TRIS DI KENIANI I FAVORITI QUESTA SERA ALLA NOTTURNA DI SAN GIOVANNI

Ph. Organizzazione
Un terzetto di atleti keniani, tesserati per società toscane, si staglia per la candidatura alla vittoria finale. Il primo è il keniano Bernard Kipsang Chumba, tesserato per l’Atletica Castello, classe 1988 un personale sulla mezza maratona di 1:06’40” e sui 10mila su strada di 29’20” fatto lo scorso giugno a Telese terme. Di recente, lo scorso 8 giugno, Chumba è stato secondo nel trofeo San Nicandro a Venafro in Molise sulla distanza di 9 km, dietro a Silvain Rukundo della Toscana Atletica che ha vinto la gara in 26’55”.

Poi c’è Hosea Kisorio Kimeli, classe 1990 della Virtus CR Lucca che proprio domenica scorsa ha vinto a Sesto Fiorentino la prova sui 5000 metri su pista ai Campionati di società in 14’17”79, battendo dopo una serrata volata l’astro nascente del mezzofondo italiano, lo juniores livornese Samuele Dini. Kimeli aveva vinto anche la gara dei 3000 siepi nella prima fase dei societario a Pontedera in 8’47”23.

Il terzo keniano dei favoriti è Matthew Rugut anche lui della Virtus CR Lucca, classe 1982, che nella stessa gara dei 5000 metri di Sesto Fiorentino domenica era stato terzo in 14’33”90 dopo che il sabato aveva corso i 1500 metri in 3’56”48.
In campo femminile la ruandese Claudette Mukasakindi classe 1982 dell’Atletica 2005 appare la principale favorita. Vanta vittorie nelle mezze maratone di Prato e Firenze, tra le altre, e ai societari di Sesto Fiorentino domenica ha corso i 5000 metri vincendo la gara praticamente in solitario e chiudendo in 16’22”94. Lo scorso anno aveva corso la maratonina di Ostia in 1:11”59 e corso i 10 km su strada a Benevento in 34’53”. Quest’anno ha chiuso la mezza maratona di Pistoia al secondo posto in 1:18’15”.

Tra le protagoniste ci sarà anche Linda Benigni, piombinese classe 1985 tesserata per il Centro Atletica Piombino, atleta juniores che quest’inverno ha sbaragliato la concorrenza vincendo il circuito del Gran Prix Fidaltoscana di corsa campestre ed è stata terza di categoria ai Campionati italiani di corsa campestre.

Il keniano Paul Sugut della Libertas Orvieto col tempo di 29’38 e la keniana Zeddi Jerop Limo dell’Atletica Castello vinsero lo scorso anno l’edizione numero 74 della Notturna di San Giovanni. Quinto Maurizio Cito, il senese dell’Atletica Futura di Figline, primo degli italiani.
Tra le donne a raccogliere lo scettro di Gloria Marconi, che aveva vinto questa gara per undici volte complessivamente e quattro volte consecutive nelle quattro edizioni precedenti, è stata la keniana Limo. Seconda Giulia Francario dell’Esercito in 34’54”, poi Anna Spagnoli, anche lei dell’Atletica Futura, in 36’41 a precedere Denise Cavallini del Lammari e la pratese Tiziana Gianotti del Team Cellfood.

Primati della gara sono 28’30” in campo maschile di Luca Panichi del 1991, e 33’18” tra le donne di Gloria Marconi nel 2009 in 33’18”.
In campo maschile la vittoria di un italiano manca dal 2009 quando vinse Daniele Caimmi in 29’43”.

Si ricorda che sono chiuse le iscrizioni per la competitiva di 10 chilometri e restano aperte, fino a esaurimento dei pettorali, solo le iscrizioni per la Family Run di 4 km.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Con TDS corri anche a Natale
19^ PisaMarathon: l’esordiente e l’ultramaratoneta entrano nell’albo d’oro
11° Allenamento di Natale: 1200 al via
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre