EUROPEI DI ZURIGO 2014: LEMAITRE PUNTA A RIPETERE LA DOPPIETTA QUATTRO ANNI DOPO BARCELLONA

Mancano sei giorni all’inizio degli Europei di Zurigo nel mitico Stadio Letzigrund e incominciamo oggi la nostra presentazione dei principali protagonisti della rassegna continentale che si concluderà il 17 Agosto. Undici giorni dopo la città svizzera ospiterà anche la prima delle due finali della IAAF Diamond League-
Una delle stelle più attese al Letzigrund sarà Christophe Lemaitre che inseguirà l’obiettivo di vincere il titolo europeo dei 100 metri per la terza edizione consecutiva dopo i trionfi di Barcellona 2010 e Helsinki 2012. Se dovesse riuscire nell’impresa di vincere anche i 200 metri il campione di Aix Les Bains entrerebbe nella storia della manifestazione continentale come il primoo velocista capace di vincere 100 e 200 in due edizioni diverse degli Europei.
di Diego Sampaolo

Negli 80 anni di storia degli Europei solo una volta un velocista è riuscito a scendere sotto i 10 secondi. Si tratta di Francis Obikwelu che trionfò in 9”99 nell’edizione di Goteborg 2006. Un record che rischia di cadere sulla pista del Letzigrund visto che in gara ci saranno quattro dei sei migliori velocisti di sempre del Vecchio Continente.     
Lemaitre, primatista francese con 9”92, dovrà vedersela con il connazionale Jimmy Vicaut, che detiene il miglior rempo europeo dell’anno con il 9”95 realizzato a Aix Les Bains a fine Maggio, anche se le sue condizioni fisiche non sono ottimali a causa di un infortunio che ha condizionato la sua preparazione durante l’estate.
Gli sprinter francesi dovranno vedersela con il britannico James Dasaolu, argento agli Europei Indoor di Goteborg sui 60 metri alle spalle di Vicaut e secondo velocista di sempre in Gran Bretagna con 9”91 realizzato nel 2013 alle spalle di Linford Christie, primatista europeo con 9”87. Alla pari con lo stesso tempo di Dasaolu si trova l’olandese Churandy Martina, campione europeo a Helsinki sui 200 metri e finalista olimpico a Londra sui 100 e sui 200 metri anche se non è apparso in grandi condizioni in questa stagione.
La Germania potrebbe tornare sul podio dei 100 metri con il fresco campione nazionale Julian Reus che ai recenti campionati nazionali di Ulm ha migliorato il record nazionale detenuto dal 1985 da Frank Emmelmann con 10”05 in semifinale. Emmelmann è stato l’ultimo velocista tedesco capace di vincere il titolo europeo dei 100 metri a Atene 1982.
L’Italia schiera il pisano di origini ivoriane Delmas Obou che ai recenti Campionati Italiani di Rovereto ha vinto il suo secondo titolo italiano consecutivo.
200 metri maschili: 
Sui 200 metri Lemaitre punta a ripetere il bis di Barcellona. Il campione transalpino vanta il miglior tempo europeo dell’anno con il 20”08 realizzato a Montecarlo. Il transalpino dovrà vedersela con il britannico Adam Gemili che vanta un personale stagionale di 20”20. Gemili ha rivelato tutto il suo potenziale l’anno scorso quando divenne il secondo britannico della storia in grado di scendere sotto i 20 secondi con 19”98 nella semifinale dei Mondiali di Mosca prima di terminare la finale in quinta posizione. Gemili ha vinto la sua prima medaglia da senior sui 100 metri ai Giochi del Commonwealth due anni dopo la vittoria ai Mondiali Juniores di Barcellona.
L’Italia punta sul due volte campione italiano Diego Marani che ha realizzato il nono miglior tempo italiano di sempre con 20”47 ai Campionati Italiani di Rovereto. Il velocista mantovano punterà a raggiungere la sua seconda finale europea consecutiva due anni dopo il settimo posto di Helsinki
400 metri maschili
Nei 400 metri che non vedranno al via il campione europeo in carica e iridato indoor Pavel Maslak,che si è infortunato a inizio estate dopo il brillante 44”79 realizzato a Doha, il favorito sul giro di pista potrebbe essere il diciannovenne britannico Matthew Hudson Smith, il più veloce nelle liste dei partenti con 44”97. Il giovane britannico ha contribuito con la sua straordinaria frazione che gli ha permesso di precedere il bahamense Chris Brown e di contribuire al successo dell’Inghiltrra sui campioni olimpici delle Bahamas ai recenti Giochi del Commonwealth. Candidati per il podio anche i gemelli belgi Kevin e Jonathan Borlée, non al meglio della loro condizione in questa stagione ma sempre atleti in grado di dare del loro meglio nelle occasioni che contano. Kevin ha vinto il titolo europeo a Barcellona 2010 e ha vinto il bronzo ai Mondiali di Daegu 2011. Jonathan ha sfiorato il podio lo scorso anno nella finale dei Mondiali di Mosca arrivando quarto in 44”54.

Matteo Galvan ha recentemente vinto il titolo italiano correndo il suo miglior tempo stagionale con 45”58 a Rovereto e punta all’ingresso in finale dopo la semifinale ai Mondiali di Mosca. 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ANNA E LA SUA MARATONA DI VENEZIA: 42K DA CORRERE CON IL SORRISO
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE