TUSCANY TRAINING CAMP: BUONI RISULTATI A CASTELBUONO, AI MONDIALI JUNIORES E AI GIOCHI DEL COMMONWEALTH

La partenza a Castelbuono. Ph. Organizzazione
L’89^ edizione del Giro di Castelbuono, svoltasi come ogni anno sabato 26 luglio, ha portato fortuna a due atleti seguiti dallo staff del Tuscany Training Camp di San Rocco a Pilli (SI): l’ ugandese James Kibet si è aggiudicato un ottimo 5^ posto con un tempo finale di 31.50.05 mentre il marchigiano Gabriele Carletti è stato 7^ assoluto e 1^ degli italiani in 32.07.07.
Per l’italiano si tratta di un piazzamento di grande importanza alla luce dello stop cui lo aveva costretto un problemi al tendine d’Achille destro e alla ripresa resa possibile dalle cure del centro medico-sanitario del Tuscany Training Camp.
Grande la soddisfazione per Giuseppe Giambrone, ideatore del progetto: “Dopo appena cinque mesi dall’avvio della nostra struttura, cominciamo a vedere i primi, veri risultati del lavoro che ogni giorno svolge il nostro staff, dai medici ai responsabili delle strutture ricettive. Questo ci lascia pensare che siamo sulla buona strada…”.

Ottime notizie arrivano anche dagli Stati Uniti, dove Yones Chappinelli dell’Uisp Siena, seguito da quattro mesi da un punto di vista sanitario dall’équipe di San Rocco, ha conquistato il sesto posto ai Mondiali Juniores sulla distanza dei 3000 siepi appena conclusisi in Oregon, migliorando per ben due volte il record italiano allievi, sia nelle qualificazioni (con un tempo di 8’46”) che in finale in 8’43”.
Confortante anche la medaglia di bronzo della Nazionale Ugandese (allenata da Giuseppe Giambrone nel camp allestito sul modello di quello di San Rocco nello stato africano) conseguita ai recenti Giochi del Commonwealth (3^ posto per Habran Kiprimo e 4^ per Mutai Salomon).
Ma non ci sarà molto tempo per assaporare questi risultati: nuovi appuntamenti attendono infatti gli atleti seguiti dallo staff del Tuscany Training Camp. Gabriele Carletti e Alessandro Brancati saranno infatti impegnati domenica 3 agosto a Isernia nei Campionati Italiani sui 10.000 mt, mentre un impegno ancora maggiore attende, sempre sui 10.000 mt, Stefano La Rosa, atteso agli Europei di Zurigo di metà agosto. L’atleta toscano, di ritorno dal raduno Fidal di St.Moritz, sta definendo proprio a San Rocco la sua preparazione per quest’importante appuntamento.
Il 23 agosto gli ugandesi Kiprop Boniface e Zagharia Kiprotich saranno impegnati a una corsa storica del panorama nazionale: l’Amatrice-Configno.
Dovremo attendere invece il mese di ottobre per entrare nel clima delle maratone e vedere alla prova atleti del calibro di Wilson Businei, Simon Rigut e James Kibet.
Da ricordare anche l’avvio della collaborazione con la Federazione del Burundi, che ha già affidato alla professionalità dello staff del Tuscany Training Camp il giovane atleta Pierre Celestine Nihorimbere. Un campione che, malgrado la giovane età, ha già intenzione di dire la sua nelle competizioni che lo vedranno al via. Una determinazione che, siamo certi, sarà ulteriormente rafforzata grazie agli allenamenti e alla vita in comune con gli altri atleti del Tuscany Training Camp.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Tutti i campioni italiani di maratona. Eccoli. E poi c’è lui…a 85 anni. The King Caponetto
Risultati: il grande week end di running firmato TDS
Timing Data Service presenta la sua due giorni di running: 25-26 novembre
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli