GRANDI GARE DI MARTELLO E GIAVELLOTTO AI PAAVO NURMI GAMES DI TURKU

Grandi risultati sono stati realizzati ieri sera nei lanci ai Paavo Nurmi Games di Turku in Finlandia, meeting del circuito EA Premium.
di Diego Sampaolo

Il campione olimpico del lancio del martello Krisztian Pars, capofila mondiale stagionale con 81.57 realizzato settimana scorsa a Ostrava, si è confermato il migliore della specialità vincendo la sua settima gara stagionale consecutiva con 79.83 davanti al finalista mondiale Dilshod Nazarov (77.93) nella gara valevole come tappa del Challenge IAAF del Lancio del Martello.

Come da tradizione il giavellotto ha prodotto l’acuto principale del meeting finlandese nel paese dove questa specialità è una vera e propria religione. Il pubblico di casa ha applaudito la vittoria del campione di casa Tero Pitkamaki (argento ai Mondiali di Mosca) che ha vinto la sua terza gara consecutiva con 85.89m al secondo lancio battendo il connazionale Antti Ruuskanen (bronzo olimpico a Londra) che ha superato la barriera degli 85 metri per la prima volta in questa stagione con 85.28. Al terzo posto il formidabile egiziano Ihab El Sayed (capolista mondiale stagionale con 89.21) che ha realizzato il terzo miglior lancio della sua carriera con 84.45m. Quarto il tedesco Thomas Rohler con 82.86.

La cubana Daria Caballero ha vinto il lancio del disco con 63.48m. Angelika Krasnova si è aggiudicata il salto con l’asta con 4.61 battendo la vice campionessa olimpica Yarisley Silva (4.41m). Il polacco Karol Zalewski si è imposto nei 200 metri in 20”68

C’è stata anche una vittoria italiana con Patrick Nasti nei 3000 siepi in 8’29”10

 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Tutto sul 61° Campaccio Cross Country
Piano-Forte, la staffetta a ritmo di musica
LMHM 2017: Veronica Angeloni va… Oltre il Limite
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre