BOLT TRASCINA LA GIAMAICA AL SUCCESSO NELLA FINALE DELLA 4×100 AI GIOCHI DEL COMMONWEALTUsain Bolt

Usain Bolt
(Fonte Colombo/Fidal)
Si sono concluse le gare di atletica allo Stadio di Hampden Park a Glasgow in una serata flagellata dalla pioggia battente. Nonostante le condizioni climatiche inclementi non sono mancati i risultati di grande livello
di Diego Sampaolo

L’uomo più atteso dei Giochi del Commonwealth Usain Bolt non ha tradito le aspettative trascinando i compagni Jason Livermore, Kemar Bailey Cole e Nickel Ashmeade al successo in 37”58, nuovo record dei Giochi del Commonwealth. Bolt ha preso il testimone con un leggero svantaggio rispetto all’ultimo frazionista inglese Daniel Talbot ma con la sua corsa regale ha ha spento le velleità del team inglese che si é dovuto accontentare dela medaglia d’argento in 38”02 con un quartetto formato da Harry Aikinees Aryeteey, Adam Gemili, Richard Kilty e Daniel Talbot. Trinidad and Tobago si è aggiudicato la medaglia di bronzo in 38”10.

Tra gli altri risultati spicca la vittoria della staffetta 4×100 femminile della formazione giamaicana formata da Veronica Campbell Brown, Kerron Stewart, Shillione Calvert e Shelly Ann Fraser Pryce che ha realizzato il record dei Giochi con 41283 precedendo di oltre un secondo la Nigeria. Il team inglese formato da Asha Phillip, Jodie Williams e Bianca Williams e Ashleigh Nelson ha conquistato la medaglia di bronzo in 43”10.

L’ultima frazione straordinaria del diciannovenne Matthew Hudson Smith (talento in grado di correre in 44”97 quest’anno) ha regalato il titolo della staffetta 4×400 all’Inghilterra in 3’00”46 davanti ai Campioni olimpici delle Bahamas. Della formazione inglese hanno parte Conrad Williams, Michael Bingham e Daniel Awde.

Nei 5000 metri femminili vinti dalla vice campionessa del mondo Mercy Cherono in 15’07”21 ha destato grande emozione la medaglia di bronzo della quarantenne inglese Jo Pavey, mamma di due bambini Jakob e Emily (secondogenito nato appena 10 mesi fa).

Nel giavellotto maschile si é imposto il keniano Julius Yego che ha scagliato l’attrezzo alla misura di 83.87m davanti al campione olimpico Keshorn Walcott che ha realizzto la miglior misura di 82.67 dopo che in qualificazione aveva realizzato il record di Trinidad and Tobago con 85.28m.
Il team giamaicano della staffetta 4×400 formato da Stephanie McPherson, Novlene Williams Mills, Christine Day e Anastasia Le Roy ha conquistato il successo in 3’23”82 davanti alla Nigeria (3’24”71) e all’Inghilterra (3’27”24)
Godfrey Khotso Mokoena si è aggiudicato l’oro nel triplo con 17.20, arrivando a 5 centimetri dal suo primato sudafricano

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
32^ Huawei Venicemarathon da record!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE