RUDISHA TORNA A GAREGGIARE IN GRAN BRETAGNA DUE ANNI DOPO IL TRIONFO OLIMPICO A LONDRA

Torna in questo fine settimana la IAAF Diamond League con la tappa di Glasgow che si svolgerà Venerdì e Sabato a Hampden Park, tempio del calcio consacrato per l’atletica in una sorta di prova generale dei prossimi Giochi del Commonwealth dal 27 Luglio al 3 Agosto. La prima delle due tappe britanniche del circuito si è trasferita dalla sede tradizionale di Londra a Glasgow a causa dei lavori di riconfigurazione dello Stadio Olimpico dei Giochi del 2012 che ospiterà i Mondiali di atletica del 2017.

di Diego Sampaolo

800 metri maschili: IL RITORNO DI RUDISHA SU SUOLO BRITANNICO

L’uomo più atteso del meeting di Glasgow sarà il campione olipico e primatista del mondo degli 800 metri David Rudisha che disputerà la prima gara su suolo britannico dal giorno del suo trionfo alle Olimpiadi londinesi quando realizzò il record del mondo degli 800 metri in 1’40”91 nella finale olimpica mettendo a segno una delle più grandi imprese della storia dell’atletica. Sabato pomeriggio il fuoriclasse keniano disputerà la sua terza gara stagionale dopo il settimo posto di Eugene in 1’44”87 nella gara del rientro dopo il lungo stop per l’infortunio al ginocchio e il successo a New York in 1’44”63. La gara di Glasgow sarà uno dei due test che Rudisha disputerà in vista dei Giochi del Commonwealth di fine Luglio, suo obiettivo stagionale. Rudisha sarà in gara anche il 18 Luglio all’Herculis di Montecarlo. A Glasgow dovrà vedersela con il forte sudafricano André Olivier e il keniano Job Kinyor.

“Sarà la prima volta che gareggerò in Gran Bretagna dal mio successo olimpico e non vedo l’ora di correre davanti al pubblico britannico. Glasgow sarà un test importante in vista dei Giochi del Commonwealth. Dovrò essere al meglio per poter vincere la mia seconda gara stagionale”, ha detto Rudisha

100 metri maschili: THOMPSON- RODGERS- ASHMEADE – BLAKE:

In gara due vincitori della Diamond League di quest’anno Richard Thompson, primo a Oslo in 10”02 e Michael Rodgers, vincitore a Parigi in 10”00 proprio davanti al trinidegno. Thompson ha stabilito il secondo miglior tempo mondiale dell’anno con 9”82 ai Campionati di Trinidad and Tobago.

Torna a gareggiare Yohan Blake che due anni fa vinse due medaglie d’argento sui 100 e sui 200 metri alle Olimpiadi di Londra alle spalle di Usain Bolt e l’oro nella staffetta 4×100 della Giamaica. In questa stagione the Beast si è classificato secondo a New York sui 100 metri ma non è andato oltre il sesto posto sui 200 a Losanna. L’altro giamaicano Nickel Ashmeade cercherà di riscattare l’amara squalifica per partenza falsa al meeting di Parigi. In gara anche il britannico James Dasaolu, che è tornato settimana scorsa correndo in 10203 nella serie B del  meeting di Losanna

“Dopo un grande 2012 è stata una delusione non poter gareggiare nel 2013 a causa dell’infortunio. Voglio dimostrare che the Beast è tornato”, ha detto Blake.

200 metri maschili: WEIR CONTRO EDWARD: Nei 200 metri l’uomo più in forma del momento Alonso Edward, vincitore a Losanna con 19”84 (a tre centesimi dal suo record stabilito ai Mondiali di Berlino 2009 quando vinse l’argento alle spalle di Usain Bolt, e il giamaicano Warren Weir, il più veloce al mondo quest’anno con 19”82 a New York

100 metri femminili: FRASER PRYCE- OKAGBARE- BOWIE – FELIX: Un’altra gara di grande spessore sarà la sfida tra la campionessa olimpica e mondiale Shelly Ann Fraser Pryce, indietro d condizione dopo un infortunio muscolare che non le ha permesso di rendere al meglio ad inizio stagione, la nigeriana Blessing Okagbare, bronzo ai Mondiali di Mosca sui 200 metri e vincitrice a Shanghai e Parigi sul mezzo giro di pista, la rivelazione stagionale Tori Bowie, ex lunghista convertitasi allo sprint che ha ottenuto successi sui 200 a Eugene e vittorie a Roma e New York e la campionessa olimpica dei 200 metri Allyson Felix, seconda settimana scorsa sui 200 metri a Parigi alle spalle di Okagbare.  

400 metri femminili: MCORORY RITROVA RICHARDS ROSS: Andrà in scena la rivincita dei Campionati Statunitensi tra la vincitrice Francena McCorory, capolista mondiale stagionale con 49”48, e la campionessa olimpica Sanya Richards Ross, seconda a Sacramento con 49”66 e prima settimana scorsa a Parigi in 50”11.

Altra grande protagonista sarà la giamaicana Novlene Williams Mills, capofila nella Diamond Race grazie alle vittorie di Shanghai, Eugene e Oslo.

400 ostacoli maschili: NUOVA SFIDA CULSON – TINSLEY: Nuovo capitolo della sfida tra il portoricano Javier Culson, vincitore a New York con il miglior tempo mondiale dell’anno (48”03) e il vice campione mondiale e olimpico Michael Tinsley. A Losanna si è imposto Culson per otto centesimi di secondo in 48”32 mentre a Parigi la vittoria è andata a Tinsley in 48”25.

100 ostacoli: HARRISON SFIDA PEARSON: Queen Harrison, battuta da Dawn Harper Nelson con un eccellente 12”46, affronta la campionessa olimpica di Londra e mondiale di Daegu Sally Pearson, non al meglio dopo un infortunio subito durante il riscaldamento al Golden Gala di Roma

1500 metri femminili: HASSAN – AREGAWI: La giovane olandese Sifan Hassan ha stupito tutti per la straordinaria vittoria di settimana scorsa nelal straordinaria gara di Parigi in 3’57”00, nuovo record europeo under 23 e migliore prestazione mondiale dell’anno. Hassan concederà la rivincita alla svedese Abeba Aregawi che a Parigi è incappata in una delle sue serate no a causa di problemi allo stomaco. Il cast delle meraviglie vedrà al via anche la keniana Hellen Obiri che in questa stagione ha vinto i 3000 metri a Doha con il record africano (8’20”68) e i 1500 a Eugene in 3’57”05, secondo iglior tempo dell’anno.

5000 metri maschili: SOI – ALAMIREW: Un’altra rivincita di Parigi vedrà opposti Edwin Soi, vincitore allo Stade de France con il miglior tempo mondiale dell’anno (12’59”82), e Yenw Alamirew, secondo nella capitale francese in 13’00”21 e leader della Diamond Race.

Peso maschile: STORL – MAJEWSKI: Il due volte campione del mondo e vice campione olimpico David Storl insegue il secondo successo in Diamond Leagu una settimana dopo la vittoria di Parigi con 21.41. Il gigante tedesco dovrà vedersela con il due volte campione olimpico Tomas Majewski e il trio statunitense formato da Reese Hoffa (secondo a Parigi alle spalle di Storl), Joe Kovaks, campione statunitense con 22.03 a Sacramento ma sconfitto nettamente a Parigi dove non è andato oltre 19.46 a Parigi e il due volte campione mondiale indoor Ryan Whiting

Salto in lungo femminile: BARTOLETTA SFIDA JOHNSON THOMPSON: Di grande interesse per il pubblico britannico sarà la sfida tra la primatista mondiale stagionale Tianna Bartoletta, vincitrice  a Oslo con 7.02, e la giovane eptathleta britannica Katarina Johnson Thompson, vice campionessa del mondo indoor a Sopot nel lungo e vincitrice del titolo nazionale con 6.81 (record personale) a Birmingham due settimane fa

Salto in lungo maschile: Il campione olimpico Greg Rutherford, primatista britannico quest’anno con 8.51 a Chula Vista e secondo a Losanna settimana scorsa, scende in pedana nello stadio dove il suo bisnonno Jock Rutherford, ottimo calciatore, giocò con la maglia della nazionale inglese contro la Scozia davanti a oltre 121000 spettatori

Lancio del disco femminile: PERKOVIC VICINA ALLA VITTORIA NELLA DIAMOND RACE: La fuoriclasse Sandra Perkovic insegue il quinto successo nella Diamond Race che le assicurerebbe la vittoria del Diamante per il terzo anno consecutivo. La campionessa olimpica e mondiale ritroverà in pedana l’australiana Dani Samuels che l’ha impegnata seriamente fino all’ultimo tentativo a Parigi.

Lancio del giavellotto maschile: VESELY – PITKAMAKI: Si rinnova il duello tra i migliori due giavellottisti del momento, l’oro e l’argento dei mondiali di Mosca Viteszlav Vesely (primato stagionale di 87.38m a Ostrava ) e Tero Pitkamaki, vincitore quest’anno della tappa di Oslo.

Salto in alto femminile: L’altra grande stella dell’atletica croata Blanka Vlasic è tornata a vincere superando i 2 metri a Parigi e inseguirà un nuovo successo in Diamond League contro la campionessa olimpica Anna Chicherova, prima al mondo quest’anno con 2.01 ma in difficoltà a Oslo a causa di alcuni problemi fisici

Salto in alto maschile: FASSINOTTI UNICO ITALIANO IN GARA: In una gara non valevole per la Diamond Race scenderà di nuovo in pedana il torinese Marco Fassinotti che si allena proprio in Gran Bretagna sotto la guida di Fuzz Ahmed. In questa stagione il primatista italiano indoor con 2.34 ha eguagliato il suo record all’aperto superando 2.28 a Bedford. Se la dovrà vedere con gli statunitensi Ross e Jonas e il greco Mastoras, salito quest’anno a 2.30 a Ostrava

Salto triplo maschile: DI NUOVO TAYLOR – CLAYEEnnesimo capitolo dell’eterna sfida tra i due amici rivali Will Claye e Christian Taylor. Claye vanta la migliore prestazione mondiale dell’anno con 17.75 ma non è andato oltre il settimo posto a Parigi. Taylor si è classificato secondo ai Campionati statunitensi con 17.37 e a Parigi settimana scorsa con 17.11

Salto con l’asta femminile: MURER – SUHR: La brasiliana Fabiana Murer, campionessa mondiale a Daegu e vincitrice a New York, cercherà di riportare allegria sul volto degli sportivo brasiliani dopo la tremenda sconfitta 1-7 contro la Germania nella semifinale dei Mondiali di calcio brasiliani ma affronterà un compito molto impegnativo contro la campionessa olimpica Jenn Suhr.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
32^ Huawei Venicemarathon da record!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE