PIOGGIA DI MEDAGLIE ITALIANE AI CAMPIONATI DEL MEDITERRANEO UNDER 23

Ottavia Cestonaro (Fonte
Colombo/Fidal)
La prima giornata dei Campionati del Mediterreaneo Under 23 di Aubagne in Provenza ha regalato tante soddisfazioni ai colori italiani con ben tre successi di Federica Curiazzi nella marcia 10 km, di Natalina Capoferri nel disco e di Desirée Rossit nel salto in alto. Brillano anche la campionessa europea juniores del salto triplo, Lorenzo Bilotti nei 100 metri e la campionessa italiana juniores Ayomide Folorunso.
di Diego Sampaolo

La lombarda Federica Curiazzi dell’Atletica Bergamo ha conquistato il successo nella 10 km migliorando di ben 12 secondi il suo record personale con 46’39”92 dopo che si era già migliorata nella 20 km con 1h35’90” nella recente Coppa del Mondo di Taicang. Sempre nella marcia 10 km ma al maschile Francesco Fortunato ha conquistato la medaglia di bronzo in 42’54”52 finendo alle spalle degli spagnoli Alvaro Martin vincitore in 42’50”87 e Marc Tor, secondo in 42’52”19.

La saltatrice in alto friulana Desirée Rossit, che recentemente è salita a 1.87, ha conquistato l’oro con 1.80 prima di sbagliare tre tentativi a 1.83.

Natalina Capoferri ha conquistato l’oro nel disco con 53.15m precedendo la turca Elcin Kaya (52.25) e l’azzurra Elisa Boaro (51.33).

La prestazione più eclatante in vista dei prossimi Mondiali Juniores di Eugene è stata realizzata dalla campionessa europea juniores di Rieti 2013 Ottavia Cestonaro che ha sfiorato di appena 5 centimetri il suo record italiano juniores del salto triplo con la misura di 13.64m, sesta misura mondiale dell’anno. La vicentina, allenata dal padre Sergio, ha vinto la medaglia di bronzo alle spalle della francese Jeanine Assani Issouf, oro con 13.95, e dell’altra azzurra Dariya Derkach, argento con 13.81 ventoso (+2.8 m/s) con un secondo miglior salto sempre ventoso di 13.74 (+2.4 m/s). Cestonaro, campionessa italiana juniores a Torino con 13.44, ha realizzato un’ottima serie con ben sei salti oltre i 13 metri (13.06, 13.27-13.52-13.41- 13.64).

L’ancora diciassettenne Ayomide Folorunso ha realizzato il miglior tempo delle batterie dei 400 ostacoli con un eccellente 58”54, terza migliore prestazione italiana juniores all-time alle spalle di Virna De Angeli (56”63 nel 1995) e Maria Luisa Climbini (58”23 nel 1985)

Lorenzo Bilotti ha polverizzato il record personale sui 100 metri portandolo da 10”44 a 10”33 nella finale vinta dal francese Kevin Romain in 10”29. Bilotti, che si era migliorato correndo in 10”44 ai Campionati Italiani Universitari di Milano, ha vinto settimana scorsa il titolo italiano under 23 a Torino in 10”49.

Nei 100 metri femminili Irene Siragusa ha vinto la medaglia d’argento in 11”57 arrivando a 4 centesimi dal suo record personale. La vittoria è andata alla campionessa europea juniores di Rieti 2013 Stella Akakpo in 11”42.

Tante sono state le medaglie azzurre. Arrivano dai lanciatori Daniele Secci, secondo nel peso con 18.48, Marco Bortolato, bronzo nel martello con 66.09m e Joseph Figliolini, terzo nel giavellotto con 68.09. Mohad Abdikadar ha vinto l’argento nei 1500 metri in 3’51”95 alle spalle dello spagnoloMarc Alcala (3’51”74). Irene Baldessarri è salita sul terzo gradino del podio negli 800 metri in 2’08”40 nella gara vinta dalla portoghese Maria Pen Freitas in 2’07”14

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
32^ Huawei Venicemarathon da record!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE