NUOVI NOMI SULLA RIBALTA AI CAMPIONATI STATUNITENSI DI SACRAMENTO

I Campionati Statunitensi di Sacramento si sono conclusi ieri con straordinari risultati e nuovi protagonisti che si stanno affacciando sulla scena internazionale. Su tutti spicca l’eccellente 8.52 all’ultimo tentativo di Jeffery Henderson nel salto in lungo con vento a favore molto forte di +3.5 m/s, il miglior risultato realizzato quest’anno in ogni condizione di vento. Nella sua serie ha piazzato un salto di 8.43m regolare che lo piazza al quarto posto delle liste mondiali dell’anno. “Posso arrivare a saltare 8.83m”, ha detto Henderson
di Diego Sampaolo

Grande sorpresa nei 110 ostacoli dove Ronnie Ash è diventato il primo specialista al mondo quest’anno in grado di scendere sotto in 13 secondi con 12”99 in semifinale ma nella gara decisiva per il titolo si è scontrato contro un ostacolo dando addio ai sogni di vittoria. Il successo è andato a Devon Allen, ostacolista bianco che ha vinto il titolo nazionale tre settimane dopo aver conquistato il successo ai Campionati Universitari NCAA. Allen ha battuto al photo finish il vice campione mondiale Ryan Wilson (secondo con lo stesso tempo del vincitore) e il campione mondiale David Oliver (13”23).

Kori Carter si é imposta nei 400 ostacoli femminili con la seconda migliore prestazione mondiale dell’anno (53”84) davanti a Georganne Moline (54”00).

Ajee Wislon, grande promessa del mezzofondo statunitense fin dal successo ai Mondiali Juniores di Barcellona 2012, ha tenuto fede alle aspettative riposte su di lei vincendo gli 800 metri femminili in 1’58”70, terzo tempo mondiale dell’anno, battendo Laura Roesler (1’59”04) e Molly Becwith (1’59”35). Wilson gareggerà in Europa nel circuito della Diamond League a Glasgow e Montecarlo.

Ottima prestazione anche negli 800 maschili dove il finalista mondiale e olimpico Duane Solomon ha fatto suo il titolo nazionale in 1’44”30 battendo nettamente Casimir Loxsom (1’45”97) e Erick Sowinski (1’46”93).

Il vento troppo generoso di +3.8 m/s ha sospinto le velociste nella finale dei 200 metri dove Janeba Tarmoh ha trionfato in 22”06 davanti a Kimberlyn Duncan (22”10) e Joanna Atkins (22”19).

Curtis Mitchell ha vinto i 200 metri in 20”13 con vento regolare (+1.3 m/s) davanti a Wallace Spearmon (20”19) e a Maurice Mitchell (20”30).

Inika McPherson, una delle più piccole saltatrici in alto in circolazione con i suoi 1.65m, ha superato per la prima volta in carriera i 2.00 metri stabilendo il maggior differenziale tra la sua altezza e quella superata

L’ex campionessa mondiale di Daegue e argento iridato di Mosca Jenny Simpson si è aggiudicata i 1500 metri in 4’04”96 davanti alla giovane promessa del mezzofondo statunitense Mary Cain (4’06”34) Il finalista olimpico dei 3000 siepi Evan Jager ha portato a casa il successo nei 3000 siepi in 8’18”83. Gia Lewis Smallwood ha superato la barriera dei 65 metri nel disco con 65.96m.  

Campionati Giamaicani: WEIR BATTUTO SUI 200 METRI
L’ultima giornata dei Campionati Giamaicani ha fatto registrare una clamorosa sorpresa nei 200 metri maschili dove il vice campione mondiale Warren Weir è stato battuto di 13 centesimi di secondo  da Rascheed Dwyer che si è imposto stabilendo il record personale con un ottimo 20″04.
Novlene Williams Mills, dominatrice della stagione sui 400 metri femminili, ha conquistato l’ottavo titolo nazionale della sua carriera in un ottimo 50″05 davanti a Christine Day (50″16) e Stephanie McPherson (50″50).
Anneisha McLaughlin si è aggiudicata la finale dei 200 metri in 22″78 davanti a Shillione Calvert (22″88) e a Samanta Henry Robinson (23″15)

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Eyob Faniel correrà la 32^ Huawei Venicemarathon!
L’ultramaratoneta Luisa Zecchino investita mentre si allena. E’ grave.
Svelato percorso e maglia nuova della EA7 ARMANI MILANO MARATHON 2018
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE