VERSO ZURIGO 2014: LE ROI RENAUD PRONTO A VOLARE NEL CIELO DI ZURIGO

Renaud Lavillenie
stella di Zurigo 2014
(fonte Colombo/Fidal)
Il francese volante Renaud Lavillenie inseguirà a Zurigo il suo terzo titolo europeo all’aperto del salto con l’asta dopo i successi di Barcellona 2010 e Helsinki 2012. Lavillenie ha vinto inoltre il titolo olimpico a Londra con il record a Cinque Cerchi di 5.97al termine di un duello memorabile con i tedeschi Bjorn Otto e Raphael Holzdeppe, tre titoli europei indoor consecutivi a Torino 209, Parigi 2011 e Goteborg 2013 e un oro ai Mondiali Indoor a Istanbul 2012. L’unico titolo mancante nella sua bacheca è quello iridato all’aperto sfuggitogli lo scorso anno quando venne sconfitto da Holzdeppe e dovette accontentarsi dell’argento dopo i bronzi di Berlino 2009 e Daegu 2011.
di Diego Sampaolo

Nella passata edizione di Helsinki vinse con 5.97 davanti a Otto e Holzdeppe in una sorta di anticipazione di quello che sarebbe successo un mese dopo alle Olimpiadi di Londra.

“Per me gli Europei di Zurigo sono un appuntamento molto importante perché in caso di successo sarebbe la mia ventesima vittoria consecutiva. Zurigo sarebbe il luogo perfetto per realizzare questo traguardo. E’ la città dell’atletica. In questa città sanno sempre come permettere agli atleti di godere delle condizioni migliori per gareggare. Il pubblico sa celebrare lo sport in modo davvero speciale. Il pubblico è davvero vicino alla pista e l’energia che sa darci la gente è una motivazione in più”, ha detto il primatista mondiale del salto con l’asta.

Nell’ultima stagione indoor Lavillenie ha battuto il record delmondo del mitico Sergey Bubka con il fantastico 6.16 realizzato a Donetsk. Ha inoltre superato la barriera dei 6 metri in cinque occasioni e battuto il record francese itre volte. Nella stagione all’aperto ha realizzato 5.92 a Shanghai ma ha avuto difficoltà a salire in alto anche a causa delle condizioni di vento spesso avverse anche se è rimasto sempre imbattuto vincendo le tappe della Diamond League a Shanghai, Eugene, Oslo, Losanna e Parigi.


In assenza dei tedeschi Otto e Holzdeppe, attualmente infortunati, il rivale più pericoloso è il campione mondiale di Daegu Pawel Wojechowski che sconfisse proprio Lavillenie in quell’occasione. In lotta per le medaglie ci saranno anche, il polacco Piotr Lisek, autore di un salto da 5.82 in questa stagione, il greco Konstantinos Filippidis, il tedesco Malte Mohr e ll ceco Jan Kudlicka, rispettivamente oro, argento e bronzo ai Mondiali di Sopot e il tedesco Tobias Scherbarth, vincitore ai Campionati tedeschi di Ulm. Per l’Italia sarà in gara l’ex campione del mondo Giuseppe Gibilisco, che è tornato a saltrare 5.70 quest’anno a Rieti.

Lavillenie è uno dei personaggi più poploari dell’atletica anche per la sua simpatia eil suo comportamento sempre gentile.  Viene da una famiglia di astisti. Suo padre Giles, ex astista, lo introdusse a questa disciplina quando aveva quatto anni facendogli provare la prima asta all’età di quattro anni.  Anche  il fratello minore  Valentin è un buon astista e ha partecipato ai Mondiali di Mosca.

Nel suo tempo libero Lavillenie coltiva la passione per le motociclette e per l’alta velocità. “Nel 2013 ho partecipato al Bol d’or, una gara motociciclistica che si svolge a Magny Cours. La moto è una passione che mi permette di scaricare la tensione e di provare sensazioni diverse da quelle che ho ogni giorno quando salto con l’asta. Quando si va a 250 all’ora si provano brividi pazzeschi e inimmaginabili”.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
32^ Huawei Venicemarathon da record!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE