LA PRESENTAZIONE DEI MONDIALI JUNIORES DI EUGENE

E’ appena scattato il Mondiale Juniores nella cittadina dell’Oregon Eugene nel mitico impianto di Hayward Field, impianto caro agli appassionati di atletica come teatro del Prefontaine Classic.
di Diego Sampaolo
 

 

Saranno 1546 gli atleti provenienti da 175 paesi i protagonisti della rassegna mondiale juniores che già in passato ha rivelato nomi di grandissimo livello dell’atletica mondiale come Colin Jackson, Carolina Kluft, Usain Bolt, Yelena Isinbayeva, Veronica Campbell, Susanna Kallur, Meseret Defar, Lashawn Merritt, Aries Merritt David Rudisha e più di recente Christophe Lemaitre, Mutaz Barshim e Pascal Martinot Lagarde solo per citare alcuni campioni che hanno mosso i primi passi da questa bellissima manifestazione giovanile.

L’Italia si presenta con una squadra composta da 49 atleti (30 ragazzi e 19 ragazze) convocati dal Direttore Tecnico delle Nazionali Giovanili Stefano Baldini. Le stelle azzurre saranno la triplista Ottavia Cestonaro, campionessa europea juniores a Rieti, la saltatrice in alto Erika Furlani, vice campionessa mondiale under 18 a Donetsk e quinta delle liste mondiali juniores stagionali, la marciatrice Eleonora Dominici, iscritta con un tempo d’iscrizione di 48’34”32 compreso tra le prime dieci prestazione mondiali dell’anno, la quattrocentista ad ostacoli Ayomide Folorunso, accreditata di un eccellente 58”50, il triplista Lorenzo Dallavalle, che in stagione ha realizzato la misura di 15.92 e i mezzofondisti di origini etiopi Yemaneberhan Crippa (sesto ai Mondiali allievi di Donetsk sui 1500 metri) e Yohannes Chiappinelli, decimo ai Mondiali allievi sui 3000 metri e primatista italiano allievi in due occasioni quest’anno sui 3000 siepi. Da seguire con interesse anche Benedetta Cuneo, finalista ai Mondiali allievi di Donetsk nel lungo e nel triplo, il mezzofondista Enrico Riccobon sugli 800 metri, Luca Cacopardo (atleta della Riccardi e studente negli Stati Uniti all’Everglades High School di Miramar in Florida con il sogno nel cassetto di studiare ingegneria aerospaziale all’Institute of Technology del Massachussets) sui 400 ostacoli.

Nell’ultima edizione di Barcellona 2012 l’Italia vinse l’oro con Alessia Trost nel salto in alto e l’argento con Roberta Bruni nel salto con l’asta. Non sarà facile piazzare azzurri sul podio in un contesto mondiale di altissimo livello. L’obiettivo potrebbe essere quello di eguagliare i 10 finalisti dell’edizione di Plovdiv 1990. Nella storia delle 14 edizioni dei Mondiali Juniores l’Italia ha conquistato 17 medaglie (quattro ori, tre argenti e dieci bronzi). L’edizione più ricca di successi fu quella giocata in casa a Grosseto quando l’Italia vinse due ori nei 200 e nel lungo con Andrew Howe e il bronzo con Laura Gibilisco nel lancio del martello

Chi saranno le stelle della manifestazione ? Tra i nomi di spicco scegliamo lo statunitense Trayvon Bromell, primatista del mondo juniores dei 100 metri e primo junior in grado di scendere sotto i 10 secondi con 9”97 proprio sulla pista di Hayward Field in occasione dei Campionati NCAA, la connazionale Kailyn Whitney, vincitrice ai Campionati Statunitensi Juniores di Eugene sui 100 metri in 11”10 e sui 200 metri in 22”49, primati mondiali under 18. Negli ostacoli la stella sarà il francese Wilhem Belocian, il francese di origini caraibiche che vinse gli Europei Juniores di Rieti davanti al nostro Lorenzo Perini e primatista europeo quest’anno con 13″15.

Nel mezzofondo saranno tutte da seguire la giovane statunitense Mary Cain, che ha fatto incetta di record statunitensi giovanili e ha disputato la finale dei mondiali di Mosca lo scorso anno nei 1500 metri e l’etiope Dawit Seyaum, seconda ai Mondiali allievi sui 1500 metri e autrice di prestazioni straordinarie sui 1500 metri nel circuito dei meeting come 3’59”61 a Marrakesh e il secondo posto in Diamond League a New York in 4’00”66 alle spalle di Abeba Aregawi. Sugli 800 metri la stella sarà l’islandese Anita Hinriksdrottir, campionessa del mondo under 18 a Donetsk e oro europeo juniores a Rieti la settimana successiva.

Sulla pedana del salto triplo la stella sarà il cubano Lazaro Martinez, laureatosi campione del mondo under 18 a Donetsk e grande protagonista nei primi meeting della Diamond League della stagione con un brillante terzo posto al Golden Gala con 17.07 dietro a Christian Taylor e Will Claye davanti a Fabrizio Donato. In stagione ha realizzato a 17 anni uno straordinario 17.24.  Nel triplo femminile le avversarie della nostra Cestonaro saranno Florentina Marincu, campionessa mondiale under 18 nel lungo e nel triplo, e la spagnola Ana Peleteiro, campionessa del mondo juniores in carica a Barcellona 2012. L’avversario principale di Bromell sui 100 metri sarà il giapponese Yoshihide Kiriyu, che esplose lo scorso anno quando realizzò un clamoroso 10”01 (non omologato come primato mondiale juniores).
Nei lanci il principale protagonista sarà l’australiano Mart Denny, oro nel disco e bronzo nel martello ai Mondiali allievi 2013 di Donetsk.

Un’altra giovane promessa emersa a Donetsk è la velocista svedese Irene Ekelund, campionessa mondiale under 18 sui 200 metri in 22”92.

La fenomenale diciassettenne britannica Morgan Lake sarà la grande protagonista dell’eptathlon  dove vanta un personale superiore ai 6000 punti stabilito a Gotzis nel grande meeting austriaco delle prove multiple. Lake, figlia dell’ex  triplista britannico Eldon Lake, vantaun personale nel salto in alto di 1.93 stabilito quest’anno.  
La venezuelana Robeilys Peinado, altra campionessa mondiale under 18 di Donetsk 2013, potrebbe diventare l’erede di Yelena Isinbayeva nel salto con l’asta. La Corea del Sud potrebbe vincere l’oro nel salto in alto con il campione del mondo di Donetsk Sangyeok Woo che lo scorso anno superò 2.20m

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
STELVIO MARATHON SOGNA IN GRANDE PERCORSO GIÀ SEGNALATO E TESTABILE!
DOMENICA 29 OTTOBRE C’E’ LA MEZZA MARATONA D’ITALIA A IMOLA
BRESCIA ART MARATHON 2018: 31 OTTOBRE…ATTENZIONE AL CAMBIO QUOTA!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE