DEL BUONO BATTE LA VICE CAMPIONESSA OLIMPICA BOLUT SUI 1500 METRI

Federica Del Buono stella
emergente del mezzofondo italiano
Fonte Colombo/Fidal)

Grande impresa della giovane figlia d’arte Federica Del Buono che nella seconda giornata dei Campionati del Mediterraneo di Aubagne ha vinto i 1500 metri in 4’14”20 battendo addirittura la medaglia d’argento olimpica e europea Gamze Bulut (4’15”03). Del Buono, figlia dei mezzofondi azzurri Gianni del Buono e Rossella Gramola, non è andata troppo lontana dal suo record personale di 4’12”65 recentemente stabilito.
di Diego Sampaolo

La spagnola Bianca Fernandez ha vinto la medaglia di bronzo in 4’17”89.

Sonia Malavisi ha vinto il duello tutto azzurro del salto con l’asta con Roberta Bruni in una gara purtroppo avversata dal maltempo. Entrambe le ragazze laziali hanno superato 4.06 ma Bruni ha avuto la peggio a causa di un errore alla misura d’ingresso.

Il velocista di origini nigeriane Eseosa Desalu ha migliorato il suo record personale sui 200 metri con 20”78 classificandosi secondo alle spalle del francese Jeoffery John che ha vinto in 20”63. Desalu, medaglia di bronzo agli Europei Juniores di Rieti, ha centrato il minimo di qualificazione per gli Europei di Zurigo fissato a 20”80 dalla Fidal.

Irene Siragusa ha bissato il secondo posto della prima giornata sui 100 metri vincendo un altro argento sui 200 in 23”79 alle spalle della francese Jennifer Galais, vincitrice in 23”06.

Il fresco campione italiano under 23 dei 400 metri Davide Re ha vinto l’argento in 46”49 battuto di sette centesimi di secondo dal francese Thomas Jordier.

Ayomide Folorunso ha abbattuto ancora una volta il suo record personale dei 400 ostacoli con 58”50 classificandosi al secondo posto alle spalle della francese Aurelie Chaubodez che ha dominato la finale in 56”67.


Nei 110 ostacoli vinti dal francese Simon Krauss in 13”64, Hassane Fofana si è preso la rivincita contro Lorenzo Perini che lo aveva battuto settimana scorsa ai Campionati Italiani Under 23 per un centesimo in 13”77. Ancora una volta un centesimo ha diviso il bresciano Fofana dal varesino Perini, rispettivamente quarto e quinto con 13”88 e 13”89.

Daniele Cavazzani ha vinto l’argento nel triplo volando oltre i 16 metri con 16.12 battuto dallo spagnolo Pablo Torrijos che si è aggiudicato l’oro con 16.32.

Ricco il bilancio dei lanciatori che nella seconda giornata hanno conquistato un argento con Stefano Petrei nel disco (52.46) e tre bronzi con Francesca Massobrio nel martello (57.78m), con Monia Cantarella nel peso (14.86m) e con Sara Jemai nel giavellotto (51.57m)

Trionfo azzurro nella 4×100 maschile formata da Alberto Boretti, Eseosa Desalu, Giacomo Tortu e Lorenzo Bilotti che tagliano il traguardo in seconda posizione in 39”99 ma vengono successivamente promossi al primo posto dopo la squalifica dei padroni di casa della Francia.

I transalpini si sono riscattati vincendo la 4×400 davanti agli azzurri Danesini, Iachini, Lorenzi e Tricca che salgono sul secondo gradino del podio in 3’08”24.

Dariya Derkach ha vinto il bronzo nel lungo con 6.09 precedendo di cinque centimetri Anna Visibelli, quarta con 6.04.  

   

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
STELVIO MARATHON SOGNA IN GRANDE PERCORSO GIÀ SEGNALATO E TESTABILE!
DOMENICA 29 OTTOBRE C’E’ LA MEZZA MARATONA D’ITALIA A IMOLA
BRESCIA ART MARATHON 2018: 31 OTTOBRE…ATTENZIONE AL CAMBIO QUOTA!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE