers, che cercherà rivincite dopo la partenza falsa di Stoccolma e il campione dei Giochi del Commonwealth Kemar Bailey Cole.

Valerie Adams andrà a caccia della sua cinquantacinquesima vittoria consecutiva e della sesta nella Diamond League contro la rivale di sempre, la campionessa europea di Zurigo Christina Schwanitz

Nel giavellotto femminile sarà rivincita tra le tre medagliate europee di Zurigo: la campionessa continentale Barbora Spotakova, l’argento Tatyana Jelaca della Serbia e la medaglia di bronzo Linda Stahl.

Nel disco maschile il campione olimpico, mondiale e europeo Robert Harting difenderà la sua striscia vincente stagionale con l’eterno rivale polacco Piotr Malachowski

La colombiana Catherine Ibarguen, quinta al mondo di sempre nel triplo con il fantastico 15.31 di Montecarlo, punta ad un altro salto oltre i 15 metri in una gara che vedrà anche la giamaicana Kimberley Williams

Fabiana Murer, campionessa del mondo di Daegu 2011 e imbattuta in sei gare quest’anno se la vedrà con la campionessa olimpica Jenn Suhr.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ANNA E LA SUA MARATONA DI VENEZIA: 42K DA CORRERE CON IL SORRISO
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE