PERINI E FOFANA CENTRANO IL MINIMO PER ZURIGO AI TRICOLORI JUNIORES E PROMESSE DI TORINO


Lorenzo Perini batte Hassane Fofana ai
Campionati Italiani Under 23 (Fonte Colombo
Fidal)

Lorenzo Perini é stato il protagonista assoluto della seconda giornata Campionati Italiani Juniores e Promesse allo Stadio Primo Nebiolo di Torino. L’ostacolista lombardo cresciuto nell’Osa Saronno ora in forza all’Aeronautica Militare, vice campione europeo juniores a Rieti 2013,  ha vinto il titolo italiano promesse dei 110 ostacoli  con il suo record personale di 13”77 per un sol centesimo di secondo su Hassane Fofana. Per Perini e Fofana si tratta della quarta e della sesta migliore prestazione di sempre a livello under 23 in Italia. Entrambi hanno staccato il biglietto per gli Europei assoluti di Zurigo dal 12 al 17 Agosto.
di Diego Sampaolo


Un altro lombardo Luca De Maestri brilla nella finale dei 110 ostacoli juniores dove realizza la quinta migliore prestazione italiana di sempre under 20 con un ottimo 13”89.
Erika Furlani, medaglia d’argento ai Mondiali Under 18 di Donetsk, ha vinto il duello del salto in alto juniores con Eleonora Omorogie con 1.84, a tre centimetri dal suo record di 1.87 stabilito quest’anno che le vale la quinta misura mondiale dell’anno. 

Eugenio Rossi, che rappresenta San Marino, ha conquistato il successo nel salto in alto con 2.21 prima di sbaglare tre prove a 2.24.
Davide Re ha vinto la finale dei 400 metri promesse in un eccellente 46”34 firmando la migliore prestazione italiana assoluta. Re, che studia e si allena negli Stati Uniti, ha battuto nettamente i due campioni europei juniores della staffetta 4×400 Michele Tricca (47”05) e Marco Lorenzi (47”67). 

Ilenia Vitale ha fatto registrare il sesto miglior tempo italiano juniores di sempre sui 400 metri con 53.87.
Avvincente la gara del lungo juniores maschile dove Harold Barruecos si aggiudica il titolo con 7.61 per un centimetro su Filippo Randazzo
L’Atletica Riccardi continua la sua straordinaria tradizione delle staffette vincendo la 4×100 promesse con un quartetto formato da Richetti, Rodella, Tortu e Galbieri nell’ottimo tempo di 41”00. L’Atletica Rovellasca (Giulia Romico, Roberta Arrighi, Beatrice Fontana, Sabrina Galimberti) ha preceduto la Bracco Atletica Milano nella 4×100 promesse per nove centesimi di secondo in 47”63.

Con un grande finale Emilio Perco si è imposto negli 800 metri in 1’49”66, mentre Irene Baldessarri ha fatto suoi gli 800 femminili promesse in 2’09”13.
Fiada Carmassi si è migliorata vincendo i 100 ostacoli in 13”82 nonostante un vento contrario di -1.1 m/s.  

Un salto al di sotto di 1 metro rispetto al suo record personale è stato sufficiente a Francesca Lanciano il titolo italiano promesse del triplo promesse femminile.

Pur rimanendo a mezzo metro dal suo record personale indoor il reatino Sebastiano Bianchetti ha conquistato il successo nel peso juniores con 18.51m. 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Eyob Faniel correrà la 32^ Huawei Venicemarathon!
L’ultramaratoneta Luisa Zecchino investita mentre si allena. E’ grave.
Svelato percorso e maglia nuova della EA7 ARMANI MILANO MARATHON 2018
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE